Salvare i koala attraverso i loro geni

11 Febbraio 2019
Alcuni scienziati australiani hanno dato l'allarme: la metà della popolazione dei koala potrebbe sparire nei prossimi 20 anni.

Salvare i koala si è convertito in pochi anni in una priorità in Australia. In un recente studio è stato sequenziato il genoma di questi marsupiali, e ciò potrebbe bloccare alcune minacce, specialmente le malattie.

Scopriamo in che modo possono essere salvati i koala.

Salvare i koala: ogni giorno è sempre più necessario

Nel 2012 appariva la notizia: salvare i koala si è convertito in una necessità per il governo australiano, dichiarando la specie come vulnerabile in alcune zone del paese. Questo animale iconico per l’Oceania è ogni giorno più minacciato.

Secondo i ricercatori, nei prossimi 20 anni potrebbe sparire la metà dei koala presenti in Australia: si tratta di una cifra scoraggiante. Curiosamente, la popolazione di questi marsupiali è aumentata in alcune parti a sud del paese, mentre a nord sta scomparendo.

Salvare i koala: l’importanza del suo genoma

Un’equipe di scienziati australiani ha sequenziato il genoma completo dei koala, e ciò fornisce un qualcosa di incomparabile per la loro conservazione, dato che si tratta di una specie unica.

Koala attaccato al ramo di un albero

Una delle scoperte più importanti è la composizione del latte di questo animale, poiché si è visto che adatta la combinazione delle proteine di questo liquido in base alla fase dell’allattamento, un qualcosa che non accade nelle altre specie.

Tra le altre cose, sono stati trovati dei geni relazionati al sistema immunitario, che permetterà di approfondire gli studi sulla clamidia, una malattia che mette a serio rischio la conservazione di questo marsupiale.

Questa patologia causa cecità e infertilità nei koala, facendo diminuire gli esemplari. Si spera che in questo nuovo studio si riesca a sviluppare un vaccino per la clamidia, che in alcune zone dell’Australia colpisce il 90% degli animali.

Per questo disturbo c’è un trattamento, quindi i centri di recupero della fauna selvatica stanno collassando nel paese, come le cliniche veterinarie. Consiste in antibiotici da somministrare per alcune settimane o per mesi, quindi anche se negli animali domestici è semplice, in quelli selvatici è un problema che mette a rischio la loro liberazione dopo la cura.

Koala che dorme attaccato all'albero

Un’altra delle minacce per i koala è un retrovirus specifico della specie, che è appena stato studiato. 

Si spera che la ricerca sul genoma di questi marsupiali riveli dei dati importanti su questo virus, poiché sembra essersi evoluto insieme a loro.

Salvare una specie unica

I koala sono una specie unica: sono gli ultimi fascolarti, dei marsupiali che si sono estinti milioni di anni fa in Australia.

Tra le caratteristiche, spicca la loro dieta particolare: le foglie di eucalipto sarebbero tossiche per altri mammiferi, invece l’apparato digerente dei koala si è adattato a queste.

Una delle scoperte è stato vedere come i geni associati agli enzimi che disintossicano si sono estesi andando a finire in particolare nel fegato, e ciò indica la loro importanza per eliminare l’effetto tossico dei fenolici dell’eucalipto.

Anche il cambiamento climatico minaccia la specie, che è passata dal non avere bisogno di bere acqua a doversi avvicinare assetata alle persone per poterlo fare.

Questa nuova ricerca sembra dare speranza a uno degli animali più affettuosi della fauna australiana.