Gorilla occidentale: il più grande primate del mondo

15 maggio 2018

Sapevate che uomo e gorilla condividono il 98% del DNA? O che il gorilla occidentale è attualmente il più grande primate del mondo? Inoltre, un’altra cosa sorprendente è che, anche se possiedono enormi muscoli, questi mammiferi sono erbivori! In questo articolo vi mostreremo curiosità e caratteristiche di una delle specie più significative e affascinanti del continente africano.

Il gorilla e l’uomo

Una delle differenze più evidenti con l’uomo, è data dal fatto che il gorilla cammina sulle quattro zampe e che gli arti anteriori sono più lunghi dei nostri. Sebbene possano misurare quanto un uomo adulto – da 175 a 200 centimetri – sono molto più pesanti e forti degli umani. Pensate che possono raggiungere facilmente i 200 kg di peso.

Un’altra caratteristica che ci “allontana” dai gorilla è la loro struttura facciale, che presenta una mascella sporgente, più prominente rispetto all’arco superiore. Dal punto di vista dell’alimentazione, i gorilla occidentali sono erbivori. Ciò significa che si nutrono di frutta, germogli e foglie. L’aspettativa di vita ruota intorno ai 40 anni, mentre i cuccioli vivono con le loro madri fino a circa quattro anni.

Il gorilla è diviso in due specie: gorilla occidentale (Gorilla gorilla) e gorilla orientale (Gorilla beringei). All’interno di questi gruppi, troviamo 4 sottospecie: gorilla di pianura occidentale e di Cross River; gorilla di pianura orientale e di montagna.

Caratteristiche del gorilla occidentale

All’interno della famiglia dei gorilla, il gorilla occidentale (Gorilla gorilla) è il più numeroso. La sua popolazione è stimata in circa 100.000 esemplari. E’ fondamentalmente un animale diurno, passa la maggior parte della giornata a mangiare e riposare. Ogni giorno prepara il proprio “giaciglio” usando foglie sui rami degli alberi o sul terreno (un’abitudine più comune tra gli esemplari maschi).

un Gorilla occidentale di spalle davanti a una scogliera

Il nucleo familiare è composto da un maschio dominante, differenziato per le dimensioni e con il dorso d’argento, accompagnato da un massimo di due maschi subordinati e diverse femmine con i loro cuccioli. Il loro territorio va dai 200 a 5.000 ettari, ma non hanno problemi a condividere la zona con altri gruppi.

I maschi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 12 anni, mentre le femmine parecchio prima, verso gli otto. Il loro ciclo mestruale si verifica ogni 28 giorni e danno alla luce un solo figlio per gravidanza, ogni cinque anni circa. La gestazione dura otto mesi e alla nascita il giovane pesa circa due chili.

A seconda del luogo in cui si trovano, possiamo differenziare il gorilla di pianura occidentale e quelli di Cross River. I primi abitano nelle foreste e pianure di Angola, Camerun, Congo, Gabon e Guinea Equatoriale. I secondi occupano le foreste tropicali di Nigeria e Camerun.

I gorilla di Cross River si differiscono per una particolare forma del cranio e per le dimensioni dei denti. Tra tutti i gorilla, questo è il più minacciato, dal momento che ne rimangono solo 300 esemplari in libertà. Sono molto timidi e fuggono al minimo segno di pericolo o della presenza umana.

Caratteristiche del gorilla orientale

Il gorilla beringei è il più grande di tutta la famiglia ed è anch’esso diviso in due sottospecie. Da un lato, il gorilla di montagna, di cui rimangono appena 700 esemplari e, in secondo luogo, il gorilla di pianura, più grande del primo e con circa 16.000 individui in natura.

un Gorilla occidentale nascosto tra l'erba alta

E’ possibile trovarli per lo più nell’Africa centrale, in zone che coincidono con i parchi nazionali dei vulcani (Mgahinga, Virunga), in Ruanda, Congo e Uganda. La guerra, la caccia, la distruzione del loro habitat naturale e la diffusione di malattie umane sono le principali minacce di questo gorilla, che è attualmente davvero a un passo dall’estinzione.

Possiede una pelliccia folta e più scura di altri primati, poiché si è adattato a vivere in luoghi dove la temperatura scende sotto lo zero. Ogni individuo ha un tratto nasale diverso dagli altri e i maschi sono più alti e più pesanti delle femmine.

D’altra parte, il gorilla di pianura ha un busto più largo, una mascella più forte e denti più lunghi degli altri. I maschi hanno anche una colorazione argentata sul dorso, quando raggiungono la maturità sessuale.

È erbivoro e in un solo giorno può mangiare le foglie di un’intera pianta. Si nutre inoltre di semi, frutti, germogli di bambù e, raramente, di insetti. Il gorilla orientale della pianura è pacifico, socievole e vive in gruppi di 30 individui, sempre con un maschio dominante e diverse femmine.

La gestazione dura circa otto mesi e mezzo e ogni cucciolata è composta da un singolo cucciolo che gattona dopo i nove mesi di vita, nutrendosi di latte materno, e che inizierà a camminare con un anno e mezzo.

Come avete potuto vedere, esistono molte somiglianze tra esseri umani e gorilla. D’altronde, l’uomo appartiene alla stessa famiglia, quella degli Ominidi, che include anche oranghi, scimpanzé e gli australopitechi, estinti circa 2 milioni di anni fa.

Guarda anche