La volpe rossa: scopriamo questa bellissima specie

· 5 settembre 2018
La volpe rossa o comune appartiene alla famiglia dei canidi, ed è quindi una lontana parente di cani e lupi.

Nelle favole, la volpe rossa sembra sempre rappresentare astuzia e intelligenza. Questo è il modo in cui l’uomo ama descrivere uno degli animali più belli e affascinanti che abita nelle foreste di gran parte del nostro pianeta. Ammirata e perseguitata allo stesso tempo, in questo articolo vi sveleremo tutto ciò che c’è da sapere sulla volpe rossa.

Caratteristiche della volpe rossa

La volpe rossa o comune appartiene alla famiglia dei canidi, ed è quindi una lontana parente di cani e lupi. È di medie dimensioni: misura, dalla testa all’inizio della coda, circa 70 centimetri. La coda può misurare, da sola, ben 40 o 50 cm in più.

Si chiama “volpe rossa” perché di solito ha un colore vicino all’arancione, ma può effettivamente apparire in molti altri colori, come il marrone, il grigio o il bianco. Nella sua tonalità più comune presenta la punta delle orecchie e le zampe di colore nero, mentre il petto e il ventre sono bianchi.

Fisicamente, risaltano le sue grandi orecchie. In confronto con altri canidi, possiede un naso lungo e sottile, molto più stretto sulla punta, rispetto alla base. E, naturalmente, la sua coda lussureggiante è caratteristica, dal momento che può misurare come la metà del suo intero corpo.

Volpe rossa vista da vicino

A differenza di molti altri mammiferi, le pupille della volpe rossa sono allungate e verticali anziché circolari. È un animale notturno, anche se quando c’è poca luce non ha una grande visione ed è guidato principalmente dall’olfatto e dall’udito.

Comportamento della volpe rossa

Come tramandato dai racconti popolari, la volpe rossa è un animale particolarmente intelligente e con una grande capacità di adattamento. Il suo habitat naturale è la foresta, ma è anche in grado di vivere in aree popolate da esseri umani, dal momento che, in queste zone, alimentarsi è molto più semplice.

Sono animali diurni ma allo stesso tempo notturni: una qualità che varia a seconda delle condizioni climatiche e alla disponibilità di cibo. Di solito, una volpe adulta preferisce cacciare durante il tramonto e sviluppare il resto della sua vita di notte. Nelle aree urbanizzate, dove c’è luce artificiale, è molto comune vederle girovagare a notte inoltrata.

Sono animali veloci e agili che vivono da soli o in coppia. Sono esseri territoriali e non amano vivere in gruppo, quindi contrassegnano con un odore caratteristico i limiti del loro territorio. Possono vivere in coppia o in famiglia quando ci sono cuccioli, ma quando sono adulti si tratta di un comportamento insolito.

Mamma di volpe rossa con tre cuccioli nella tana

Durante il giorno, la volpe è solita riposare in tane e può averne più di una sul suo territorio. Questi rifugi possono venire scavati da loro stesse, anche se possono persino sfruttare fori, aperture naturali o rubarle ad altri animali, come tassi o conigli.

Una curiosità interessante è legata al loro modo di comunicare. Rispetto ad altri canidi, il loro volto è sprovvisto di una muscolatura adeguata. Pertanto non sono in grado di trasmettere sensazioni attraverso le normali espressioni facciali. Per esempio, come quelle riscontrabili nei cani. Per questo motivo, hanno sviluppato una grande varietà di suoni che possono emettere. Comunicano anche attraverso i movimenti della coda e gli odori rilasciati nell’ambiente.

L’habitat della volpe rossa

Generalmente, la volpe rossa vive in zone forestali ma può facilmente adattarsi e vivere anche in aree morfologicamente diverse: altipiani, pianure, praterie, zone costiere. Negli ultimi decenni, inoltre, le volpi si stanno avvicinando sempre di più ai centri abitati. E’ comune vederle per le strade di campagna o nelle urbanizzazioni che circondano le grandi città.

Le volpi rosse si estendono su gran parte del pianeta: è possibile vederle in Nord America, in tutta Europa e in gran parte dell’Asia. Una piccola popolazione è presente persino in Nord Africa ed è stata introdotta artificialmente in Australia, dove sta causando gravi problemi alla fauna autoctona.

Alimentazione della volpe rossa

Questo canide è un animale onnivoro, cioè può mangiare una gran varietà di cibo. È un grande opportunista: si nutre di ciò che trova. Può cacciare ma, in mancanza di prede, può rubare le carcasse ad altri predatori o persino attaccare pollai e allevamenti.

Volpe rossa cammina sulla neve

Nella maggior parte dei suoi habitat, la volpe rossa è un cacciatore attivo che si nutre di piccoli mammiferi come topi o toporagni. Può anche cacciare insetti o piccoli uccelli.

Tuttavia, è in grado di attaccare i nidi per mangiare le uova. Se si trova in ​​una zona marittima, andrà persino in spiaggia a cercare molluschi e crostacei, spingendosi, se necessario, a pescare del pesce. In aree più umide, sono state avvistate delle volpi cacciare anfibi, come rane o lucertole.

Questo animale ha una capacità di adattamento così grande che è in grado di nutrirsi di quasi tutto ciò che trova. Nei pressi dei centri abitati, di solito, si arrampicano sulla spazzatura e approfittano dei resti di cibo, lasciati dalle persone.

La volpe rossa è un animale curioso e intelligente, che grazie alla sua capacità di adattamento è riuscito a sopravvivere in luoghi in cui altri canidi sono scomparsi. Oltre ad estendersi su quasi tutto il pianeta e a prosperare in ambienti ostili, in cui è stato introdotto artificialmente.