Come affrontare i problemi respiratori dei cani

4 Gennaio 2019
L'ansimare, gli starnuti, le secrezioni nasali, la tosse e la perdita di appetito possono indicare che il cane ha qualcosa che non va, quindi questi sintomi devono essere tenuti sotto controllo per evitare ulteriori problemi che potrebbero portare alla morte dell'animale.

Molte razze di cani hanno difficoltà a respirare per via di problemi o caratteristiche genetiche. Anche le altre razze non sono esenti da problemi respiratori, per i quali occorre essere preparati.

Conoscere le cause dei problemi respiratori e sapere come agire sarà molto importante se vogliamo aiutare il nostro cane.

Quali sono i problemi respiratori più frequenti nei cani?

Ci sono diverse cause che possono portare alla comparsa di problemi respiratori nei cani. Ognuna di queste condizioni è correlata a una di queste cause. Le quattro cause principali sono:

  • Infezioni batteriche
  • Infezioni virali
  • Infezioni fungine
  • Allergie

I problemi respiratori dei cani più comuni sono solitamente causati da infezioni batteriche, ma non bisogna darlo per scontato, perché potrebbero anche essere causate da problemi più gravi.

I sintomi più comuni dei problemi respiratori dei cani sono:

Tosse

La tosse può insorgere in qualsiasi momento e in qualsiasi razza e anche se non è sempre un sintomo di un problema grave, potrebbe esserlo.

La tosse a volte può essere solo un piccolo fastidio alla gola, mentre altre volte potrebbe rappresentare la conseguenza di una malattia più grave.

Cane che tossisce

Per comprenderne la gravità, dobbiamo principalmente fare affidamento soprattutto sulla sua durata.

Se supera il giorno, è meglio andare dal veterinario, perché ciò è spesso sintomo di un problema più grave.

Starnuti

Anche se uno starnuto potrebbe non sembrare qualcosa a cui prestare attenzione, a volte questi sono causati dall’ostruzione dei canali nasali e possono causare sanguinamento.

Se si pensa che il cane starnutisca molto più del solito e con un’intensità maggiore del normale, occorre farlo visitare dal veterinario.

Perdita dell’appetito

Anche se i problemi respiratori generalmente non sono collegati allo stomaco, il cane potrebbe sentirsi male o molto stanco e avrà poca voglia di mangiare. Sembrerà più debole del solito e non solo inappetente, ma anche senza voglia di correre e giocare.

Se questa situazione persiste per più di un giorno, non tardate ad andare dal veterinario. Non bisogna mai sottovalutare il fatto che spesso un intervento tempestivo può salvare la vita del vostro animale domestico.

Affanno eccessivo e secrezione nasale

Come regola generale, quando insorgono problemi respiratori nei cani, entrambi i sintomi appaiono simultaneamente, anche se non necessariamente.

La respirazione affannosa o accelerata e l’eccesso di muco sono indubbiamente chiari segni che qualcosa non va bene nel sistema respiratorio del cane.

Affanno nel cane

Questi sono alcuni dei sintomi più comuni, anche se potrebbero insorgerne altri, come fischi durante la respirazione, depressione o letargia.

Non serve ripetere che dovrete osservare da vicino l’animale e intervenire tempestivamente in caso di qualsiasi variazione del comportamento.

I problemi respiratori dei cani più comuni

  • Raffreddore. È il più comune, ma non dobbiamo pensare che non sia pericoloso, perché un raffreddore mal curato può causare problemi maggiori.
  • Tosse dei cani. Si tratta di una tosse secca, che viene solitamente contratta in luoghi scarsamente igienici con la presenza di altri cani. È facilmente contagiosa, quindi prestate attenzione agli incontri del vostro cane.
  • Cimurro. È una delle malattie canine più conosciute e pericolose. Normalmente si presenta nei cani non sottoposti a vaccinazioni, ed è molto contagiosa tramite urina e feci, oltre che tramite normale respirazione.
  • Asma. L’asma è solitamente causata da un problema genetico. Si verifica quando il cane presenta un’allergia e questa provoca la chiusura dei bronchi. Se non viene trattata in tempo e correttamente, potrebbe causare la morte dell’animale per soffocamento.
  • Polmonite. Causata da funghi, provoca l’infiammazione dei polmoni e delle vie respiratorie. È causa di respiro affannoso, tosse e altri sintomi di cui abbiamo parlato in precedenza. Se durano più di qualche ora, non esitate ad andare dal veterinario.
  • Tonsillite. Anche se conosciamo questa malattia respiratoria soprattutto come una malattia umana, essa può colpire anche i cani, ma può rivelarsi meno grave perché facilmente trattabile con i farmaci.

Questi sono i problemi respiratori dei cani più noti che possono colpire indipendentemente dall’età o dalla razza. Ricordate che le vaccinazioni e le visite regolari dal veterinario possono evitare molti di questi problemi.