Premi per cani: considerazioni e consigli

· 12 gennaio 2018

Sappiamo che i cani lavorano per amore e che molte delle cose che fanno sono dettate dalla ricerca di un nostro sorriso e della nostra approvazione. A volte però ci piacerebbe dar loro una maggior motivazione, e per questo desideriamo premiarli in modo più appropriato. Cosa possiamo usare per premiare il nostro cane? Quali sono le opzioni? Quali premi sono più sani per i cani?

Oggi risponderemo a tutte queste domande.

Quando usare i premi per cani

Possiamo premiare il nostro cane in moltissime occasioni. Normalmente tendiamo a limitare i premi ai momenti in cui gli stiamo insegnando qualcosa, come l’ordine seduto o zampa. Una volta che l’ha imparato, di solito eliminiamo i premi extra. Tuttavia, ci sono moltissimi altri momenti in cui possiamo approfittarne per premiare i nostri amici pelosi. Altre occasioni ideali per dare un regalo ai nostri cani sono quando:

beagle in braccio alla padrona

  • Anticipa i nostri ordini e fa qualcosa che approviamo. Per esempio, quando anziché aspettare il nostro ordine di scendere dal divano per lasciarci il posto, lo fa di sua spontanea volontà. 
  • Sta contenendo gli atteggiamenti negativi e si impegna per fare il bravo. Se, per esempio, di fronte alla tavola imbandita non fa di nulla per cercare di raggiungere il cibo, ma si limita a fissarlo.
  • Gli stiamo insegnando qualcosa di nuovo e, anche se non è ancora del tutto capace, ci sta riuscendo pian piano. Se vogliamo insegnargli a sdraiarsi, possiamo cominciare a premiarlo quando si avvicina un po’ all’obiettivo.
  • Quando siamo al parco e accorre da noi senza che lo abbiamo chiamato. Il fatto che interrompa quello che sta facendo e venga da noi, dovrebbe essere sempre un motivo per premiarlo. Anche se non lo avete chiamato, premiatelo perché dimostra attaccamento.
  • Perché sì. Perché il nostro è un bravo cane che di solito si comporta bene e vogliamo ringraziarlo per essere così affettuoso, leale e paziente con noi.

In che momento premiare il cane?

Bisogna fare attenzione a premiare soltanto le condotte che vogliamo si ripetano. Non va bene premiare il cane dopo che ha abbaiato ad un altro cane o ha ficcato il naso nella spazzatura, per esempio. Bisogna identificare quali comportamenti ci piacciono e concentrarci su di essi.

Il momento in cui si premia è importante più del premio stesso. Premiare al momento corretto farà capire al cane in maniera inconfondibile che in quell’istante ha fatto qualcosa che approviamo. Soltanto così lo ripeterà. Bisogna dunque premiarlo nel momento stesso in cui fa qualcosa di positivo, già che basta ritardare qualche secondo per rendere più difficile al cane quell’associazione.

Cosa non dare in premio ai cani

Quando diamo un premio, soprattutto quando stiamo cercando di insegnare al nostro cane qualcosa di positivo, dobbiamo sceglierne uno sano, adatto al cane e soprattutto che abbia per lui un certo valore.

Se vogliamo insegnare al nostro cane a sedersi, sdraiarsi e dare la zampa, passeremo parecchie giornate a praticare i comandi. Dovremo dunque dargli più di un premio. Per questo, non può trattarsi di alimenti poco sani: bisogna optare per qualcosa che possa mangiare tutti i giorni ma che non gli faccia male né lo faccia ingrassare.

I premi devono essere di piccole dimensioni, ma adattati a seconda del cane. Non possiamo fare a pezzetti una salsiccia e darne ugualmente a un Maltese o a un Pastore Belga. È bene tenere conto anche dei denti, che variano in potenza dai cani giovani rispetto a quelli adulti o anziani.

Ma la cosa più importante è: deve piacergli. Non possiamo considerare premio qualcosa che al nostro cane non piace, perché non lo considererà tale e non lo vorrà. Quanto più difficile è l’insegnamento che gli stiamo dando, più succulento deve essere il premio, così che ritenga valga la pena sforzarsi.

Cosa usare per premiare i cani?

Di norma si usano dare in premio pezzetti di cibo, il che non vuol dire che la razione normale debba essere minore: i premi sono un extra, non un ricatto per fargli fare qualcosa.

cucciolo di volpino bianco mangia crocchetta offerta dal padrone

Il valore dei premi dipenderà dal gusto di ciascun cane, ma normalmente si possono usare:

  • Salsicce per consumo umano
  • Pezzetti di formaggio stagionato o della buccia
  • Prosciutto cotto o mortadella a pezzetti
  • Biscotti industriali per cani spezzettati
  • Cibo umido o patè per cani
  • Mangime di qualità migliore o di sapore diverso dal solito

Altri premi

È possibile premiare l’animale con altre cose che non siano cibo, ma che piacciono al cane. Per esempio lo si può facilmente premiare con carezze (sempre che le apprezzi). Ci sono cani che amano i giocattoli, e potendone mordere uno si considereranno già premiati.

Il segreto per scegliere dei bei premi per il vostro cane è conoscere i suoi gusti. Potete scegliere vari premi e vedere come reagisce e quale gli piace di più, così da scegliere i più efficaci e sani.