Vi presentiamo il gatto Blu di Russia

· 1 settembre 2017

Tra gli animali più famosi e ammirati del mondo, il gatto Blu di Russia occupa sicuramente uno dei primi posti. Sia per la sua incredibile bellezza fisica, che per la sua splendida personalità.

Le origini del blu di Russia

E’ originario dell’Oblast’ di Arcangelo, un’isola che si trova nel nord della Russia (ragione per la quale viene chiamato anche Gatto Arcangelo o Arcangelo Blu), ma le sue origini non sono ancora molto chiare. Gli esperti in materia sono tutti concordi nel dire che sia una delle razze più antiche conosciute.

Vista la mancanza di prove certe, molto di ciò che si dice su questo felino domestico è frutto, in buona parte, della fantasia. Ad ogni modo, non esistono mezzi per provarlo.

C’è chi sostiene che discenda dai gatti da compagnia che appartenevano agli antichi zar russi. Altri affermano che, per un certo periodo di tempo, furono cacciati indiscriminatamente per il loro brillante e setoso pelo da usare per abbellire le maniche e i colletti delle giacche.

L’unica cosa certa è che salpò dalla Russia nel 1860 nelle navi di mercenari che lo portarono in Inghilterra, dove fu adottato dall’aristocrazia. E’ in questo modo che è diventato uno degli esemplari più famosi nei concorsi di bellezza per gatti.

Caratteristiche generali

Il gatto Blu di Russia si differenzia dalle altre razze per il suo manto unico. E’ di colore grigio-blu, con dei riflessi leggermente argentati; è corto e poco folto.

Sebbene non molto comuni, esistono degli esemplari con il pelo un po’ più lungo. E’ come se avesse un doppio mantello, che gli conferisce una consistenza speciale, molto gradevole al tatto quando viene accarezzato.

Un altro suo punto distintivo sono i suoi grandi occhi verdi a forma di mandorla. Il suo muso ha dei lineamenti perfettamente equilibrati. E’ della misura perfetta, e ha dei baffi prominenti.

La sua bocca si solleva  leggermente verso gli angoli, e gli permette di avere sempre un sorriso stampato. Ha le orecchie lunghe e appuntite.

E’ un gatto di medie dimensioni. I maschi pesano tra i 3,5 e i 5 kg, mentre le femmine tra i 2,5 e i 4 kg.

Ha una struttura ossea molto esile, ma robusta e forte.

Il blu di Russia come gatto domestico

La personalità dolce, amabile ed affettuosa, oltre ad un alto livello di intelligenza, sono gli altri motivi per i quali è così popolare. Si lascia accarezzare dai suoi padroni con molto piacere.

E’ un giocherellone. Inoltre, può vivere tranquillamente con i bambini, con gli altri gatti, e perfino con i cani. Come la maggior parte dei felini che vivono in una famiglia, si dimostra timido e riservato nei confronti di persone estranee.

Apprende rapidamente le regole della convivenza. E’ molto devoto e leale verso i membri del suo gruppo familiare.

Un’altra caratteristica è che, nonostante ami stare in compagnia dei propri padroni, potrebbe voler passare dei lunghi momenti in solitudine.

Ci sono due cose che questo gatto non tollera. Dei cambiamenti nella sua routine giornaliera e la mancanza d’igiene.

Questa razza segue degli orari ferrei. Vuole mangiare, giocare, ed esplorare la casa sempre alla stessa ora. Qualsiasi cambiamento nelle sue abitudini lo infastidirà, rendendolo di malumore. Ma ciò che più non tollera sono i traslochi. E’ il caso di quelle persone che devono spostarsi costantemente per lavoro.

Per quanto riguarda la pulizia e l’igiene, è molto minuzioso per quanto riguarda la sua lettiera. Ciò significa che il padrone dovrà cambiargliela giornalmente. Al contrario, come forma di protesta, farà i suoi bisogni fuori da questa.

Salute e cure

Visto che non è nato da nessun incrocio con altre razze, il Blu di Russia è uno dei gatti che godono di miglior salute. Non si conosce nessun problema genetico o alcuna inclinazione a sviluppare delle malattie.

Le sue aspettative di vita, statisticamente parlando, sono molto alte, e questi esemplari possono superare tranquillamente i 15 anni.

Allo stesso modo, rispetto ad altri gatti, perde poco pelo, quindi non viene richiesta nessuna cura in particolare. Chi vuole evitare di avere i suoi peli sparsi per la casa, può spazzolarlo una volta a settimana.