Perché il panda rosso è in pericolo di estinzione?

Il panda rosso non è né un orso né un procione. Se siete interessati a partecipare alla sua conservazione, ecco le informazioni sulla sua biologia e le minacce che affronta ogni giorno.
Perché il panda rosso è in pericolo di estinzione?

Ultimo aggiornamento: 08 ottobre, 2021

Il panda rosso è uno di quegli animali che, nonostante sia conosciuto e ammirato da tanti, rischia l’estinzione. Le minacce che deve affrontare sono serie e la sua popolazione è in costante diminuzione.

Ma per proteggere questi mammiferi è necessario prima conoscerli. Se siete curiosi di farlo e apprendere tutto ciò che li rende speciali, qui potete scoprire le caratteristiche e lo stato di conservazione dei panda rossi. Non perdetevelo!

Caratteristiche del panda rosso

C’è dimorfismo sessuale nell’aspetto fisico del panda rosso: i maschi pesano dai 4,5 ai 6 chilogrammi e le femmine leggermente meno, tra i 3 ei 4,5 chili. La sua altezza è di 30-60 centimetri al garrese e la sua pelliccia è di colore bruno rossastro, con zone bianche sul muso e sul ventre.

Il panda rosso è un mammifero onnivoro in via di estinzione. Il suo alimento principale è il bambù, anche se la dieta comprende anche radici, frutta, uova, insetti e altri piccoli animali. Sono mammiferi più opportunisti dei cacciatori, ma possono cercare prede quando c’è carenza di cibo.

Sono anche animali solitari che si cercano solo per accoppiarsi. Le femmine partoriscono da 1 a 4 piccoli in primavera e in estate e le cure parentali spettano soltanto a loro. Inoltre, le madri rimangono per quasi 3 mesi nella tana a prendersi cura dei piccoli fino a quando questi non diventano indipendenti.

Gli ailuridi sono arboricoli, poiché raramente scendono dagli alberi. Per vivere nei rami hanno sviluppato vari adattamenti, come artigli parzialmente retrattili all’estremità degli arti e un prolungamento dell’osso sesamoide radiale, chiamato anche falso pollice.

Questo falso pollice, presente anche nei panda giganti, aiuta questi mammiferi ad afferrare i rami e a trattenere il cibo.

Un allegro panda rosso.

Habitat

Ailurus fulgens vive nelle foreste pluviali di alta quota nel nord della Birmania, nel Nepal, nella Cina centrale e meridionale e nell’India nordorientale. Sebbene l’estensione della sua popolazione sia ampia, la densità non è tanta, poiché si riduce di anno in anno a causa dei problemi che questi mammiferi affrontano quotidianamente.

Famiglia e sottospecie

Il panda rosso, noto anche come panda minore, non ha nulla a che fare con ursidi o procioni. La comunità scientifica ha discusso per anni se questa specie potesse essere considerata all’interno della famiglia degli Ursidae (orsi) o dei Procione (a cui appartengono i procioni).

Infine, è stato dimostrato che questi animali non hanno alcuna relazione diretta con nessuna delle 2 categorie tassonomiche e hanno ricevuto una propria famiglia: Ailuridae. All’interno di essa si riconoscono due sottospecie: l’Ailurus fulgens fulgens o panda rosso occidentale (o minore) e l’Ailurus fulgens styani o panda rosso styans (o maggiore).

Panda rosso occidentale o minore

Il panda rosso occidentale (Ailurus fulgens fulgens) è caratterizzato dall’avere una faccia biancastra e macchie più diffuse. È più piccolo del suo parente stretto e notturno, quindi è facile vederlo in cerca di cibo dal tramonto fino al sorgere del sole.

Panda rosso styans o superiore

L’altra sottospecie conosciuta del panda rosso si chiama styans (Ailurus fulgens styani) e vive nel nord del Myanmar e nel sud della Cina. Le macchie bianche su muso, ventre e coda sono più marcate rispetto alla variante occidentale. Ha anche un mantello più scuro ed è più grande del panda minore.

Perché il panda rosso è in pericolo di estinzione?

Ora che conoscete un po’ il panda rosso, sarete in grado di capire meglio quali minacce lo attendono. Questo animale è in pericolo di estinzione (EN) dagli anni ’90. È stato dichiarato vulnerabile (VU) nel 2008 (una categoria meno preoccupante), ma è tornato all’estinzione nella revisione del 2015.

Il numero dei panda rossi in libertà oscilla sui 2.500 individui ed è in recesso.

A metà degli anni ’90, l’habitat di questa specie in Cina era stato ridotto di grandi ettari a causa della deforestazione. Nel corso degli anni, questa distruzione si è ampliata fino a superare il 50% dell’habitat originario dei panda rossi. La specie si è estinta nelle province di Gansu, Qingahi, Shaanxi e Guizhou.

La perdita dell’habitat non è l’unico pericolo per questi ailuridi: anche il bracconaggio di esemplari per la loro pelliccia e la loro cattura per la vendita a privati e zoo sono anche pratiche che li decimano. Non sorprende che il Nepal Wildlife Crime Control Office affermi che il 90% dei casi di reati contro la fauna selvatica della nazione non vengono denunciati.

Sfortunatamente, la mancanza di risorse delle famiglie native è ciò che le spinge a cacciare il panda rosso per nutrirsi. Per questo motivo, i progetti di conservazione generalmente includono aiuti finanziari per le popolazioni che vivono con questo animale.

Uno degli animali che sembra un procione.

Il panda rosso è un animale adorabile. Sfortunatamente per lui, questo incoraggia il mascotismo in alcuni settori della popolazione, che a sua volta sostiene il mercato nero delle specie selvatiche. Se considerate mai di avere un animale esotico in casa, dovete essere responsabile e rifiutare chiunque non possa dare una buona vita o che provenga da punti vendita sospetti.

Potrebbe interessarti ...
I panda rossi: comportamento e stato di conservazione
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
I panda rossi: comportamento e stato di conservazione

Quali sono le caratteristiche e le abitudini dei panda rossi? Leggete questo articolo per scoprire tutto su questo bellissimo animale.