L’interessante ciclo di vita dei criceti

· 1 aprile 2018

Questi piccoli roditori, tra gli animali domestici più amati al mondo, possono vivere circa tre anni. Durante questo ridotto lasso di tempo, però, possono riprodursi in diverse occasioni. In questo articolo vi sveleremo dettagli e curiosità relative al ciclo di vita dei criceti.

Com’è il ciclo di vita dei criceti?

Delle quasi 20 specie di Cricetini – il loro nome scientifico – solo pochi di loro sono adatti come animali domestici, dal momento che sono gli unici che possono essere allevati in cattività. Questi roditori possiedono due speciali spazi, interni alle guance, che fungono da “sacchetto espandibile”. Servono per accumulare cibo, ma le femmine le usano anche per proteggere i cuccioli, in situazioni di pericolo.

Il ciclo di vita di questi animali è formato da 6 momenti principali. Vediamoli assieme:

1. Nascita

Quando vengono al mondo, i criceti pesano tra i due e i tre grammi, sono sordi e ciechi e il loro corpo è completamente liscio e glabro. Al contrario, già presentano quei grandi incisivi caratteristici della specie.

una famiglia di criceti dorme

È fondamentale che durante la prima settimana dopo il parto, all’incirca, la femmina non venga disturbata e nemmeno abbia più contatti con il maschio.

Al primo segno di pericolo in questo periodo, la prima reazione della mamma criceto sarà quella di infilare i piccoli nelle borse delle guance e ingerirli.

2. Allattamento

I cuccioli di criceto crescono molto velocemente. Già dalla prima settimana mangiano cibi solidi, proprio grazie al fatto che sono già provvisti di denti. Continueranno a consumare latte materno fino ad un mese di età.

quattro criceti mentre fanno la pappa

Dopo 12 giorni, i criceti appena nati aprono gli occhi e lasciano il rifugio o il nido costruito dalla madre. Poco giorni dopo, già sono indipendenti e possono essere separati dal genitore.

3. Età adulta

La differenziazione tra maschi e femmine è molto semplice: i primi mostrano dei testicoli ben evidenti e che diventano visibili dopo la quarta settimana di vita, quando viene raggiunta la maturità sessuale.

È necessario separare maschietti e femminucce o collocarli in habitat diversi, in modo che vivano da soli, evitando così lotte o una eccessiva proliferazione. Alcuni proprietari di criceti formano coppie appositamente per favorire la continuazione della specie.

due criceti grandi con un pallone

Per quanto riguarda le loro abitudini, come la maggior parte dei roditori, sono animali notturni. Trascorreranno buona parte del giorno dormendo e si sveglieranno al tramonto. Quando sono in cattività, possono intrattenersi con giocattoli, piccoli tunnel o le tipiche ruote per correre.

4. Riproduzione

Come potete vedere, il ciclo della vita dei criceti è piuttosto ‘veloce’, poiché dopo tre mesi sono pronti per accoppiarsi. Tenete presente, poi, che le femmine sono fertili molto tempo prima dei colleghi maschi. Il ciclo estrale dura circa quattro giorni e dopo la copula notturna, che dura mezz’ora, le femmine si allontanano dai loro “partner”.

Anche la gestazione è breve: dura circa 16 giorni e durante questo periodo, la femmina è molto sensibile, quindi deve mangiare in modo diverso. È inoltre consigliabile lasciare a portata di mano della futura mamma diversi materiali. Serviranno per costruire il nido: pallet di legno, segatura, erba medica, ecc. Tenete presente che la vostra cricetina può dare alla luce da cinque a nove piccoli.

Alcuni giorni dopo aver smesso di nutrire i suoi cuccioli, la madre torna di nuovo fertile. Nel caso in cui si riproduca ciclo dopo ciclo, avrà una gravidanza ogni due mesi.

5. Vecchiaia

Poiché il ciclo di vita dei criceti è molto breve, la vecchiaia inizia quando il roditore ha un anno. A partire da questo momento, sono più inclini a soffrire di malattie – se vengono trattati in tempo possono essere curati – ed è per questo che è fondamentale portarli periodicamente dal veterinario.

dei criceti vicino alla ciotola con il mangime

Ulcere allo stomaco, cancro e problemi al fegato, sono alcune delle patologie che potrebbero colpire il vostro criceto domestico, durante la vecchiaia. Ad ogni modo, la causa principale della morte è l’amiloidosi, una malattia che interessa molti organi allo stesso tempo.

Quanti anni vive un criceto?

Questa è una domanda molto comune tra coloro che desiderano tenere un roditore come animale domestico. Tutto dipenderà dalla razza a cui appartiene, così come dalle cure che riceve, ma in generale questa è l’aspettativa di vita per i tipi di criceto domestico più popolari:

  • Criceto dorato o siriano: tra due e tre anni
  • Russo: due anni
  • Cinese: tre anni
  • Criceto Roborovski: tre anni
  • Criceto di Campbell: tra un anno e mezzo e due anni e mezzo