Polmonite negli animali domestici: tre trattamenti

30 novembre, 2020
Tra tutti i processi che interessano il sistema respiratorio, la polmonite è uno dei più complessi. Ci sono diversi trattamenti a seconda della causa di fondo.

I processi patologici che coinvolgono il sistema respiratorio sono molto comuni nella clinica quotidiana. All’interno di tutti questi, la polmonite negli animali domestici ha un’importanza particolare a causa della possibile gravità della sua prognosi. Comunque, tra i problemi respiratori, non è la patologia più comune.

Il corretto trattamento della polmonite può fare la differenza verso una corretta guarigione dell’animale. Per questo motivo, oggi vi presentiamo tre modi di trattare la polmonite negli animali domestici.

La polmonite negli animali domestici e i suoi tipi

La polmonite è definita come infiammazione del parenchima polmonare. Si tratta di una malattia di cui gli animali domestici di solito non soffrono molto spesso, ma in alcuni esemplari la prognosi può essere grave.

All’interno delle polmoniti, ci sono diverse classificazioni in base alla loro eziologia. Pertanto, da un punto di vista medico, possiamo dividerle in:

  • Polmonite batterica: che è causata da una risposta infiammatoria associata allo sviluppo di batteri patogeni depositati nel parenchima polmonare. È caratterizzata dall’essudazione di cellule e fluidi all’interno delle vie aeree e degli spazi alveolari.
  • Polmonite micotica: risponde ad un’infiammazione associata alla crescita di microrganismi fungini nel parenchima polmonare Questi funghi di solito provengono dall’inalazione diretta nel terreno. Negli alveoli polmonari trovano il luogo adeguato per svilupparsi.
  • Polmonite allergica: è un processo infiammatorio associato alla risposta contro gli antigeni presenti nel parenchima polmonare. Può essere causato da antigeni parassitari o antigeni aerodispersi come il polline o le spore.

Poiché ogni tipo di polmonite ha un agente eziologico diverso, il trattamento sarà sempre finalizzato al controllo dell’agente causale. In questo senso, vedremo nel dettaglio i trattamenti adatti per ogni tipo di polmonite.

Cane ad una visita veterinaria.

1. Trattamento delle polmoniti batteriche

Come in tutti i processi che comportano lo sviluppo e la proliferazione di batteri patogeni, la principale misura terapeutica è la somministrazione di antibiotici. Questi possono essere somministrati per via orale o parenterale, cioè tramite iniezioni sotto pelle.

Tuttavia, per la scelta dell’antibiotico adatto, è consigliabile basarsi su una coltura e su un antibiogramma. Il recupero dei pazienti che ricevono una terapia antibiotica sostenuta dal risultato di un antibiogramma è più promettente. Tuttavia, è possibile eseguire un trattamento empirico con antibiotici ad ampio spettro.

D’altra parte, il mantenimento del corretto stato di idratazione contribuisce in modo significativo all’eliminazione del materiale mucociliare e delle secrezioni derivate. A questo scopo è utile la somministrazione di soluzioni di elettroliti per via endovenosa. Anche la nebulizzazione con aerosol si è dimostrata efficace.

2. Trattamento della polmonite micotica negli animali domestici

Le polmoniti micotiche sono particolarmente complesse da trattare e il tasso di risposta degli animali malati è molto limitato. Per questo motivo, è necessario prestare estrema attenzione.

Poiché sono coinvolti microrganismi fungini, sono necessari farmaci specifici per questo tipo di patogeni. I farmaci antimicotici sono il pilastro della terapia. Si noti che il trattamento deve essere ininterrotto per almeno due mesi.

Dopo la guarigione dell’animale, è conveniente mantenere il farmaco per qualche settimana in più per evitare ricadute, dato che di solito sono frequenti in questo tipo di malattie. Si tratta di un trattamento lento e costoso, ma certamente necessario.

3. Trattamento della polmonite allergica

La principale misura terapeutica in questo tipo di polmonite è la somministrazione di corticosteroidi come il prednisone o il prednisolone. Inoltre, possono essere utili anche altre famiglie di farmaci immunosoppressivi, come la ciclofosfamide o l’azatioprina.

Questo tipo di farmaco è utile per ridurre il processo infiammatorio associato. Inoltre, sembrano efficaci nella diminuzione dell’intensità dei segni clinici. Come risultato, migliorano la respirazione dell’animale.

Oltre a ciò, nel caso specifico della polmonite allergica condizionata dalla presenza di parassiti cardiaci, è necessario introdurre un trattamento specifico contro questo tipo di parassiti. Inoltre, è consigliabile controllare e medicare i segni cardiovascolari associati alla presenza di questi microrganismi.

In generale, la prognosi di questo tipo di malattia è generalmente buona e c’è un’alta percentuale di guarigione. Tuttavia, nel caso di animali infettati da parassiti cardiaci, oltre alla polmonite, la prognosi dipenderà sempre dalle conseguenze cardiovascolari della malattia.

Polmonite negli animali.

Come abbiamo visto in questo spazio, la polmonite è una malattia complessa e potenzialmente fatale. Tuttavia, tutte le informazioni qui riportate sono a scopo informativo e non costituiranno mai un consulto veterinario. Nel caso in cui il vostro animale soffra di un qualsiasi processo respiratorio, è consigliabile rivolgersi a un professionista per valutare e trattare correttamente l’animale.

 

  • CUNNINGHAM: FISIOLOGIA VETERINARIA (5ª ED.)