Raccomandazioni per lasciare i gatti a casa da soli

Avrete bisogno di una persona di fiducia a cui affidare i gatti durante il periodo della vostra assenza.
Raccomandazioni per lasciare i gatti a casa da soli

Ultimo aggiornamento: 17 dicembre, 2018

Alcuni dei fattori da tenere in considerazione per poter lasciare i gatti a casa da soli riguardano l’alimentazione, l’idratazione, il divertimento, l’igiene e la loro sicurezza. Anche la possibilità di fargli avere della compagnia di tanto in tanto.

I gatti non amano particolarmente cambiare l’ambiente in cui vivono, e se dovete andare in vacanza o stare fuori casa per più di una settimana, è preferibile non portare con voi il gatto. Queste raccomandazioni per lasciare i gatti a casa da soli possono essere molto utili per gatti e padroni.

I nostri mici sono indipendenti e autosufficienti: saranno in grado di cavarsela da soli, sempre se prendiamo le dovute precauzioni.

Difficilmente un gatto riuscirà ad adattarsi ad un ambiente nuovo, anche se temporaneo. Per questo è preferibile lasciarlo in casa, ma attenzione: ciò non vuol dire chiudere la porta e andarsene.

Ecco alcuni consigli per lasciare i gatti a casa da soli.

Cosa serve per lasciare i gatti a casa da soli?

Avrete bisogno di una persona di fiducia a cui affidare i gatti durante il periodo della vostra assenza. Oltre a garantire al gatto cibo, acqua, sicurezza e igiene, servirà a fargli compagnia, non necessariamente tutti i giorni. Deve essere qualcuno che l’animale riconosca per non farlo intimorire.

Cibo e acqua

La cosa più importante è l’alimentazione. La quantità di cibo da lasciare al gatto dipenderà da quanto tempo avete previsto di restare fuori casa.

Due ciotole del suo cibo preferito e due di acqua gli basteranno per un massimo di tre giorni.

Per fortuna, i gatti non mangiano tutto in una volta. Sono esseri previdenti e molto intelligenti: se rimangono soli e conoscono la quantità di cibo a loro disposizione, sapranno dosarla per non rimanere senza.

Gattino che dorme

L’accesso ai recipienti contenenti cibo e acqua deve essere garantito: se una porta tende a chiudersi e impedire l’accesso alla cucina, il gatto potrebbe avere seri problemi.

Per questo è sempre importante assicurarsi che le porte interne siano bloccate in modo tale che non si chiudano per sbaglio.

Passati tre giorni è fondamentale che una persona di fiducia vada a visitare il gatto e a verificare periodicamente il livello di cibo e acqua.

Siate previdenti e lasciate sempre più cibo del necessario, non si sa mai che il vostro ritorno dovesse essere posticipato.

Divertimento in casa

Un altro aspetto a cui pensare sono i giochi per il tempo libero. Lasciatene diversi in più punti della casa così che il vostro gatto possa trovarli e divertirsi da solo. Più riuscirà a distrarsi più il tempo passerà in fretta, e l’ansia per l’assenza del padrone si farà sentire meno.

Il tiragraffi è un altro oggetto indispensabile per intrattenere il micio facendo una delle cose che più gli piacciono.

Servirà inoltre ad evitare che il gatto si faccia le unghie sui mobili, una delle maggiori preoccupazioni dei proprietari di gatti.

Tutto pulito

I gatti sono puliti per natura, sanno lavarsi e prendersi cura di se stessi. Quado però l’ambiente in cui vivono non è pulito o è disordinato, potrebbero non sentirsi a loro agio.

Pertanto è importante assicurarsi che la lettiera del vostro animale sia totalmente pulita. Una volta che la sabbia è sporca il gatto non tornerà ad usarla, pertanto si consiglia di posizionare due o tre lettiere con la sabbia per stare tranquilli qualche giorno.

Gatto bianco e arancione vicino alla lettiera

Vi conviene inoltre lasciare tutto pronto per la persona di fiducia che visiterà il vostro gatto.

La paletta, i sacchetti e la sabbia devono essere a sua disposizione per cambiarli ogni volta che verrà a trovare il gatto.

Casa chiusa

Per evitare che il gatto fugga spinto dalla sua naturale curiosità felina, è importante assicurarsi che porte e finestre siano sempre ben chiuse.

Se trova uno spiraglio che gli consente di uscire di casa, l’animale potrebbe decidere di uscire in esplorazione; se ciò accade, c’è un alto rischio che si perda o subisca un incidente.

Per sicurezza, è consigliabile togliere dalla portata felina qualsiasi prodotto tossico o medicinale che potrebbe far male o persino uccidere l’animale se vi entra in contatto.

Della grata compagnia

È raccomandabile che la persona che verrà a visitare il gatto giochi con lui, lo accarezzi e lo accompagni. I giorni da solo passeranno così più velocemente e si ridurranno i suoi livelli di ansia e stress.

Alternative

Se l’idea di lasciare il vostro gatto da solo in casa non vi sembra la più opportuna, potete valutare altre opzioni.

Una è quella di portarlo a casa di un amico, con il rischio però che l’animale non si adatti e cerchi di scappare, o che danneggi mobili o oggetti del vostro amico.

Anche se costose, le residenze per gatti sono un’altra valida opzione. Dovrete valutare aspetti come la presenza di altri animali che potrebbero infastidirlo, il fatto di trovarsi in un ambiente sconosciuto e il conseguente fattore di stress e ansia che potrebbe generarsi.

Queste raccomandazioni per lasciare i gatti a casa da soli saranno molto utili sia per voi che per i vostri animali. Mettetele in pratica e le vacanze saranno migliori.

Potrebbe interessarti ...
Come impedire al gatto di salire sul divano
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come impedire al gatto di salire sul divano

L'educazione degli animali domestici deve basarsi sul rinforzo positivo e deve iniziare fin da quando questi sono cuccioli. Ecco come impedire al g...