Upupa: caratteristiche, comportamento e habitat

11 dicembre, 2020
L'upupa è un bellissimo uccello che ha influenzato diverse culture. Il suo aspetto e le sue abitudini sono molto curiosi.

L’upupa (Upupa epops) è un uccello molto suggestivo che possiamo osservare in vari paesi tra Europa, Asia ed Africa. In particolare, ha influenzato la cultura di vari paesi e dal 2008 è l’uccello nazionale dello stato di Israele.

Per questo motivo, a causa della sua vasta distribuzione, l’upupa è conosciuto con molti nomi. Questo animale appartiene al curioso gruppo Bucerotiformes, dove si trovano anche i bucerotidi.

Caratteristiche generali

Se c’è una cosa che rende questo animale riconoscibile, è il suo aspetto. Ha il petto e la testa color cannella, che contrasta con le ali e la coda a strisce bianche e nere, dandogli una figura molto suggestiva sia in volo che una volta posato.

Ma ciò che più colpisce dell’aspetto dell’upupa è la sua vistosa cresta. Infatti, il colore del corpo è cannella ma rifinito da ciuffi neri orlati di bianco, che insieme al lungo becco ricurvo rendono questo animale particolarmente appariscente.

Upupa posata su un ramo.

Anche il suo modo di volare è particolarmente caratteristico. In particolare, insieme alle sue curiose ali, ciò che attira l’attenzione è il suo volo bizzarro. Ad esempio, fa delle elevazioni dopo le quali chiude le ali, facendo apparire l’animale come una grande farfalla.

Comportamento dell’upupa

L’upupa passa molto del suo tempo a terra ed il suo modo di camminare è come lo storno e altri uccelli simili. Ciò è dovuto per via della sua alimentazione. A questo scopo è dotato di un becco ricurvo che viene utilizzato per scavare tra gli escrementi animali. Pertanto, è una specie che, analogamente all’airone guardabuoi, è legata al bestiame.

Oltre a ciò, è un grande divoratore di insetti, quindi possiamo trovarlo mentre si nutre di larve, grilli o coleotteri. Inoltre, l’upupa è uno dei principali predatori di un insetto in genere non molto amato: il bruco della processionaria.

Questi animali nidificano in vecchi alberi, crepe o buchi negli edifici. In questi nidi, l’upupa e altre specie come il martin pescatore depositano molti escrementi, che danno ai nidi un odore sgradevole che tiene lontani i predatori.

Due upupe vicino al loro nido.

Le femmine secernono una secrezione sgradevole con la quale si cospargono e fanno lo stesso con le uova. Apparentemente, questo sembra aumentare le possibilità che si schiudano.

Habitat dell’upupa

Questo uccello vive in regioni aride, anche se si può trovare nelle aree forestali e frutticole. In realtà, si trattiene in gran parte dell’Europa solo per nidificare, ma non è residente tutto l’anno (tranne che nella Spagna meridionale e nelle Isole Canarie).

L’habitat dell’upupa si estende praticamente a tutta l’Europa e l’Asia, oltre che a gran parte dell’Africa.

Il Madagascar ha una specie propria nota come upupa marginata, anche se è molto simile a quella che si trova nel resto del continente. Le popolazioni della Siberia centrale e orientale migrano verso l’Asia centrale, mentre le popolazioni europee migrano a sud del Sahara in Africa.