I 5 animali africani più pericolosi

· 6 Febbraio 2019
Questi mammiferi, rettili e insetti possono essere estremamente letali per l'uomo, quindi è meglio osservare alcune misure preventive per evitare di esporsi ai rischi.

Sapete quali sono i 5 animali africani più pericolosi. Il continente africano è un’enclave di biodiversità: ognuno dei suoi angoli è un’esplosione di vita. Con la vita, tuttavia, arriva la lotta per la sopravvivenza.

Sebbene siano i leoni e i ghepardi i primi a venirci in mente quando si pensa agli animali africani più pericolosi, la verità è che la fauna selvatica di questo continente riserva sorprese di ogni tipo.

L’ippopotamo, una creatura più letale di quanto si pensi

Il comune ippopotamo o Hippopotamus amphibius – vedi immagine di apertura dell’articolo – è l’animale che causa la maggior parte delle morti umane in Africa. Con le sue dimensioni colossali, è capace di uccidere semplicemente capovolgendo le barche sui fiumi o investendo i turisti troppo curiosi.

Sembra incredibile, ma l’ippopotamo è una delle creature più aggressive al mondo, quindi possiamo dire che la maggior parte dei loro attacchi sono intenzionali.

Un maschio adulto può pesare ben 4.500 chili e il suo istinto di protezione territoriale è principalmente responsabile delle vittime umane che sono state registrate.

Non lasciatevi ingannare dalle sue dimensioni: quando corre, può raggiungere velocità fino a 45 km / h.

L’abbraccio mortale del coccodrillo del Nilo

L’habitat di questo brutale predatore si trova molto vicino a quello delle persone. Ciò lo rende una creatura particolarmente pericolosa per gli umani. In un anno, infatti, sono stati registrati fino a 200 vittime umane divorate dai coccodrilli del Nilo.

Coccodrillo del Nilo

Questo predatore è considerato il più grande coccodrillo d’Africa: può raggiungere una lunghezza massima di sei metri e pesare fino a 730 chili. Lo si trova nell’Africa sub-sahariana, nel bacino del Nilo e nei fiumi e nelle paludi del Madagascar.

Mamba nero: il serpente che nessuno vorrebbe incontrare

Questo rettile veloce ed aggressivo vive nelle savane e nelle colline situate a est dell’Africa. Deve il suo nome non al colore della sua pelle, ma al colore blu-nero dell’interno della sua bocca, una vera minaccia per qualunque essere vivente.

Il mamba nero

Il morso di questo serpente è letale in ognuno dei casi documentati. Dopo il morso del mamba nero, la vittima dovrebbe morire dopo 20 minuti. Sebbene esista un antidoto, molti degli attacchi avvengono in aree rurali disabitate, dove il morso del mamba nero è causa di morte sicura.

Le conseguenze fatali del temperamento dell’elefante africano

È noto che gli elefanti sono i più grandi animali terrestri del nostro pianeta. L’elefante africano sorpassa per le dimensioni gli elefanti originari dell’Asia e può diventare più pericoloso di quanto si pensi. Non pensavate di trovarlo nella lista degli animali africani più pericolosi, vero?

Elefante corre

Un elefante maschio territoriale può schiacciare le auto e distruggere le case in un batter d’occhio. Allo stesso modo, un turista che commette l’errore di avvicinarsi a un elefante con il suo cucciolo, potrebbe essere facilmente schiacciato o stritolato a morte, se non prende le necessarie precauzioni.

La natura dell’elefante non è aggressiva, ma il forte desiderio di proteggere la sua famiglia lo porterà a insospettati estremi e conseguenze fatali per gli incauti curiosi.

La zanzara, uno degli animali africani più pericolosi

Le dimensioni non sono sempre le più importanti, soprattutto quando un insetto può essere responsabile di contrarre malattie gravi come la malaria o la febbre dengue.

La malaria è responsabile della morte di un milione di persone in Africa ogni anno, in particolare dei bambini sotto i cinque anni.

Zanzara sulla pelle

La femmina della zanzara Anopheles è responsabile di migliaia di morti in Africa: quando assorbe il sangue delle sue vittime, trasmette la malaria e non si torna indietro.

Se avete in programma di viaggiare nel continente africano, vi consigliamo di prendere le misure appropriate affinché possiate godervi il paesaggio africano senza pericoli.