Il lupo iberico è a rischio d’estinzione

Il lupo iberico, presente nel territorio spagnolo e portoghese, è in serio pericolo d’estinzione. E’ una specie protetta dalla Direttiva Habitat promossa dall’Unione Europea. Però in Spagna le iniziative per la sua conservazione non sono uniformi. Come specie, è vitale per la sostenibilità degli ecosistemi e per la biodiversità.

L’habitat naturale e la relazione del lupo iberico con l’essere umano

Il Canis lupus signatus, nome scientifico del lupo iberico, è un predatore che si trova nella Penisola Iberica da molto tempo. Soprattutto nel quadrante nordest della Penisola. Si alimenta di prede erbivore di grandi dimensioni, ed è cruciale per il sostenimento dell’ecosistema. Si dice che sia il predecessore dei cani.

L’habitat naturale di questa specie sono le regioni dove prevale una bassa densità di popolazione umana. Inoltre, frequenta dei luoghi con una grande varietà di animali come cervi, caprioli e cinghiali. La capacità d’adattamento del lupo verso l’ambiente, fa sì che la base della sua alimentazione si modifichi in funzione di dove vive. Galline, bestiame e conigli integrano la sua dieta nelle regioni in cui le altre prede scarseggiano.

Ciò rappresenta un problema per i settori rurali la cui economia si basa sull’attività agricola e sull’allevamento di bestiame. Il fattore più importante a questo proposito è che l’essere umano sia abbastanza tollerante da poter convivere con questo animale. E, inoltre, lo sviluppo dei meccanismi di protezione e di prevenzione che garantiscono la convivenza.

Il lupo iberico è a rischio d’estinzione

Si stima, in base agli ultimi censimenti effettuati sulla popolazione dei lupiche la Spagna sia l’habitat naturale con più del 30% di lupi in Europa. Per questo, la specie è stata dichiarata di interesse comunitario per l’Unione Europea. Finora, in Spagna non esistono delle normative unanimi che la proteggano.

lupo iberico con cucciolo

Al contrario, la caccia di frodo e in molti casi l’avvelenamento, peggiorano la vulnerabilità del lupo iberico e lo espongono ancora di più all’estinzione.

Alcuni dati che lo sostengono

Secondo i dati dell’ultimo censimento realizzato sul lupo iberico tra il 2012 e il 2014, i branchi sono aumentati da 250 a 297 dal 2005. Tuttavia, gli esperti sull’argomento e i gruppi di ecologisti affermano che queste stime non sono reali. Dicono che non siano stati tenuti in considerazione degli aspetti importanti come la quantità di esemplari di ogni gruppo.

Inoltre, i censimenti ufficiali di ogni regione non hanno seguito né una metodologia uniforme né dei criteri omogenei sul campo. Per tutte queste ragioni, è difficile conoscere il numero della vera popolazione dei lupi in Spagna.

Si stima che vengano uccisi una media di 800 esemplari l’anno, una situazione che è fortemente legata alla caccia di frodo. La cosa certa è che una specie che è sparita in metà della Penisola Iberica. Nel 2015, delle associazioni ecologiste l’hanno dichiarata in pericolo d’estinzione in Andalusia, dove la popolazione è compresa tra i 4 e i 56 esemplari.

Il lupo iberico: l’importanza per l’ecosistema

Attualmente, la presenza più densa del lupo iberico si trova nel comune Muelas de los Caballeros, in provincia di Zamora. Un 50% è presente anche nel nord della Castiglia e León e meno del 35 % in Galizia. Alcuni esemplari vivono anche in Sierra Morena (Jaén e Cuenca).

Iniziative per la conservazione della specie

Il Ministero dell’Agricoltura chiede all’Unione Europea che il lupo iberico venga considerato una specie cinegetica in tutto il territorio.

Per quanto riguarda l’ambito privato e pubblico, diverse manifestazioni cittadine richiedono l’intervento dello stato per assicurare la protezione della specie in tutta la Spagna. Esigono anche la creazione di finestre di dialogo tra i diversi settori che, in un modo o nell’altro, sono coinvolti o si sentono danneggiati.

Alcune delle iniziative nel territorio spagnolo riguardanti il tema sono:

  • La presentazione di proposte concrete per la difesa del lupo iberico. Sono state elaborate da ASCEL (Associazione per la conservazione e lo studio del lupo iberico), Ecologistas en Acción, Lobo Marley e WWF.
  • Proposta No della legge approvata dalla Commissione dell’Agricoltura, dell’Alimentazione e del Medio Ambiente. (Proposición No de Ley aprobada por la Comisión de Agricultura, Alimentación y Medio Ambiente). Questa normativa servirà per la conservazione di questo animale e affinché venga dichiarato una specie protetta in tutto il territorio.

C’è un’iniziativa presentata dalla piattaforma Unidos Podemos – En Comú Podem. In questa si sollecita il Governo ad inserire il lupo iberico nella lista di protezione speciale a nord del Duero. Inoltre, chiede che la popolazione dei lupi a sud del Duero venga inclusa nel “Catálogo Español de Especies Amenazadas” e dichiarata a rischio d’estinzione.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche