I 10 uccelli più comuni in Spagna

Sicuramente conoscete gli uccelli più comuni della Spagna. Se siete uno di quelli che va al parco a dar loro da mangiare solo per il gusto di vederli, qui li potrete approfondire.
I 10 uccelli più comuni in Spagna

Ultimo aggiornamento: 11 ottobre, 2021

Se uno dei vostri hobby è l’ornitologia, nella penisola iberica potete portarla all’estremo, poiché è il secondo luogo più vario d’Europa in termini di numero di uccelli. Qui vi riportiamo gli uccelli più comuni in Spagna in modo da fornirvi una guida completa da portare ovunque andiate.

Sia in campagna che in città, sarà molto facile per voi trovare questi uccelli. Ognuno di loro è speciale, come potete vedere in ogni sezione che leggerete.

Gli uccelli che vedrete di seguito sono facili da riconoscere, poiché mostrano dimensioni e colori molto diversi. Inoltre, molti di loro tollerano la presenza dell’uomo, quindi potete praticamente fare a meno del binocolo per apprezzarne le caratteristiche principali.

1. Merlo (Turdus merula) e i 10 uccelli più comuni in Spagna 

Il merlo è un uccello nero (marrone nel caso delle femmine) dal becco e dal contorno occhi arancione brillante. Il loro canto flautato suona principalmente al tramonto e all’alba e gli esemplari sono sempre accoppiati. La specie è distribuita naturalmente in Europa, Asia e Nord Africa.

I merli sono in grado di imitare i suoni, quindi non sorprende che cantino i toni di altri uccelli o riproducano persino il suono di oggetti inanimati.

Uno degli uccelli che cantano di notte.

2. Passero domestico (Passer Domesticus)

Questi passeriformi sono uno degli uccelli più comuni in Europa. Attualmente la specie si trova in uno stato vulnerabile (VU) a causa del calo incessante della popolazione che subisce. Le sue principali minacce sono l’inquinamento, la riduzione delle aree verdi nelle città e l’introduzione di specie invasive nel suo habitat (come il pappagallo argentino).

I maschi hanno una caratteristica macchia sulle guance e sul petto che cresce durante la stagione degli amori. Il dimorfismo sessuale è molto evidente.

Uno degli uccelli più comuni in Spagna.

3. Cardellino (Carduelis carduelis)

Il cardellino è uno degli uccelli più comuni in Spagna. Nonostante siano uccelli che spesso vengono tenuti in cattività per il loro canto, esistono anche popolazioni selvatiche e la loro presenza nelle abitazioni è sempre più perseguitata dalla legge. La specie è caratterizzata da una maschera facciale rossa, dalle tinte giallastre sul petto e sulle ali e dal bianco-nero della testa.

Uno degli uccelli che cantano di più.

4. Storno nero (Sturnus initolor)

Lo storno nero è facilmente confuso con il merlo a distanza. Tuttavia, il primo ha un becco più opaco e piume di una tonalità metallica. Il suo canto è più gorgogliante di quello del merlo e si muove in stormi, che possono regalare uno spettacolo incredibile nel cielo grazie al loro volo sincronizzato.

5. Ballerina bianca (Motacilla alba)

Il nome comune di questa specie deriva dal fatto che si trova solitamente sulle rive di corpi idrici, come fiumi, laghi o mari. Ha un modo di correre caratteristico e affascinante, così come il piumaggio bianco, nero e grigio che culmina in un bellissimo disegno sulle ali. Caratteristico anche della ballerina bianca è il battito che fa con la coda ogni volta che finisce di correre.

Questa specie vive in molte parti dell’Europa, dell’Asia e del Nord Africa. Alcune popolazioni sono residenti e altre migratorie.

Uno degli uccelli più comuni in Spagna.

6. Upupa comune (Upupa epops)

I colori, il becco e la cresta dell’upupa sono inconfondibili. Il suo becco è particolarmente lungo ed è specializzato nello scavare nel terreno e negli alberi per raggiungere gli insetti di cui si nutre. Il suo piumaggio è composto da piume erettili e vederlo dispiegato è un privilegio che vale la pena aspettare con un binocolo in mano.

7. Gazza (Pica pica)

La gazza è un altro degli uccelli più comuni in Spagna ed è molto facile da trovare nelle città. Il suo motivo in bianco e nero è caratteristico, quindi non vi confonderete nell’identificarla. Inoltre, ha una lucentezza metallica molto sorprendente nel suo piumaggio.

Le gazze sono uccelli intelligenti (appartengono alla famiglia dei corvidi, noti per le loro elevate capacità cognitive) e territoriali. Possono facilmente allontanare altre specie di uccelli o persino mammiferi come i gatti dai loro territori.

Una gazza asiatica.

8. Pettirosso (Erithacus rubecula)

Il pettirosso è un uccellino facilmente riconoscibile per il corpo tondeggiante, il piumaggio bruno-grigiastro e la macchia arancione che gli colora il muso e il petto. È un uccello audace e curioso, quindi ci vorrà un po’ di tempo per rimettersi in volo se vi avvicinate lentamente.

Un pettirosso.

9. Piccione selvatico (Columba livia)

Il piccione selvatico è l’antenato selvaggio del piccione nazionale, con la quale è spesso ibridato perché è della stessa specie. Presente in città e paesi, è strettamente legato alla presenza umana e dipende in gran parte dalla qualità dell’aria e dall’igiene dei suoi spazi per essere esente da malattie.

10. Codirosso spazzacamino (Phoenicurus ochruros)

Mentre i maschi di questa specie sono neri con una coda rosso intenso (caratteristica da cui prende il nome), le femmine sono più marroni. Questi uccelli stabiliscono coppie di lunga durata e spesso nidificano in cavità di alberi o edifici.

In Spagna la specie è relativamente comune nella metà settentrionale e più scarsa nella metà meridionale, dove è presente nelle zone montuose.

Uno degli uccelli più comuni in Spagna.

Un mondo tra le piume

Se, oltre all’osservazione, siete interessati all’azione dei cittadini, potete dare un’occhiata al database eBird, dove potete contribuire con i vostri avvistamenti ai censimenti degli uccelli in tutto il mondo. Iniziative di questo tipo sono un pilastro fondamentale quando si tratta di giustificare azioni di conservazione, poiché aiutano notevolmente la ricerca e il monitoraggio della popolazione.

Numerose sono anche le iniziative dei cittadini per lottare per la protezione degli uccelli. Se vogliamo continuare a vedere come colorano il cielo, imparare a conviverci e a proteggerli è fondamentale.

Potrebbe interessarti ...
I pesci potrebbero usare gli uccelli per colonizzare nuovi posti, lo dimostrano gli studi
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
I pesci potrebbero usare gli uccelli per colonizzare nuovi posti, lo dimostrano gli studi

I pesci potrebbero usare gli uccelli per colonizzare nuovi posti attraverso l'endozoocoria: le uova viaggiano nel loro tratto digestivo.