Il pesce blob, il più brutto del mondo

Catalogato come l'animale più brutto del pianeta, il pesce blob fa parte di quelle rare specie che popolano il fondo del mare. Scoprite nel seguente articolo i suoi aspetti e caratteristiche più interessanti.
Il pesce blob, il più brutto del mondo

Ultimo aggiornamento: 20 dicembre, 2022

Scoperto nel 1983 durante un’esplorazione al largo della Nuova Zelanda, il pesce blob o Psychrolutes marcidus è ampiamente riconosciuto nel mondo sia per la sua bruttezza che per il suo volto antropomorfo.

Divenuto virale su Internet da quando è stata rivelata una sua foto nel 2003, questo esemplare ha adattato il suo corpo per sopravvivere a profondità dove la pressione è 100 volte più forte della pressione atmosferica. Continuate a leggere le prossime righe e scoprite le caratteristiche più sorprendenti dell’animale più brutto del pianeta.

Caratteristiche fisiche del pesce blob

Con una lunghezza media da 30 a 38 centimetri e un peso di 2 chilogrammi, il corpo del pesce blob è caratterizzato da uno scheletro composto da ossa leggere e una muscolatura ridotta. Inoltre, come altre specie che abitano i fondali marini, questo pesce è privo di vescica natatoria. Questo organo, che consente alla maggior parte dei pesci di controllare la propria galleggiabilità mentre nuotano, è assente in questo animale per un motivo ben preciso. Infatti, vivendo a profondità comprese tra 900 e 1.200 metri, le pressioni esercitate da questo tipi di habitat lo farebbero scoppiare.

Al suo posto, il pesce blob ha sviluppato un corpo fatto di carne gelatinosa e ricca di grassi. Grazie a ciò, questo esemplare può vagare lungo il fondale trascinato dalle correnti, in quanto meno pesante dell’acqua. Per questo motivo, l’energia che questo animale spende per muoversi è minima.

D’altra parte, nonostante il pesce blob sia conosciuto con l’aspetto di una massa flaccida, in realtà non è davvero fatto così. Quando viene trascinato in superficie, la decompressione provoca l’espansione del suo corpo e la distorsione delle sue caratteristiche. Allo stesso modo, il suo tessuto gelatinoso non è in grado di sostenerne la struttura, che quindi collassa.

In realtà, il pesce blob sott’acqua ha una testa ben strutturata, occhi prominenti e un corpo simile a quello di un girino. Tuttavia, questa specie è stata classificata come l’animale più brutto del pianeta nel 2013 attraverso un sondaggio a cui hanno partecipato quasi 100.000 persone.

Pesce blob.
Psychrolutes marcidus.

Habitat e alimentazione

Come descritto sopra, il pesce blob preferisce abitare tra i 900 ei 1.200 metri di profondità. Allo stesso modo, sopporta molto bene le basse temperature, dato che si trova in acque tra i 2 e i 9 gradi centigradi. Tra l’altro, questa specie è endemica delle coste dell’Australia e della Tasmania, quindi può essere avvistato solo in quei luoghi.

Per quanto riguarda l’alimentazione, la sua dieta è basata sul consumo di piccoli crostacei, chiocciole e ricci di mare. Essendo un cacciatore passivo, cattura la sua preda solo quando questa attraversa il suo cammino.

Riproduzione del pesce blob

Sebbene si abbiano poche informazioni sulla loro riproduzione, è stato osservato che le femmine depongono circa 80.000 uova per covata. Tuttavia, di questo numero solo l’1 o il 2% sopravvive. Non è stato invece possibile determinare quale sia il processo di corteggiamento e accoppiamento a causa della difficoltà di raggiungere il loro habitat naturale.

Stato di conservazione

Secondo l’Unione mondiale per la conservazione della natura (IUCN), il pesce blob è una specie vulnerabile e in via di estinzione. Sebbene non venga preso di mira dai pescatori professionisti, le pratiche di pesca a strascico hanno decimato la popolazione di questo animale.

Non potendo stare molto tempo fuori dall’acqua, quando si ritrova impigliato in queste reti e viene rimesso in mare, il più delle volte non sopravvive. Inoltre, il fatto che il pesce blob occupi un territorio limitato desta ancora più preoccupazione.

Pesce blob.
Psychrolutes marcidus.

Indubbiamente, questo pesce ci fa pensare e immaginare quanti strani animali nelle profondità degli oceani resti ancora da scoprire. La ricerca futura ci permetterà di conoscere meglio l’incredibile fauna che questo meraviglioso pianeta condivide con noi.

Potrebbe interessarti ...
Lo strano pesce gelatinoso ritrovato nelle profondità delle gelide acque dell’Alaska
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Lo strano pesce gelatinoso ritrovato nelle profondità delle gelide acque dell’Alaska

Nel giugno 2022 una nuova specie di pesce gelatinoso è stata scoperta nelle acque dell'Alaska, a una profondità di 800 metri. Scopritelo.



    1. Collins G. Blobfish voted world’s ugliest creature. Science News in The Irish Times, Gavin Collins. 2013.
    2. Nazarkin M, Voskoboinikova O, Balanov A. The Distribution, Morphology, and Taxonomic Position of Psychrolutes pustulosus (Schmidt, 1937) (Scorpaeniformes: Psychrolutidae). Russian Journal of Marine Biology. 2014;40:177-8.
    3. Jakub L. Who Swims with the Blobfish?: Anthropomorphic Bias in Conservation. TMR [Internet]. 2015 May 1 [cited 2022 Dec. 10];11. Available from: https://journals.library.columbia.edu/index.php/TMR/article/view/5419

I contenuti de I miei animali sono redatti a scopo informativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.