Martingale per levrieri: è utile?

28 gennaio 2018
Il martingale è un tipo di collare che provoca dolore e lesioni ai levrieri e ad altri cani e, spesso e volentieri, esistono delle alternative più sicure.

È una delle razze più maltrattate per eccellenza. Ci sono molte associazioni per la protezione degli animali specializzate proprio in questa razza. I levrieri sono cani facili da distinguere a causa della forma del loro corpo, molto stilizzata, magra e apparentemente fragile. 

Molti esemplari appartenenti a questa razza sono stati maltrattati e abbandonati. Per questo è raro trovarne uno che non abbia paura. Siamo abituati a vedere i levrieri con collari molto grandi, normalmente in tessuto colorato: si tratta del martingale. Oggi ci chiediamo se questo tipo di collare sia il più appropriato.

Cos’è un martingale?

Un martingale è il tipico collare grazioso che portano i levrieri: molto spesso è di cuoio o in tessuto. È composto da due parti, una di esse è fissa e termina in due anelli ai quali si aggancia una parte removibile. Se il cane tira, la parte mobile stringe il collo. In tal modo, se il cane volesse scappare, non ci riuscirebbe. 

I martingale per levrieri sono particolarmente facili da trovare. Molti artigiani li fabbricano su misura e sono disponibili in varie fantasie e colori. Sfortunatamente anche molte associazioni per la protezione degli animali li producono e li vendono per raccogliere fondi.

Levriero con martingale

Perché vengono usati i martingale nei levrieri?

Sono due le ragioni per cui si usano i martingale nei levrieri. La prima è la proporzione testa-collo unica di questa razza e la seconda la paura che provano molti di questi cani.

Con un collare normale, un cane di qualsiasi altra razza non riuscirebbe a fuggire se, in un momento di paura, ci provasse. Questo perché il collo è molto più stretto della testa e il collare non potrebbe uscire dalle sue orecchie.

Tuttavia, nel caso che ci interessa –quello dei levrieri– bisogna considerare che il collo è più ampio rispetto al cranio. Ciò significa che con qualsiasi altro collare, se volessero scappare, potrebbero farlo senza difficoltà. Dato che il martingale stringe il collo, il cane indossandolo non riuscirebbe a fuggire anche volendolo.

Perché il martingale è poco conveniente?

Quello che molti proprietari di levrieri non tengono in considerazione è che i martingale fanno male. Abbiamo già parlato delle conseguenze negative per la salute di tirare il guinzaglio, tutte derivati dall’esercitare pressione sul collo per lunghi periodi di tempo.

Questo tipo di collari provocano problemi di salute che compaiono quasi sempre in cani che indossano collari da castigo o addestramento. Parliamo di collari che stringono costantemente il collo, esattamente come un martingale. Invece di esercitare pressione con dei chiodi metallici, in questo caso lo si fa con una striscia di tessuto, ma la pressione viene comunque esercitata.

Sebbene i martingale per levrieri siano disegnati per non esercitare più di una certa pressione e nonostante siano fatti di un tessuto morbido, continuano a stringere eccessivamente nella zona del collo che, come in ogni cane, è particolarmente sensibile.

Inoltre, alcuni padroni di levrieri non considerano la cosiddetta memoria muscolare. Parliamo della sensazione o dei ricordi che rimangono associati al tatto. Se in passato il levriero ha subito dei maltrattamenti e veniva trattenuto dal collo con qualcosa che esercitava su di esso pressione, avrà una costante sensazione di paura e si sentirà indifeso ogni qualvolta qualcosa opprimerà la sua gola.

Levrieri

Dato che il martingale stringe proprio in questa zona, non riuscirebbe a dimenticare questo ricordo. Il suo recupero in seguito al maltrattamento sarebbe dunque impossibile o comunque molto più lento e difficile.

Alternative al martingale per levrieri

I normali collari non garantiscono la sicurezza di un levriero con paura perché, come detto, gli consentirebbero di fuggire. Nemmeno le pettorine sembrano ideali a causa del petto molto ampio di questo tipo di cani

Stanno, però, diventando sempre più popolari le cosiddette pettorine a tre punti o antifuga. Sono normali pettorine che si agganciano attorno al petto e alle costole del cane, ma che hanno un punto di presa ulteriore nella parte bassa della pancia: la zona più stretta del corpo.

Grazie a questo terzo punto, essendo la striscia più corta delle tre, il cane non può fuggire. Nel caso in cui sia capace di liberarsi dalle altre strisce, questa terza assicurerebbe una presa imperdibile.

Come le altre pettorine, se il cane strattona, la pressione viene esercitata sul petto e sulle costole. Ovvero ossa e non parti morbide e sensibili come il collo. Inoltre, il cane è maggiormente assicurato rispetto ad un normale collare.

Se il levriero prova dolore non riuscirà a superare il trauma del maltrattamento e vivrà spaventato e triste per tutta la sua vita. Vogliamo sottolineare ancora una volta che i martingale stringono il collo e provocano dolore, pertanto la miglior scelta per un cane di questo tipo è una pettorina con tre punti di aggancio. Sono assolutamente sicure sia per la sua salute che nell’evitare fughe improvvise.

Guarda anche