Si può avere un armadillo come animale domestico?

Se state pensando di avere un armadillo come animale domestico, ricordate che questi mammiferi sono inclusi nell'Appendice I della CITES e il loro possesso è considerato illegale in molte regioni. Qui tutti i dettagli.
Si può avere un armadillo come animale domestico?

Ultimo aggiornamento: 17 dicembre, 2021

Gli armadilli, con il loro caratteristico carapace e la testa allungata, sono animali curiosi da vedere e adorabili per molte persone. Tuttavia, oggi il possesso di un armadillo come animale domestico è vietato, così come il suo commercio e la sua cattura in natura.

Se siete interessati a conoscere il motivo di questo divieto, in questo articolo potrete approfondire la conoscenza di questi animali, della loro importanza nell’ecosistema e della normativa che li tutela. Non perdetevelo!

Caratteristiche dell’armadillo

Gli armadilli sono gli unici mammiferi placentati dotati di conchiglie. Questi dasipodidi, appartenenti all’ordine Cingulata, hanno diverse placche ossee sovrapposte che fungono da protezione contro i predatori. Tuttavia, di tutte le specie descritte finora, solo l’armadillo bolita o apar (Tolypeutes tricinctus) è in grado di chiudersi completamente a forma di palla.

La tassonomia di questi animali è complessa, poiché la famiglia dei Chlamyphoridae comprende anche molte specie conosciute come “armadilli” oltre a quelle incluse nei Dasypodidae.

Sebbene sia molto difficile per la maggior parte della popolazione vedere un armadillo nel suo ecosistema naturale, questi mammiferi si sono adattati a vari tipi di ambienti. Possono essere trovati in deserti, montagne, zone umide e aree sabbiose costiere. Tutte le specie vivono in Sud America, tranne Dasypus novemcinctus, l’unico trovato allo stato selvatico negli Stati Uniti.

Quasi tutte le specie di armadillo esistenti sono minacciate, sebbene alcune siano in uno stato ufficiale di “Least Concern (LC)”. Le uccisioni, il consumo della loro carne e delle loro parti e la perdita del loro habitat sono i pericoli maggiori che questi mammiferi devono affrontare. Le popolazioni di tutte le specie sono in declino, in misura maggiore o minore.

Il ruolo di questi mammiferi amichevoli nell’ecosistema è vitale. Non solo controllano le popolazioni di insetti di cui si nutrono, ma la loro abitudine di scavare è più importante di quanto sembri. Grazie a questo comportamento la terra viene ossigenata e molti semi vengono interrati, favorendo così il mantenimento del ciclo di riciclo della materia organica.

armadillo

Status giuridico degli armadilli

A causa della difficoltà di avvistamento di questi animali notturni e delle segnalazioni sempre più rare della loro presenza nel loro habitat naturale, l’ordine Cingulata è stato inserito nell’accordo CITES. Questi acronimi si riferiscono alla convenzione sul commercio di animali esotici che regola la vendita e la proprietà di specie animali e vegetali.

In questo modo l’armadillo non può essere tenuto come animale domestico, né può essere venduto, trasportato o allontanato dal suo habitat. Detto più chiaramente: se qualcuno vi vende uno di questi animali, sia voi che quella persona state incorrendo in un’illegalità che comporta multe o addirittura il carcere (a seconda della regione in cui vi trovate).

La citata convenzione CITES è composta da 3 appendici, in cui ogni specie è classificata in base al suo livello di protezione. Nel caso degli armadilli, si considera che le 20 specie attualmente riconosciute abbiano il regolamento dell’Appendice I, cioè godono della massima protezione.

C’è qualcuno che ha il permesso di avere un armadillo come animale domestico?

La risposta è no. Nessun privato può ottenere la documentazione necessaria per il possesso di un armadillo. L’unica eccezione sono i centri zoologici, come gli zoo urbani o i laboratori sperimentali. È una specie molto studiata per una particolarità della sua riproduzione: quella di dare alla luce quattro gemelli nella maggior parte degli eventi riproduttivi.

