Perché il mio cane non si lascia toccare?

Se il vostro cane non si lascia toccare da estranei, dovrete aiutarlo a socializzare meglio. Allo stesso tempo, è bene non privarlo mai del suo diritto di ritirarsi da una situazione stressante.
Perché il mio cane non si lascia toccare?

Ultimo aggiornamento: 01 ottobre, 2021

A tutti è capitato di vedere un cucciolo carino per strada e volerlo stringere tra le braccia. Tuttavia, molte volte il cane non si lascia toccare, e non è una cosa strana. Cosa provereste se uno sconosciuto molto più grande di voi vi afferrasse o vi toccasse senza permesso?

Sebbene sia ideale una situazione in cui il vostro cane può avere interazioni con chiunque in modo positivo, non è bene che sia costretto a essere toccato da estranei o che il suo spazio personale venga invaso. In questo articolo vi diciamo il modo migliore per procedere in queste situazioni.

Perché gli estranei non dovrebbero toccare il vostro cane?

I cani, soprattutto quando sono cuccioli, tendono ad avvicinarsi alle persone per salutare e chiedere attenzioni. Il problema è che non tutte le volte che si avvicinano a un umano che non conoscono lo fanno per socializzare : ad esempio, a volte vogliono esaminarlo per curiosità senza ulteriori pretese.

È difficile distinguere tra questi 2 momenti, ma non è neanche necessario. Bisogna pensare che il cane cercherà sempre di identificare l’estraneo prima di decidere se vuole o meno essere toccato. Pertanto, chiunque interagisca con il vostro cane deve prima presentarsi senza contatto fisico (ovviamente).

Il linguaggio del corpo nei cani è molto chiaro.

Tutto questo ci porta alla domanda successiva: non dovreste permettere agli estranei di toccare il vostro cane, almeno non quando lo hanno appena incontrato. Non importa quanto possa essere docile e affettuoso il canide, se si sente attaccato la sua risposta potrebbe ancora essere imprevedibile e potrebbe verificarsi un incidente.

A parte il grado di socialità di un cane, ci sono alcuni fattori che rendono l’interazione con estranei un evento stressante. Alcune di queste condizioni sono le seguenti:

  • Il cane non sa socializzare correttamente: se questo è il caso del vostro cane, è molto probabile che non sia in grado di leggere correttamente i segnali comportamentali degli altri. Ci sono anche cani che non reagiscono adeguatamente agli stimoli sociali (anche se li capiscono).
  • Il canide ha avuto una brutta esperienza con degli sconosciuti: purtroppo i casi di maltrattamento sugli animali sono oggi in numero e gravità elevati. È comune per i cani segnati dai traumi del loro passato rifuggire dal contatto o tollerarlo solo dal loro padrone.
  • Lo sconosciuto non rispetta il cane: può essere per negligenza o per mancanza di conoscenza, ma sta di fatto che il cane mostra chiari segni di non voler essere toccato se l’umano insiste.
  • Condizionamento da parte del padrone: alcune persone tendono ad essere iperprotettive con i loro cani e non permettono loro di interagire con quasi nessuno. I cani sono ricettivi ai segnali negativi mostrati dal loro padrone e finiscono per imparare che è un male che qualcuno di estraneo si avvicini.

Possibili problemi se lasciate che degli estranei accarezzino il vostro cane

La cosa migliore che può succedere è che il cane si allontani dalla persona e l’interazione finisca. I problemi arrivano quando l’animale non può scappare, perché qui aumenta il rischio di incidenti come aggressioni o fughe. Inoltre, questi momenti sono fonte di stress e ansia per il cane, emozioni che possono diventare croniche e portare a un disturbo mentale se non gestite bene.

È importante sapere come leggere i segnali che il cane dà quando non si sente a suo agio con l’interazione. Alcuni segni di ansia e stress includono quanto segue:

  • Indietreggiare.
  • Rimanere paralizzato.
  • Mostrare segnali di calma: leccarsi rapidamente il muso, sbadigliare o voltare la faccia sono alcuni di questi.
  • Occhi spalancati, pelo rizzato, orecchie all’indietro o altri segni fisici di tensione.
  • Grugnire o abbaiare.
  • Nel peggiore dei casi, morsi per marcare il territorio o aggressioni.

Come dovrebbero toccare il mio cane gli estranei?

Prima di tutto, informate lo sconosciuto dello stile di interazione del vostro cane. Nessuno è costretto a conoscere il linguaggio canino, quindi è vostra responsabilità dire ad altri umani come procedere e chiedere loro di fermarsi se non rispettano ciò di cui l’animale ha bisogno.

Il modo migliore per affrontare un cane che non si fa toccare è lasciare che sia lui a stabilire il ritmo. La persona dovrebbe stare affianco al cane e mostrare il pugno chiuso per farglielo annusare. Non deve guardarlo negli occhi né fare gesti bruschi: restare immobile finché il canide non avrà finito di identificare l’odore personale dello sconosciuto.

In seguito, se vuole stabilire un contatto, sarà l’animale a mostrarlo: scodinzolando, colpendo la schiena della persona o dandole una leccata, per esempio. Al contrario, se il linguaggio del corpo del cane indica un rifiuto, comunicatelo all’altra persona e ponete fine alla situazione.

Una cagna aggressiva con i suoi cuccioli.

Cosa fare se il mio cane non si lascia comunque toccare?

Se il vostro cane non si lascia mai toccare e vi sembra che socializzare con estranei costituisca un problema per lui, dovreste provare a risolverlo. Un buon piano è andare da persone vicine a voi e che conoscono il vostro cane per aiutarlo gradualmente ad associare il contatto fisico a cose positive. Potete aiutarvi con bocconcini, lodi e giochi.

Tuttavia, l’ultima raccomandazione è sempre la più importante: in caso di problemi seri, rivolgersi a un professionista del comportamento canino. Ogni cane è diverso e ognuno di loro deve avere un piano personalizzato, quindi i consigli generali in questo articolo potrebbero non essere utili per il vostro caso specifico.

Potrebbe interessarti ...
Perché il mio cane non smette di piangere?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Perché il mio cane non smette di piangere?

Se un cane non smette di piangere, questo può essere dovuto a cause fisiche o psicologiche. Ma non temere, tutto si risolve!