Nuoto per cani: cosa bisogna sapere

15 agosto, 2020
Il nuoto per cani è un esercizio molto completo per rafforzare i muscoli senza gravare sulle ossa e sulle articolazioni.

Il nuoto è uno sport molto completo sia per le persone ma badate bene, anche per i cani. Infatti, le sue finalità sportive e terapeutiche lo rendono un ottimo esercizio fisico, soprattutto in estate, di enorme efficacia per la terapia riabilitativa.

Il nuoto ha molti vantaggi per il nostro animale domestico, ma vale la pena tenere presente che non tutti i cani sono disposti a entrare in acqua di propria iniziativa. Questo dovrebbe essere un processo progressivo per evitare che l’animale finisca per associarlo a una brutta esperienza. Continuate a leggere per scoprire alcuni vantaggi del nuoto per cani.

Benefici del nuoto per cani

1. Perdere peso

Come ogni altra attività fisica, il nuoto può aiutare il vostro cane a dimagrire, allo stesso tempo, senza gravare sul sistema osteoarticolare. Infatti, durante il nuoto, le ossa e le articolazioni non sostengono il peso dell’animale come avviene con l’esercizio a terra, liberandolo da possibili tensioni o sforzi eccessivi.

2. Aumentare il tono muscolare

L’acqua oppone maggiore resistenza rispetto all’aria, costringendo l’animale a usare di più la forza dei muscoli per eseguire lo stesso movimento: questo aumenta il tono muscolare. Per questo motivo, il nuoto è uno dei cinque esercizi più completi in assoluto, poiché prevede un grande dispendio energetico e della muscolatura in generale.

3. Migliorare il sistema respiratorio e cardiovascolare

Il nuoto per cani praticato ad intensità bassa o moderata è un ottimo esercizio aerobico per l’animale, che nel tempo migliorerà le sue capacità respiratorie e cardiovascolari. Uno sforzo continuo rafforza la capacità polmonare degli esseri viventi e insegna loro a controllare efficacemente i ritmi respiratori.

4. Gli effetti terapeutici del nuoto per cani

Il nuoto è consigliato per alleviare gli effetti di alcune malattie muscoloscheletriche o per il recupero post-chirurgico da molteplici patologie, quali:

  • Artrite.
  • Paralisi.
  • Degenerazione muscolare.
Cane che nuota in acqua.


Cos’è l’idroterapia?

L’idroterapia consiste nella cura di determinate patologie attraverso esercizi o movimenti passivi, assistiti o attivi con il corpo immerso nell’acqua:

  • I movimenti passivi vengono eseguiti con l’ausilio del fisioterapista, che può anche aiutare l’animale a migliorare la locomozione e a sviluppare una certa resistenza per rafforzare i muscoli.
  • I movimenti attivi vengono eseguiti dal cane stesso.

Gli esercizi di idroterapia si svolgono in una vasca speciale, che viene riempita d’acqua gradualmente. Il flusso e la quantità di acqua sono regolati in base alle esigenze del paziente. Se necessario, è possibile usare una cinghia subacquea per facilitare il movimento dell’animale.

In quasi tutte le vasche è possibile regolare la temperatura dell’acqua, mentre altre addirittura rilasciano dei getti d’aria o d’acqua. Quindi, all’esercizio svolto in sé, si aggiungono i benefici della termoterapia e dell’idromassaggio, altre tecniche ampiamente utilizzate nella riabilitazione.

Bambino e cane che nuotano in una piscina.

Attrezzatura per il nuoto per cani

Il nuoto come sport può essere praticato sia in piscina che al mare o nei bacini d’acqua naturali. Ad esempio, nel caso in cui si ha la possibilità di recarsi in un lago dove è consentita la balneazione o in una spiaggia vicina (sempre rispettando le normative locali).

L’animale deve essere sorvegliato in ogni momento ed è possibile acquistare degli accessori che facilitino il ​​nuoto, come i giubbotti di salvataggio per cani.

I giubbotti aumentano il grado di galleggiabilità dell’animale e facilitano il nuoto. Consentono inoltre di tenerlo d’occhio meglio perché aumentano la visibilità in acqua.

Il nuoto per cani ha molti vantaggi fisici, ma anche psicologici, dato che è un buon momento per divertirsi insieme e fortificare il legame. Ricordate che se all’inizio il vostro migliore amico mostra di aver paura dell’acqua, dovreste farlo abituare progressivamente, usando sempre il rinforzo positivo fino a quando non si sentirà pronto ad entrare in acqua da solo.

Infine, è importante tenere presente che questo tipo di attività non è sempre consigliata. Consultate il veterinario se il vostro animale soffre di patologie per le quali il nuoto o l’idroterapia sono controindicati.

  • Del Pueyo Montesinos, G.Fisioterapia y rehabilitación veterinarias.Zaragoza, Servet, 2011.
  • Muy interesante ¿Conoces los beneficios de la natación para los perros?, 2019.