Come prendersi cura di una colonia di gatti?

· 27 agosto 2018
Contrariamente a quanto molti credono, affinché le colonie di gatti lascino le strade, non è possibile spostare gli animali né è giusto sopprimerli.

Le colonie di gatti randagi vivono per le strade di tutte le città. Aiutano a controllare gli insetti e a prevenire parassiti come i topi, ma in un ambiente urbano non ricevono tutto il cibo e la protezione di cui hanno bisogno. Se volete prendervi cura di una colonia di gatti, vi diamo alcuni consigli in questo articolo.

L’importanza di prendersi cura dei gatti di una colonia

Contrariamente a quanto molti credono, affinché le colonie di gatti lascino le strade, non è possibile spostare gli animali né è giusto sopprimerli. E’ stato dimostrato che l’unico modo efficace è quello di ridurre il numero di gatti randagi attraverso un piano di sterilizzazione. Infatti, se tutti i gatti nella stessa area scomparissero, da un giorno all’altro, rapidamente un’altra colonia occuperà il posto lasciato libero.

Anche se sappiamo che la presenza di questi gruppi dà molti vantaggi alle persone perché eliminano ratti e insetti come gli scarafaggi, la loro vita di strada non è per niente facile. Tuttavia, è possibile dare un contributo, prendendovi cura di una colonia di gatti, controllando la loro salute e limitando la sovrappopolazione.

Alimentazione

Uno degli aspetti basilari, se volete prendervi cura dei gatti in una colonia, è assicurarsi che si nutrano bene. Ovviamente, non gli si può dare qualsiasi cosa da mangiare e il cibo dovrà tenere conto delle loro esigenze così come della necessità di non sporcare le strade.

I gatti sono animali carnivori e, tutto il cibo fresco che viene loro fornito, dovrebbe essere crudo e composto solo di carne. Inoltre, se cibo e pappe vengono lasciate in strada, è meglio che gli ingredienti siano naturali e biodegradabili.

Offrire alla colonia dei resti di alimenti umani può essere dannoso per i gatti, dato che cereali, cibi fritti e verdure sono dannosi per loro. Inoltre, si rischia di attirare insetti, produrre cattivi odori e sporcare in modo eccessivo marciapiedi e zone pubbliche. La cosa migliore da fare è offrire solo mangime per gatti e dell’acqua.

Inoltre, dovrete rendervi responsabili anche dell’igiene del luogo. Pulirete periodicamente ciotole e piattini per il mangime. Se usate contenitori usa e getta, quando ne trovate uno vuoto, la cosa giusta da fare è gettarlo in un cestino e cambiarlo con uno nuovo e pulito. I gatti non amano vivere tra la spazzatura e dovrete evitare l’accumulo di rifiuti e detriti.

Un gatto randagio con del mangime

Ricordate che questi gatti dovranno sempre avere a disposizione sufficiente acqua fresca, specialmente in città particolarmente calde o, comunque, durante l’estate. Cambierete l’acqua ogni giorno, dal momento che possono esserci insetti, come le zanzare, che nidificano in acque stagnanti e possono creare un’emergenza parassiti.

Posizionate cibo e acqua in luoghi poco visibili, ma accessibili ai gatti. Altrimenti, si corre il rischio che qualcuno possa avvelenare i piatti o, semplicemente come atto vandalico, rovesci ciò che avete preparato con tanta cura. Nascondete ciotole e piattini in luoghi che solo i gatti possono raggiungere.

Salute

Tenete presente che prendersi cura di una colonia di gatti è molto più che nutrirli. Dovrete, infatti, occuparvi anche della salute di questi piccoli felini. Cercate di appoggiarvi a un veterinario, poiché di volta in volta sarà necessario il suo aiuto.

I disturbi che colpiscono i gatti di strada sono molto vari, ma soprattutto riguardano raffreddori, problemi della pelle, lesioni causate da lotte e infezioni agli occhi. Dovreste medicare, secondo le vostre conoscenze e possibilità, i gatti con i problemi meno gravi, dato che il loro benessere dipende anche e soprattutto dal loro stato di salute.

Sterilizzazioni

L’unica misura efficace per ridurre il numero di gatti di strada è sterilizzarli ed evitare nuove nascite. In molte città vengono avviati progetti dalle ASL di quartiere – acquisizione, sterilizzazione e rilascio – o anche promossi da istituzioni o ONG e associazioni che tutelano i diritti degli animali.

Anche se da voi queste politiche non sono state ancora avviate, niente vi impedisce di farlo da soli. Se volete veramente prendervi cura di una colonia di gatti, chiedete tutti i permessi e autorizzazioni per poterli sterilizzare. Fino a quando tutti gli esemplari non saranno sterilizzati, il numero dei gatti randagi continuerà inevitabilmente a crescere. Fatevi aiutare da vicini e conoscenti, con donazioni e aiuti che serviranno per il bene della comunità.

Colonia di gatti per strada

Sarà necessario un censimento dei gatti appartenenti alla colonia, includendo quelli ancora non sterilizzati, dato che potrebbero apparire nuovi gatti, probabilmente abbandonati. È essenziale conoscere gli animali di cui vi occupate.

Adozioni

È molto difficile trovare persone disposte ad adottare gatti randagi. Questi animali hanno una personalità indipendente e spesso si adattano male alla vita domestica. Ovviamente, però, ci sono delle eccezioni. Per poter dare una seconda opportunità a questi animali, vi consigliamo di pensare a quelli adulti più mansueti e docili, oppure ai cuccioli che, dopo lo svezzamento, già hanno iniziato a mangiare da soli.

Contattate le associazioni che si occupano di adozioni animali, vi aiuteranno a trovare nuove famiglie e dispongono di strumenti di promozione molto valide, che permetteranno di risparmiare molto tempo. La loro esperienza e la capacità di raggiungere un maggior numero di persone vi permetterà di dare nuova speranza a questi gatti costretti a vivere tra automobili e secchioni dell’immondizia.

Prendersi cura di una colonia di gatti è un lavoro dedicato, ma che dimostra generosità e rispetto per gli animali. Sarete un esempio per i vostri amici e svolgerete un ruolo importante che nessuno ha il coraggio o il tempo di fare. Potendo risolvere anche problematiche relative all’igiene e sicurezza ambientale, con l’obiettivo di ridurre il numero di questi animali randagi nel vostro quartiere.