Si possono tenere più tartarughe di Horsfield?

Le testuggini sono animali domestici popolari e amati in tutto il mondo. Esistono però delle varietà la cui gestione può diventare parecchio problematica. E’ il caso, per esempio, delle tartarughe di Horsfield: tenerle in casa non è sempre l’opzione migliore. Specialmente se avete altri animali domestici.

Note anche come “tartarughe russe”, questi rettili hanno caratteristiche molto particolari che bisogna conoscere molto bene, per favorire una sana convivenza. Se state pensando di convivere con più tartarughe di Horsfield, non perdetevi questo articolo.

Alla scoperta delle tartarughe di Horsfield

Le tartarughe di Horsfield (Testudo horsfieldii) sono una delle specie più comuni di tartarughe come animali da compagnia, probabilmente a causa della loro ampia diffusione in tutta l’Eurasia. Come altri membri dell’ordine Chelonia, presentano un tipico dimorfismo sessuale, dal momento che gli esemplari maschi sono più piccoli delle femmine.

Tuttavia, ci sono altre caratteristiche che differenziano i due generi. Come la distanza dall’apertura della cloaca, la forma e la curvatura della pettorina, la lunghezza delle squame o la loro forma. È fondamentale differenziare i sessi nelle tartarughe, per sapere se possiamo avere diverse tartarughe nello stesso terrario.

Le tartarughe di Horsfield: violente e territoriali

Queste tartarughe sono animali ectotermici e dipendono dalla luce solare per accelerare le loro funzioni metaboliche. Questo è il motivo per cui le condizioni del terrario e l’accesso alla luce solare sono molto importanti, nella diagnosi dei problemi comportamentali di questa e altre specie di rettili.

cinque tartarughe di Horsfield con la loro madre

Allo stesso modo, le condizioni del terrario determinano la riproduzione, dato che avrà luogo dopo il letargo. Il maschio esegue un corteggiamento molto insistente e diventa particolarmente aggressivo durante questo periodo. Insegue la femmina prescelta, la colpisce e può arrivare persino a morderla.

Come la maggior parte delle tartarughe, anche quella di Horsfield è un animale solitario. Sebbene cerchino compagnia solo per la copulazione, avere diversi esemplari di questo rettile può causare incidenti. La motivazione non è di tipo sessuale, ma territoriale. Specialmente nel caso di terrari di dimensioni medio-piccole.

Il fatto è che le specie appartenenti al genere Testudo sono noti per la loro spiccata territorialità. Quindi, anche tenere un solo esemplare può provocare attacchi contro oggetti inanimati (ma considerati come “invasori”) o verso gli stessi proprietari, specialmente se sono alle prime esperienze con questo tipo di animali.

Raccomandazioni per avere diverse tartarughe di Horsfield

Gli animali esotici sono complicati da tenere in cattività, quindi è meglio iniziare con specie più facili da gestire. Probabilmente le tartarughe terrestri non sono tra queste. L’ideale è allestire recinti all’aperto e abbastanza ampi, soprattutto se avete diversi esemplari.

tre esemplari di tartarughe di Horsfield su un prato

Nel caso in cui abbiate un terrario coperto, sarebbe meglio tenere solo un esemplare di tartaruga russa. Se ne volete avere due, è sconsigliato prendere un maschio e una femmina. Per tener, invece, più esemplari di sesso maschile, nel terrario dovrete inserire almeno tre femmine e allestirlo in modo che sia all’aperto e ampio diversi metri quadrati.

Per gestire questo tipo di problema è fondamentale avere terrari al cui interno poter creare barriere divisorie. Saranno utili per limitare il contatto tra queste testuggini, sia fisico che visivo.

Il comportamento aggressivo e insistente durante il periodo del calore è normale, ma le femmine allo stato selvatico possono allontanarsi dal maschio. Per questo motivo, un’altra opzione è usare terrari diversi per vari esemplari, per poi riunirli solo occasionalmente.

Questi tipi di problemi mostrano quanto siano difficile tenere specie esotiche in cattività. Il ruolo di veterinari e specialisti è fondamentale per scoraggiare l’adozione di questo tipo di esseri viventi. Va ricordato oltretutto che, proprio per colpa del traffico di animali, specie come le tartarughe di Horsfield stanno per essere incluse tra gli animali in pericolo di estinzione. Lo ripeteremo sempre: gli animali esotici non sono animali domestici.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche