Mantenere l'igiene in casa con un animale domestico

Una casa sporca non è solo sgradevole per la vista e per l'olfatto: è un terreno fertile per malattie che possono colpire umani e non.
Mantenere l'igiene in casa con un animale domestico

Ultimo aggiornamento: 01 settembre, 2022

Quando si tratta del vostro animale domestico, è necessario fare molta attenzione all’igiene. Sarete abituati ad avere peli sui vestiti o all’alito cattivo del vostro cane al mattino, ma l’obiettivo non è tanto quello di avere una casa splendente quanto quello di prevenire la diffusione e l’acquisizione di malattie e agenti patogeni. Questo vale indipendentemente dal numero di animali presenti in casa.

Pertanto, se vivete con un esemplare di un’altra specie, dovrete seguire una rigorosa routine di pulizia. Anche se questo può variare a seconda dell’animale di cui vi prendete cura, esistono delle linee guida di base che si possono applicare a qualsiasi casa in cui convivono più specie. Vediamole nel dettaglio.

Misure per l’igiene da adottare in una casa con un animale domestico

Gatto nel letto con la proprietaria.

Tutti i membri della famiglia, umani e non, beneficiano di un ambiente pulito e curato. Tuttavia, queste misure igieniche non si dovrebbero applicare solo alla casa, ma anche all’animale stesso e a voi. Ecco alcuni suggerimenti utili per riuscirci.

Distribuzione degli spazi

Anche se non sempre è possibile, l’ideale è che ogni animale abbia il suo spazio, cioè una stanza apposita. Sarà il luogo in cui mangeranno, riposeranno e potranno rifugiarsi. Questo, oltre a migliorare la qualità di vita del vostro animale, fungerà da barriera quando si tratta di prevenire la diffusione di malattie e altri disturbi, come i parassiti.

Se non avete a disposizione uno spazio di questo tipo, dovrete adattare una parte del vostro spazio solo a loro. Anche se animali come conigli e pappagalli devono avere il permesso di muoversi per casa, è meglio per tutti che vi sia uno spazio riservato ad attività come mangiare, dormire e fare i bisogni.

Pulizia giornaliera

Uno spazio in cui vivono animali deve essere tenuto pulito quotidianamente. Tenete presente, ad esempio, che le feci e l’urina non possono essere eliminate automaticamente facendole scendere giù per le fogne, quindi sono un potenziale agente di infezione. Oltre a ciò, considerate lo sporco che possono portare sulle zampe, i peli persi e gli agenti patogeni presenti nella bocca.

Pavimenti e superfici devono essere sanificati ogni giorno. Anche elementi come ciotole, lettini e giocattoli dovrebbero essere lavati con una certa frequenza, soprattutto le prime.

Igiene dell’animale domestico

Alcuni animali non hanno bisogno di essere lavati (con rare eccezioni), come gatti e conigli, ma altri necessitano di una routine di pulizia, come i cani (e in generale tutti gli animali che escono con frequenza di casa). Controllate con che frequenza è necessario fargli il bagno per non nuocere alla loro salute: anche fargli il bagno troppo spesso può risultare dannoso.

Igiene umana

Sicuramente saprete che esistono malattie che vengono trasmesse tra umani e non umani, sia in una direzione che nell’altra. Pertanto, fate attenzione alla vostra igiene e, soprattutto, ricordatevi di lavarvi le mani frequentemente e sempre dopo aver toccato il vostro compagno animale.

Alcuni rettili, come le tartarughe, possono portare i batteri della salmonellosi sulla pelle, quindi dovreste sempre lavarvi le mani dopo averle toccate, anche se sono sane.

Utilizzo di prodotti specifici

La candeggina e l’ammoniaca generalmente non sono consigliate per la disinfezione degli spazi, poiché incoraggiano alcune specie (come cani e gatti) a urinare in quegli spazi. Inoltre, i prodotti con forti odori e sostanze chimiche corrosive possono danneggiare la salute dei piccoli animali che hanno dei nasi sensibili.

Pertanto, è sempre meglio acquistare prodotti specifici per case con animali, che puliscono gli spazi dagli agenti patogeni proteggendo tutte le specie che si trovano al loro interno. Il vostro veterinario di fiducia potrà darvi più informazioni su quali sono i prodotti più adatti all’animale di cui vi prendete cura.

Va bene usare deodoranti per ambienti?

Alcuni padroni hanno difficoltà a mantenere un buon odore in casa quando si prendono cura di alcuni animali, come i furetti. Se non riescono ad abituarsi a questi odori (che sono del tutto innocui), spesso cercano di ricorrere a deodoranti, candele e altri prodotti simili. Ma quanto sono sicuri?

In realtà, questo dipende del tutto dalla specie. Dalla sensibilità olfattiva al potenziale avvelenamento, quello che a noi sembra un odore gradevole può costituire un problema. Pertanto, prima di profumare la casa, scoprite quali sono le sostanze che potrebbero compromettere la salute del vostro animale domestico.

Dormire o non dormire con l’animale?

Dormire con i gatti.

Questo è un argomento controverso. È vero che, ad esempio, dormire con il proprio cane è un’abitudine in grado di apportare grandi benefici a entrambi, ma dal punto di vista igienico è meglio avere letti separati. Alcuni esperti consigliano addirittura stanze separate.

Tuttavia, la risposta a questa domanda dipende dalla nostra scelta personale. Quello che si consiglia è, nel caso si condivida il letto, di cambiare spesso le lenzuola e di arieggiarle insieme alla stanza tutti i giorni. Bisognerebbe rimuovere i peli anche nel caso di mammiferi come cani e gatti.

Per concludere, ricordate che è importante che gli ambienti utilizzati dai vostri animali siano il più semplici possibile. Scegliete oggetti che possono essere messi in lavatrice, mobili senza fessure sottostanti, vani portaoggetti chiusi, ecc. Se vi ritrovate a pulire rigorosamente ogni giorno, è meglio che vi rendiate le cose più semplici.

Potrebbe interessarti ...
Consigli per mantenere l’igiene del vostro cane in casa
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Consigli per mantenere l’igiene del vostro cane in casa

Vivere con un cane in casa è un'esperienza che vi potrà regalare divertimento e tenerezza.



  • Acosta-Jurado, D. C., Castro-Jay, L. I., & Pérez-García, J. (2017). Parásitos gastrointestinales zoonóticos asociados con hábitos de higiene y convivencia en propietarios de caninos. Biosalud16(2), 34-43.
  • Martín Abellán, A., & Anguas Gracia, A. Programa de educación para la salud: Zoonosis en mascotas, ¿un riesgo para la salud?