I gatti possono curarsi con le fusa

29 aprile, 2017

I gatti comunicano tra loro e con gli umani tramite miagolii, suoni quasi impercettibili, sbuffi e “ruggiti”, ma lo fanno anche tramite le fusa. Diverse ricerche, inoltre, associano molti benefici addizionali a questi suoni. 

I casi in cui un gatto fa le fusa

In quali occasioni è possibile sentire un gatto fare le fusa? Tra le varie situazioni possibili, nei momenti di stress e di paura, ad esempio quando li portiamo dal veterinario o quando si stanno riprendendo da una lesione. Ricorrono alle fusa anche le femmine che si prendono cura dei loro cuccioli o un gatto in generale quando gli esseri umani interagiscono con lui, soprattutto quando lo accarezziamo o lo nutriamo.

I segnali intermittenti associati alle fusa vengono prodotti dai gatti e da altri felini. A tale scopo, utilizzano i muscoli della laringe e il diaframma sia quando inspirano sia quando espirano. 

Anche altri felini emettono suoni molto simili alle fusa di un gatto domestico.

L’equivalenza delle fusa con i suoni degli umani

È una funzione comunicativa quella che si verifica tramite le fusa. Le frequenze emesse dai felini tramite le fusa sono simili a quelle che vengono prodotte da alcuni trattamenti umani. È il caso della riduzione del dolore, gemiti, problemi di tosse o di respirazione, etc.

Vi sono numerose leggende, si badi bene solo leggende, che assicurano che i gatti possano curarsi da soli, nel caso in cui abbiano qualche osso del corpo rotto, se li lasciamo tranquilli in una stanza. Può essere relazionato con le fusa?

Mettendo da parte le leggende, bisogna pensare che i felini possono accumulare una grande quantità di energia, tra le altre cose perché passano molte ore al giorno di inattività, conseguenza della difficoltà nel catturare una preda per alimentarsi.

Per questo motivo, è vero che le fusa e questi suoni così caratteristici dei gatti fanno molto bene alla loro salute, aumentando la loro densità ossea ed accelerando i processi di guarigione. Li aiutano anche ad addormentarsi.

Prove realizzate

Diversi studi realizzati con gatti hanno permesso di dimostrare l’efficacia della tecnica delle fusa. Gli esperti, sulla base di questi studi, considerano che i felini si recuperano prima dai problemi respiratori proprio grazie alle fusa.

Una spiegazione in questo caso concreto di difficoltà respiratorie è che fare le fusa permette all’animale di respirare, cosa che gli risulta difficile con una ferita nel naso, con la bocca.

Come emettono le fusa?

Questo suono si produce come conseguenza del passaggio del flusso sanguigno attraverso la vena cava, che si vede costretto ad entrare in un restringimento volontariamente prodotto dal gatto tra il fegato ed il diaframma.

In alcuni stati neurovegetativi, il sangue forma delle onde quando circola attraverso questo “collo della bottiglia”, producendo vibrazioni che si espandono per il corpo e le cavità craniche dei seni paranasali tramite la trachea. In seguito a ciò, si produce un campo vibratorio in grado di rilassare tutto il corpo del gatto e condizionarne l’atteggiamento.

Il gatto vibra, soprattutto, per aumentare la sua sensazione di comfort. È un grande specialista nel disfarsi delle energie negative, essendo capace di percepire ed identificare le emozioni del suo protettore umano. Per questo motivo, si dice che i gatti ci aiutano a disfarci delle energie negative.

L’esempio di una gatta

La cagnolina Puchi era stata aggredita da un cane molto più grande di lei e presentava una grave peritonite, una ferita nella zampa posteriore, oltre che lesioni e contusioni in tutto il corpo.

Dopo un primo intervento del veterinario, non c’erano molte speranze per la povera cagnolina. Tornata a casa, la cagnetta era debole, fredda e completamente inappetente, sul punto di morire. Tuttavia, in casa con lei viveva anche una gatta che le si avvicinò, si mise accanto a Puchi, pelle contro pelle, e fece le fusa senza sosta per ore.

Puchi iniziò a migliorare giorno dopo giorno. I padroni misero un piccolo altoparlante che riproduceva le fusa della gatta registrate. Notarono come, effettivamente, la cagnolina si trascinava sul tappeto per raggiungere l’altoparlante e stirarsi completamente per assorbire con il suo corpo il campo vibratorio, migliorando sempre di più le sue condizioni.

Come vedete, la natura ci sorprende ancora una volta e ci mostra diverse alternative alla guarigione tramite medicinali, molto più sane ed efficaci.