I primi giorni di un cucciolo a casa: cosa fare?

· 11 novembre 2018
Il cucciolo è ancora molto inesperto, ma sarà divertente insegnargli ad abituarsi alla sua nuova routine giornaliera che vi aiuterà a rendere più semplice la convivenza.

I primi giorni di un cucciolo a casa possono provocare una vera rivoluzione. All’improvviso vi troverete a vivere con un animale che è ancora piccolo e con molte necessità di cui dovrete occuparvi in prima persona. Cercate di rendere l’approccio a questi giorni più semplice e preparatevi in anticipo.

Ecco alcuni consigli per i primi giorni di un cucciolo a casa.

Preparare l’arrivo di un cucciolo

Prima che il cucciolo arrivi a casa, dovrete pianificare ogni cosa nei minimi dettagli. L’intera famiglia deve essere d’accordo su chi si occuperà di questioni come la pulizia, il cibo e l’acqua, il veterinario, o anche solo di portarlo a spasso, per le passeggiate quotidiane.

Inoltre, tenete presente che il cucciolo occuperà uno spazio dentro casa. È importante essere chiari su dove dormirà, dove farà i tuoi bisogni, e dove e cosa mangerà.

Il cucciolo è ancora molto inesperto, ma sarà divertente insegnargli ad abituarsi alla sua nuova routine giornaliera che vi aiuterà a rendere più semplice la convivenza.

È necessario preparare la casa sapendo che il cucciolo avrà la tendenza a mordere, correre, curiosare. Mettete da parte le cose più costose e delicate, quelle che il vostro cagnolino, dato che è ancora impacciato, potrebbe far cadere e rompere.

Fate sparire anche tutto ciò che potrebbe graffiare o mordere.

Coprite o proteggete anche i possibili luoghi pericolosi: faciliterà l’adattamento a tutti e solo in questo modo si potranno prevenire incidenti e arrabbiature.

Cucciolo di husky

Quando il vostro animale domestico raggiungerà l’età adulta, potrete restituire le vostre cose al loro posto originale e modificare le regole e i limiti del cane.

Ma tenete presente che i primi giorni di un cucciolo a casa sono un grande cambiamento per tutti e vale sempre la regola d’oro: “meglio prevenire che curare”.

Stabilite un calendario sanitario

Il cucciolo è ancora in ottima salute, ma è necessario prepararsi per quando non lo sarà.

Il piano di salute di un cucciolo inizia scegliendo un veterinario per curarlo quando necessario.

Sceglitene un altro che abbia un servizio di emergenza, in caso di incidente e tenete i loro telefoni e i loro dati sempre a portata di mano.

Parlate con il veterinario quando il cucciolo entra in casa o poco prima del suo arrivo, in modo da stabilire assieme il programma di vaccinazione e la registrazione dell’animale.

Parlate della sua razza o del suo passato, per verificare se è necessario prevenire qualche malattia congenita e concordare i controlli periodici di cui avrà bisogno.

Quando il cucciolo arriva a casa vostra, prenotate una prima visita per aprire la sua cartella clinica e realizzare un primo vermifugo.

Quando il cucciolo ha bisogno di un controllo medico o è malato, potrete così affidarvi al vostro veterinario di fiducia.

Con il tempo, è possibile che ne proviate diversi, fino a trovare quello con cui vi sentirete più comodi.

Cucciolo di labrador visitato dal veterinario

Anche se i cuccioli sono sani, gli incidenti sono sempre all’ordine del giorno. È molto importante avere chiaro cosa fare nel caso in cui sia necessario un veterinario di emergenza.

Ma è anche importante conoscere in anticipo il calendario di vaccinazione e il piano sanitario.

Fase di sviluppo e socializzazione

I cuccioli, quando arrivano a casa, hanno solitamente tra le sette e le nove settimane di vita.

Il momento della socializzazione è fondamentale per il loro sviluppo. Si tratta di uno stadio della crescita in cui, i giovani cani, affrontano con curiosità e senza paura tutto ciò che è nuovo nella loro vita.

È, quindi, il miglior palcoscenico per scoprire cose nuove.

Tuttavia, la socializzazione può essere realizzata senza fretta. Il cane è desideroso di conoscere e fare nuove esperienze, ma non è necessario esagerare.

Per presentare nuove situazioni, ricordate queste tre regole:

  • I nuovi stimoli devono essere inseriti gradualmente e con la giusta intensità. Ad esempio, la musica ad alto volume: iniziate con un volume basso di una canzone dolce e aumentate di intensità poco a poco.
  • Dare al cane la possibilità di allontanarsi se non gli piace una determinata situazione.
  • Non abbiate fretta di proporre sempre nuovi stimoli: siate pazienti e lasciate che l’animale si adatti con calma, rispettando i suoi tempi.
Cuccioli bianchi con pelo riccio

La fase di socializzazione è perfetta per far incontrare persone e animali diversi al vostro cucciolo.

Presentategli cani anziani, che hanno un carattere più equilibrato, ma anche bambini, uomini con la barba o anche persone molto alte. Ma anche gatti, conigli, criceti o tartarughe.

I nuovi stimoli che imparerà a conoscere, fino a tre mesi, saranno considerati come “cose normali” quando poi diventerà adulto.

Se per qualsiasi problema non potete sfruttare al massimo questa fase della socializzazione, non allarmatevi. Il vostro cane sarà in grado di imparare cose nuove e gestire situazioni diverse lungo il corso della sua vita. Avrete solo bisogno di un po’ più di pazienza.

I primi giorni di un cucciolo a casa: non siate severi

A volte si tende ad essere troppo severi con i cani, anche quando sono ancora piccoli.

Durante i primi giorni di un cucciolo a casa, i proprietari spesso si concentrano troppo sugli ordini e sulla disciplina e tralasciano altre cose, ugualmente importanti.

Le regole, per questi giovani cani, possono essere flessibili. Se sbaglia, non le capisce e continua a fare qualcosa di sbagliato, potreste rimandare le norme ad una fase successiva.

Quando un cucciolo è così piccolo, è più importante che si senta al sicuro e amato piuttosto che impari a non sedersi sul divano.

Questi comandi o ordini possono essere insegnati quando è più grande.

Cucciolo che dorme

Ad esempio, con la maggiore età, il cane imparerà a stare da solo. Non è un grave problema se, per le prime settimane, lo lascerete dormire nella vostra stanza.

Ciò lo aiuterà a sentirsi più sicuro e a farlo riposare meglio. Allo stesso modo, imparerà a non salire sul divano e a fare i suoi bisogni per strada, quando diventerà un cane adulto.

Ci sarà tempo per tutto: siate pazienti.

Durante i primi giorni di un cucciolo a casa, il rischio è quello di concentrarvi troppo sulla disciplina e lasciare, da parte, altre cose più importanti.

Come la sicurezza, la salute o la prevenzione di incidenti dentro l’appartamento. Prima di imporre regole e ordini, godetevi con leggerezza l’età più dolce del vostro cane.