Le principali caratteristiche del cervo nobile

29 dicembre, 2019
Scopriamo insieme tutte le caratteristiche di questa specie di cervo, un esemplare magnifico che vive principalmente in Europa.

I cervi sono animali riservati, di cui si sa molto poco. Tuttavia, ci sono molte specie diverse che vale la pena conoscere: una di questi è il cervo nobile, un animale maestoso e unico, con caratteristiche sorprendenti. In questo articolo, parliamo delle principali caratteristiche del cervo nobile.

Il cervo nobile

Il suo nome più comune è cervo europeo perché la maggior parte del suo habitat si trova in questo continente. Nonostante ciò, le sottospecie del cervo nobile sono sparse in tutto il mondo. L’altro nome con cui è noto, cervo rosso, deriva dal colore rossastro della sua pelliccia durante la stagione estiva.

Caratteristiche del cervo nobile

Il cervo nobile presenta un marcato dimorfismo sessuale, poiché i maschi sono più grandi delle femmine, arrivando a pesare il doppio. Inoltre, mentre un maschio può raggiungere i due metri e mezzo di lunghezza e pesare fino a 240 chili di peso, le femmine raramente raggiungono i due metri e i 170 chili.

Caratteristiche del cervo rosso

La sua altezza varia da 95 centimetri a 130. La sua più grande forza, senza dubbio, risiede nei muscoli nelle zampe posteriori, che gli permettono persino di stare in piedi. Questo, a seconda delle circostanze, può configurarsi come un gesto dominante che intimidisce gli altri cervi che si trovano nel loro territorio, oppure può essere un gesto innocente durante la ricerca di cibo.

Altri aspetti da evidenziare sono sicuramente le corna, che sono prominenti e possono raggiungere fino a 1,15 metri di altezza e pesare fino a cinque chili. Più grandi sono le corna, più vecchio è il cervo.

C’è anche una marcata differenza tra le dimensioni delle corna maschili e femminili. Una curiosità di questa parte del corpo del cervo è che crescono rapidamente, al punto che, in un giorno, possono aumentare di 2,5 centimetri.

Si ritiene che il colore rossastro della pelliccia sia un meccanismo di difesa contro il calore, o che forse sia solo un effetto causato dall’effetto del sole. Ci sono aree in cui questo varia, come l’interno degli arti, la faccia e il collo, dove possono essere notati i toni bianchi e grigi. Un’altra curiosità riguardante il cervo nobile è che appartiene all’ordine degli artiodattili.

Habitat

Come abbiamo detto prima, anche se si ritiene che la maggiore concentrazione di cervi si trovi in Europa, poiché è il luogo in cui ha avuto origine, ci sono diverse sottospecie che si estendono in tutto il pianeta. Ad esempio, in luoghi come l’Asia centrale o il Nord Africa.

Alcuni esemplari di cervo nobile sono presenti anche nelle Isole britanniche, in Sardegna e in America, come negli Stati Uniti occidentali e nel Canada meridionale.

Dall’altra parte del pianeta sono stati visti in Cina, Bulgaria, Turchia, Germania, Austria, Norvegia, Ucraina, Pakistan o Polonia. Si ritiene che in passato abbiano vissuto anche in Messico, Libano e Albania, ma oggi in quelle zone si sono estinti.

Branco di cervi

Questa specie è stata introdotta anche in Argentina, Portogallo, Australia e Nuova Zelanda, dove oggi possiamo vedere alcuni esemplari.

Per quanto riguarda l’habitat in cui vive, il cervo nobile predilige i prati, i boschi, i prati, le praterie e le aree montuose. Infatti, mostra una grande capacità di adattamento alle altitudini, fino a 2500 metri.

In queste zone, il cervo nobile è in grado di trovare ciò di cui hai bisogno per sopravvivere, dal momento che è un animale erbivoro ruminante. Erbe, piante e alcuni tipi di vegetazione legnosa fanno parte della sua dieta.

Comportamento del cervo nobile

È una specie socievole e sebbene non viva in branco, interagisce quotidianamente con i propri simili. A volte forma gruppi di oltre 400 esemplari, il che crea una difesa impenetrabile per i predatori.

Sebbene possano essere gruppi misti, a volte possono esserci più femmine con un solo maschio, formando una specie di harem.

Il cervo nobile non è aggressivo, ma gentile e calmo ed entra in contatto pacificamente con gli altri animali. Tuttavia, è un animale territoriale e non esita a diventare scontroso se lo ritiene necessario.

Per concludere, lo sapevate che il cervo è considerato l’animale più rumoroso del mondo poiché emette tutti i tipi di grugniti e versi? Scommettiamo che non ne eravate a conoscenza.

  1. Skog A, Zachos FE, Rueness EK, Feulner PGD, Mysterud A, Langvatn R, et al. Phylogeography of red deer (Cervus elaphus) in Europe. J Biogeogr. 2009;
  2. Li C, Suttie JM, Clark DE. Morphological observation of antler regeneration in red deer (Cervus elaphus). J Morphol. 2004;