Lasciar uscire i gatti all'aperto: come farlo in sicurezza

I padroni dei gatti spesso si chiedono se lasciarli uscire o meno. Se la vostra scelta è sì, dovete prendere alcune precauzioni.
Lasciar uscire i gatti all'aperto: come farlo in sicurezza

Ultimo aggiornamento: 14 novembre, 2020

I felini sono animali enormemente curiosi… e con una nozione di pericolo non sempre realistica. Per questa ragione, noi, come padroni, dobbiamo fare molta attenzione e proteggerli con cura. In questo articolo vi offriamo alcuni consigli su come lasciar uscire i gatti in sicurezza.

Lasciar uscire i gatti: sì o no?

Questa è una delle domande più frequenti tra quelle che vengono poste dalle persone che hanno appena adottato un gatto e vivono in città. Per quanto la risposta possa variare da padrone a padrone, indubbiamente dovreste prendere una decisione fin da quando l’animale domestico è ancora piccolo, per poi mantenerla nel corso del tempo.

Dovete ricordare che la scelta che farete eserciterà un impatto sullo stile di vita dell’animale, ma anche sul vostro, perché potrebbe influire anche sulle vostre abitudini e attività.

I gatti dotati di un accesso all’esterno sono generalmente destinati a una vita più breve, perché maggiormente predisposti a contrarre malattie.

Di contro, i felini che rimangono sempre dentro casa presentano lo svantaggio di essere più obesi e sedentari; alcuni di loro, poi, possono arrivare a perdere alcune delle loro caratteristiche, come la curiosità e parte del proprio “istinto”.

I gatti all'aria aperta sono maggiormente esposti ai pericoli.

Pro e contro del lasciar uscire i gatti all’aria aperta

A differenza dei cani, i gatti sono animali indipendenti, che hanno bisogno di una certa libertà. Il che significa lasciarli uscire all’aria aperta per consentire loro di essere più felici. Queste “gite” (che siano o meno accettate dai padroni) sono lo stimolo di cui hanno bisogno per sentirsi al sicuro.

Un altro vantaggio che deriva dal consentire al nostro gatto di uscire all’esterno è il fatto che probabilmente farà i propri bisogni in un cespuglio o nella terrazza. In questo modo, potrete evitare l’uso della cassetta per la sabbia o il cambio quotidiano della sabbietta.

Stare all’aria aperta non solo gli permetterà di arrampicarsi sugli alberi o i tetti, ma tutto ciò rappresenterà anche l’ambiente più adatto nel quale poter segnare il proprio territorio. E, in questo modo, non se la prenderà con i vostri mobili né urinerà negli angoli di casa.

Naturalmente, se lasciate uscire di casa il vostro gatto non tutto andrà alla perfezione, perché trascorrere del tempo all’aria aperta lo rende maggiormente predisposto a contrarre malattie contagiose, come il virus dell’immunodeficienza felina o la rabbia. Inoltre, non possiamo trascurare il fatto che potrà avere più pulci e zecche di quante ne presenterebbe se rimanesse dentro casa.

Infine, esiste il rischio che il vostro gatto venga attaccato da altri animali, investito da un’auto o perfino rapito. Dovete fare molta attenzione, quando lo lasciate uscire!

Gatto in un giardino.

Lasciar uscire i gatti in sicurezza: è possibile?

Se avete preso la decisione di consentire al vostro animale domestico di entrare in contatto con il mondo esterno, dovete adottare alcune precauzioni, allo scopo di preservarlo il più possibile da qualunque pericolo:

1. Mettetegli un collare con un’etichetta o una piastrina di identificazione

Alcuni gatti non “accettano” il collare, nel qual caso sarete quindi costretti a fargli indossare una pettorina. Cercate di fare in modo che la piastrina non faccia rumore, perché richiamerebbe l’attenzione dei cani!

2. Dotatelo di un microchip

In alcuni paesi o città è obbligatorio identificare gli animali domestici con questi dispositivi, che non possono essere tolti facilmente come le piastrine o i collari.

3. Sterilizzatelo

Che sia un maschio o una femmina, è fondamentale che il gatto venga sterilizzato. In questo modo eviterete che ritorni a casa incinta o coperto di ferite perché si è azzuffato con altri suoi simili. Inoltre, generalmente gli animali sterilizzati vivono più a lungo e sono più tranquilli.

4. Rispettate tutte le vaccinazioni

I gatti maggiormente al sicuro non sono quelli che non escono di casa, ma quelli che vengono protetti da qualunque malattia. Per questa ragione vi consigliamo di rispettare il calendario delle vaccinazioni e di applicare la pipetta e il trattamento contro le pulci e le zecche che ritenete più adeguato.

5. Permettetegli di uscire a poco a poco

Non si tratta di lasciargli la porta aperta per consentirgli di andarsene e ritornare quando preferisce. Una buona tecnica consiste nell’utilizzare un guinzaglio per permettergli di prendere contatto con l’esterno a poco a poco. Nei primi momenti dovrete tenerlo sotto controllo per evitare che si allontani troppo.

Non dovete preoccuparvi se il vostro gatto esce di casa, perché i suoi sensi sono ben sviluppati per consentirgli di riuscire a ritornare sano e salvo. Inoltre, prendete le misure adeguate per fare sì che i vostri gatti siano al sicuro e così ridurre al minimo le eventuali complicazioni che potrebbero derivare dalle loro incursioni all’aria aperta.

Potrebbe interessarti ...
Scoprite le malattie più comuni nei gatti
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Scoprite le malattie più comuni nei gatti

Esistono malattie comuni nei gatti che possono colpire i nostri piccoli amici a prescindere da età, composizione genetica o razza. Ecco quali sono.



  • Diego M, G. N. (2008). Virus De Inmunodeficiencia Felina Y Sida Felino. Rev.Salud.Hist.Sanid.on-Line.