Attualmente l’armadillo viene sfruttato anche come modello animale per studi sulla lebbra, poiché questi mammiferi sono portatori del batterio che causa questa malattia, il Mycobacterium leprae. Questo è un altro motivo per cui ne è vietato il possesso: il loro potenziale zoonotico e la capacità di diffondere malattie tra popolazioni di animali selvatici o domestici.

È molto difficile contrarre la lebbra da un armadillo, poiché bisognerebbe essere in costante e stretto contatto con esso o consumare la sua carne poco igienizzata, come fanno alcune popolazioni del sud dell’Amazzonia.

È etico avere un armadillo come animale domestico?

Contando sul fatto che è vietato tenere un armadillo in una casa privata, potete stare certi che se uno di essi vi raggiunge è stato catturato e portato via dal suo ambiente naturale. Questo processo è traumatico per l’animale, poiché viene portato fuori dalla sua casa, trasportato per ore (e sicuramente in cattive condizioni) e arrivano in un luogo strano a cui deve adattarsi.

Inoltre, dovete tenere presente che questo animale non è stato (e non sarà mai) addestrato come specie prima di entrare in contatto con l’uomo. Questi alcuni degli impedimenti segnalati dalla situazione:

  1. La dieta degli armadilli è per lo più sconosciuta e nell’ambiente naturale hanno un menu estremamente vario. Nutrire un esemplare con il mangime di altri animali domestici lo farà ingrassare rapidamente e lo porterà a sviluppare seri problemi di salute nel tempo.
  2. Le sue strutture dovrebbero essere gigantesche. Servirebbero 2 metri quadrati per ogni 30 centimetri di lunghezza dell’animale, cioè un intero appezzamento per esemplare.
  3. Un armadillo ha bisogno di un habitat naturale ricco di piante, substrato in cui scavare, tronchi, sassi e anche una piccola pozza in cui immergersi.
  4. Alcune specie vivono fino a 30 anni in cattività. La loro cura dovrebbe essere costante, prolungata e, inoltre, la loro manutenzione sarebbe eccezionalmente costosa. Quasi nessun veterinario è abbastanza informato per garantire la sua salute.

D’altra parte, il commercio illegale di animali non danneggia solo le creature stesse, ma colpisce milioni di esseri umani. Con i soldi di questa economia sommersa si finanziano le guerre, si sfruttano le persone prive di risorse e si danneggia la salute degli ecosistemi. Non diventiamo parte di quel ciclo!

armadillo animale domestico

Ultime riflessioni

È necessario un percorso di sensibilizzazione sui danni causati dagli animali domestici (la moda di avere animali rari ed esotici in casa) per tutti i motivi che avete appena letto. Se volete condividere la vostra vita con un animale, ci sono migliaia di amici da scoprire nei rifugi, ognuno con sorprese grandiose come quelle che potrebbe regalarti l’armadillo più esotico del mondo.

Potrebbe interessarti ...
Traffico illegale di specie: come e perché evitarlo
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Traffico illegale di specie: come e perché evitarlo

Se vi state chiedendo come evitare il traffico illegale di specie, esistono diverse opzioni che, sebbene siano piccoli gesti, sono rilevanti.



  • Redacción National Geographic. (2010, 5 septiembre). Armadillo. National Geographic. Recuperado 9 de diciembre de 2021, de https://www.nationalgeographic.es/animales/armadillo
  • CITES. (2021, 22 junio). Apéndices | CITES. Recuperado 9 de diciembre de 2021, de https://cites.org/esp/app/appendices.php
  • Superina, M., Trujillo, F., Mosquera, F., Combariza, R. & Parra, C. A. 2014. Plan de acción para la conservación de los armadillos de los Llanos Orientales. Cormacarena, Corporinoquia, ODL y Fundación Omacha. Bogotá, Colombia. 96 pp.