Nausea nei gatti: cause e trattamento

14 Gennaio 2020
La nausea nei gatti è un sintomo comune di molte patologie, ma è anche una difesa naturale da parte del corpo.

La nausea nei gatti e il conseguente vomito sono controllati da un riflesso coordinato molto complesso, che finisce per provocare lo svuotamento dello stomaco. Questo riflesso è regolato da una serie di neuroni situati lungo il tronco encefalico, una struttura del sistema nervoso centrale che unisce il cervello al midollo spinale.

Questi neuroni possono essere attivati ​​da una serie di stimoli, sia esterni che interni al corpo del gatto. Quando stimolati, inviano un segnale allo stomaco, che inizia a muoversi spasmodicamente, provocando il vomito o la nausea. In questo articolo parliamo della nausea nei gatti: cause e trattamento.

Differenza tra vomito e rigurgito

I felini sono esperti nel rigurgitare, per cui vale la pena distinguere tra il cibo non digerito da ciò invece è stato digerito. Il vomito fondamentalmente è cibo parzialmente digerito contenuto nello stomaco. Inoltre, viene di solito espulso per motivi esterni al corpo del gatto.

Al contrario, il rigurgito è la capacità di espellere sostanze non digerite che si trovano alla fine della bocca, nell’esofago o nello stomaco. I gatti rigurgitano, principalmente, per espellere i boli di pelo che si formano nel loro tratto digestivo a causa del loro continuo leccarsi.

Boli gatto

In questo caso, è fondamentale che il gatto abbia sempre a disposizione dell’erba gatta. Infatti, questa facilita l’espulsione dei boli di pelo.

Cosa causa la nausea nei gatti?

In fin de conti, la nausea nei gatti è un mal di stomaco che incoraggia il vomito. Tutte quelle situazioni che causano danni reali o potenziali allo stomaco e alle ghiandole colpite possono causare nausea.

Gravidanza

Come in altri mammiferi, la gravidanza nei gatti può causare nausea. Queste nausee, a loro volta, sono causate da molteplici ragioni come i cambiamenti ormonali stessi, al fine di evitare l’ingestione di cibo dannoso per i feti, l’affaticamento, ecc.

Viaggiare in macchina

Le vertigini che colpiscono alcuni animali domestici quando viaggiano in auto sono dovute all’organo responsabile dell’equilibrio e della propriocezione, il cosiddetto canale vestibolare. Questo inizia a inviare una moltitudine di segnali al cervello, che non riesce a capire dove sia lo spazio-tempo e finisce per reagire con vertigini e vomito.

Gatto in auto
Gastrite acuta e nausea nei gatti

La gastrite acuta nei gatti può provocare nausea. Durante questa malattia lo stomaco è irritato e persino danneggiato. Pertanto, cerca di evitare di digerire parte del cibo che riceve e prova a rimetterlo.

Pancreatite e altre patologie correlate al pancreas

Il pancreas ha una funzione esocrina durante la quale espelle gli enzimi che partecipano alla digestione del cibo. Quando questo organo non funziona correttamente, non secernerà queste sostanze, la digestione non sarà completata e il bolo alimentare tenterà di essere espulso.

Consumo accidentale di sostanze tossiche

L’ingestione di sostanze tossiche, come piante domestiche, veleni o prodotti per la pulizia, causerà senza dubbio molta nausea all’animale, che finirà per vomitare.

Odori forti

Alcuni odori come agrumi, aceto, prodotti per l’igiene dentale, tra gli altri, causano nausea nei gatti che sono più sensibili agli odori.

Come curare la nausea nei gatti

Per curare la nausea nei gatti, prima di tutto bisogna cercare di individuare ciò che la sta causando e dopo, ove possibile, eliminare l’agente causale.

Generalmente, vengono usati gli antiemetici per il trattamento sintomatico della nausea: si tratta di farmaci che riducono i movimenti peristaltici del tratto digestivo.

Nei casi in cui lo stomaco è danneggiato ed è questa la causa della nausea, si raccomanda un cambiamento nella dieta e persino di sottopone il gatto a 24 ore di digiuno. Lo svuotamento dello stomaco e dell’intestino favorisce il recupero della flora intestinale, la diminuzione delle sostanze e quindi il rilassamento del tratto digestivo.

Prima di sottoporre il gatto a qualsiasi tipo di trattamento, è bene comunque consultare il veterinario, perché sarà l’unico in grado di offrire la migliore diagnosi.

  • El patrocinio de ZOETIS, C. (2014) Aproximación al manejo del vómito en gatos.
  • García Mitacek, M. C., Stornelli, M. C., Tittarelli, C. M., Núñez Favre, R. D. L. Á., Williams, S. I., Sota, R. L. D. L., & Stornelli, M. A. (2012). Interrupción de la gestación en la gata doméstica: actualización bibliográfica. Analecta Veterinaria, 32.
  • Margarita, R. I. A. (2001). Manual de gastroenterología de perros y gatos.