Come pulire le orecchie al gatto in modo corretto

25 Aprile 2018

I gatti sono animali speciali e lo dimostrano anche quando cercate di fargli le coccole. Se ne possedete uno, sapete bene che se provate a toccarlo in una zona delicata, in cambio riceverete solo morsi e graffi. Questo discorso è importante quando parliamo della cura dell’igiene, dato che questi piccoli felini non riescono a pulirsi completamente da soli. Vediamo allora, in questo articolo, trucchi e consigli per pulire le orecchie al gatto in modo corretto.

Perché bisogna pulire le orecchie al gatto?

Sapete già che i gatti sono esseri indipendenti e autosufficienti, specialmente riguardo la loro igiene. Anche se ovviamente, le orecchie sono una zona difficile da raggiungere, anche per loro. Né con le zampine né con la lingua sono in grado di mantenerle pulite. Dato che è vostra responsabilità preoccuparvi della salute e del benessere di questi animali domestici, sarete proprio voi a dovervi occupare dell’igiene delle orecchie del vostro amico a quattro zampe.

La pulizia delle orecchie del gatto è cruciale perché questa parte del corpo, essendo chiusa, poco ventilata e umida, è maggiormente esposta alla proliferazione di batteri e parassiti. Questi microrganismi possono causare gravi malattie al vostro felino domestico. Quindi, occorre essere consapevoli dell’importanza di prendersi cura dell’igiene delle sue orecchie.

un gattino appoggia la testa su un cuscino

Per questo motivo, non esitate a controllare le orecchie ogni volta che ne avete l’occasione, almeno una volta al mese. Ricordate che non dovrete mai inserire nulla all’interno, come cotton fioc, altri oggetti o qualsiasi altra cosa che potrebbe ferire il sistema uditivo del vostro micio.

Trucchi per pulire le orecchie al gatto

Abbiamo raccolto una serie di consigli pratici per aiutarvi a pulire le orecchie al vostro gatto, senza provocargli fastidio e facendo sì che questa operazione diventi semplicemente un altro momento per stare insieme.

1. Scegliete il momento più adeguato

Come vi abbiamo detto all’inizio, se pensate di obbligare il vostro gatto a starvi in grembo, forzandolo mentre gli pulite le orecchie, le possibilità di successo saranno davvero minime. Per evitare questa situazione, è meglio aspettare il momento più opportuno.

Per esempio, quando il gatto vi si avvicina, spontaneamente, in cerca di coccole. Oppure quando è molto stanco, ha sonno o persino quando dorme. Esaminate le sue orecchie, approfittando dell’insolita calma e controllate se sono sporche e dove. Ricordate che dovrete occuparvi solo dell’orecchio esterno. Infatti, la pulizia interna spetterà sempre e solo al veterinario.

gatto dal veterinario

2. Utilizzate uno spray: è sicuro e facile da usare

Nelle cliniche veterinarie potrete ottenere uno spray appositamente elaborato per pulire le orecchie del vostro animale domestico. Sceglietene uno che ritenete appropriato e spruzzate una quantità minima all’interno dell’orecchio dell’animale. Non appena noterà il ​​liquido, l’animale si alzerà, iniziando a scuotere la testa. Non preoccupatevi, anzi, questo movimento va più che bene. Infatti, in questo modo il liquido si diffonderà ovunque e favorirà la sua azione igienizzante.

3. Pulire le orecchie al gatto con una garza

Un ultimo sistema, altrettanto efficace, prevede l’uso di una garza inumidita. Vi consigliamo di pulire le orecchie al gatto per rimuovere il prodotto, che porterà via lo sporco accumulato. Fatelo sempre con estrema delicatezza ed attenzione, introducendo sotto la garza una delle dita. Ricordate di non introdurre alcun oggetto e di non andare troppo in profondità, dato che potreste provocare delle lesioni nel condotto uditivo. Questa è una zona molto delicata e sensibile.

L’importanza del rinforzo positivo nei gatti

Vi abbiamo sempre detto che ciò che funziona meglio, con gli animali, è il rinforzo positivo. Se tratterete il vostro gatto con attenzione, affetto e sfruttando la leva positiva dei premi, come croccantini o snack, sicuramente il felino domestico accetterà di buon grado di farsi pulire le orecchie.

Una volta terminata l’operazione, quindi, premiate immediatamente l’animale. Dimostrategli il vostro amore e la riconoscenza per il fatto che si è comportato bene. Parlategli con calma, accarezzatelo e offritegli ciò che più gli piace: il suo cibo preferito.

Pulire le orecchie al vostro gatto non è certo un’operazione semplice da fare. Ma, se sarete in grado di seguire i nostri consigli, questa diventerà ben presto un’abitudine che il vostro amico a quattro zampe saprà apprezzare. Se non altro per il fatto che riceverà sempre un premio in cambio, associando la pulizia con qualcosa di estremamente positivo e piacevole.