Tumori della bocca nel cane

I tumori o neoplasie sono un problema molto delicato per la salute dei cani, poiché se non vengono curati in tempo, potrebbero portare alla morte. Il modo migliore per rilevarli è attraverso controlli generali estesi a tutto il corpo. Prestare molta attenzione a eventuali anomalie e consultare un veterinario se necessario.
Tumori della bocca nel cane

Ultimo aggiornamento: 18 febbraio, 2022

Come gli esseri umani, gli animali possono sviluppare tumori. Questi in genere sono altrettanto pericolosi e letali di quelli che si manifestano negli umani, dal momento che il cancro è una malattia delicata alla quale praticamente nessuna specie vivente è immune.

Quando si parla del migliore amico dell’uomo, uno dei tumori che presenta più comunemente è il tumore della bocca, che gli provoca un estremo fastidio, limitando la sua capacità di mangiare, abbaiare o bere acqua. Presentandosi fuori o dentro il muso, rende impossibile al cane condurre una vita normale.

Gli specialisti del settore sono stati in grado di determinare che, a meno che non sia maligno, questo tipo di tumore, sebbene aggressivo, metastatizza molto raramente.
In base a quanto detto in precedenza, qui di seguito parleremo di questa delicata malattia.

Causa dei tumori della bocca

Cane in campagna
Autore: Ana Fuentes

Stranamente, fino ad ora è stato impossibile determinare in modo specifico i motivi per cui i cani soffrono di questa terribile malattia.

Tuttavia, alcuni specialisti hanno indicato che potrebbe essere il prodotto di vari agenti cancerogeni che vengono inalati dal cane quando odora la terra e quasi tutto ciò che lo circonda.

Inoltre, queste particelle che generano il cancro possono essere consumate in diversi tipi di alimenti che contengono sostanze chimiche e conservanti artificiali.

Questi agenti cancerogeni si moltiplicano entrando nel corpo del cane, causando la crescita delle cellule tumorali.

E’ importante fare presente che i tumori della bocca in genere colpiscono i cani tra i 6 ei 22 mesi di età.

La cosa più peculiare è che, anche se qualsiasi cane può soffrirne, alcune razze presentano più spesso questa malattia. Sono le seguenti:

Come si può immaginare, quando il cane soffre di questa malattia manifesta una serie di sintomi attraverso i quali è possibile ipotizzare che potrebbe avere un tumore della bocca. Sono i seguenti:

  • Uno dei primi sintomi è solitamente un improvviso cambiamento nell’alito del cane, che presenterà un odore particolare per via di questo disturbo.
  • Un altro dei sintomi più comuni è la presenza di sangue nella saliva, evidente soprattutto quando il cane beve acqua.
  • Difficoltà a masticare il cibo.
  • Quando il tumore comincerà a svilupparsi, gli sarà impossibile aprire la bocca.
  • Movimento o perdita dei denti.
  • Ovviamente, il sintomo principale e più evidente è la presenza di una massa all’interno della cavità.

Una volta notato uno qualsiasi di questi segni, sarà necessario portarlo immediatamente dal veterinario, che eseguirà un esame clinico con un’ispezione del cavo orale attraverso la quale rilevare qualsiasi tipo di alterazione alla forma naturale delle gengive. Se viene riscontrata un’anomalia, si procederà a fare una biopsia da inviare al laboratorio per escludere che il tumore sia maligno.

Tipi più frequenti di tumori

La bocca è il quarto sito nel quale vengono riscontrati più frequentemente tumori nel cane. Tuttavia, a seconda della posizione del tumore, è possibile classificarli in diversi tipi. I 4 più riscontrati sono elencati di seguito:

Carcinoma spinocellulare

Anche detto carcinoma a cellule squamose, parte dalle gengive, dalle labbra o dalla lingua. Di solito colpisce più frequentemente i cani più anziani e le razze di taglia grande. La massa che si forma ha un aspetto simile a un’ulcera e di solito è molto vicina ai denti, quindi nella maggior parte dei casi è possibile eseguire un intervento chirurgico per rimuoverla.

Fibrosarcoma

I fibrosarcomi colpiscono maggiormente i cani giovani. Si sviluppano sulle gengive e sul palato duro, ma possono spostarsi e depositarsi sulla cartilagine nasale. Sono a crescita abbastanza lenta e non tendono a metastatizzare. Tuttavia, possono essere molto invasivi e raggiungere l’osso cranico, il che significa che non sarà possibile eseguire un intervento chirurgico per rimuoverli.

Epulide acantomatosa

Questo tipo di tumore ha origine dai legamenti parodontali e si presenta come una massa tra gli incisivi e i canini. Di solito non causa metastasi, quindi un intervento chirurgico potrebbe risolvere il problema. Naturalmente, esiste un’alta probabilità di recidiva a causa dell’impossibilità di rimuovere l’intera massa cancerosa.

Melanoma maligno

Il melanoma maligno ha origine dalle cellule pigmentate all’interno della cavità orale, quindi le razze che presentano iperpigmentazione della mucosa sono più predisposte a soffrirne. Tra questi ci sono il cocker spaniel nero, il pastore tedesco e lo scozzese, anche se qualsiasi cane può presentare questo problema. Il tumore si localizza sulla gengiva o sul palato e può essere pigmentato (melanotico) o non pigmentato (amelanotico).

L’aspetto di questa massa è simile a una piccola ulcera alla bocca, solo che aumenta di dimensioni nel tempo e può causare emorragie interne. C’è un alto rischio di metastasi e spesso si osserva la perdita dei denti. La maggior parte dei cani colpiti da questo tumore ha più di 11 anni.

Trattamento

veterinario e cane

Una volta effettuati i dovuti controlli, lo specialista esaminerà la storia medica del cane per poter formulare una diagnosi corretta e determinare fino a che punto le cellule cancerogene si sono diffuse nel corpo.

Inoltre, controllerà a fondo i noduli della bocca, del viso, del collo e i linfonodi per verificare se il cancro si è diffuso oltre queste parti del corpo.

Per trattare questo tipo di tumori quando sono benigni, la soluzione migliore è quella di eseguire un intervento chirurgico per rimuovere la parte in questione dalla mascella.

Tuttavia, è impossibile procedere in questo modo se il tumore si è diffuso ad altre aree, sebbene la chirurgia sia comunque il miglior trattamento che può essere somministrato al cane in questi casi.

Una volta eseguito l’intervento chirurgico, il cane proverà molto dolore alla bocca, quindi il veterinario potrebbe consigliare quanto segue per alleviarlo:

  • Nel caso in cui il dolore sia lieve, somministrategli farmaci antinfiammatori non steroidei.
  • Se invece il dolore è moderato, potete dargli degli oppioidi deboli come codeina e tramadolo.
  • Se il dolore è insopportabile, è preferibile optare per oppioidi forti come la morfina.

Come potete vedere, i tumori della bocca sono una malattia estremamente delicata che non sempre viene rilevata in tempo. Cercate sempre di far visitare il vostro cane da uno specialista veterinario, poiché solo lui sarà in grado di identificare qualsiasi problema nella salute del vostro animale domestico.

Potrebbe interessarti ...
Papillomi nei cani: cause, sintomi e cure
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Papillomi nei cani: cause, sintomi e cure

I papillomi nei cani sono lesioni che si verificano in varie zone, raggruppate o isolate. Sono facili da trattare e la prognosi è buona.



  • Castejón, R., Calvo, I., Trobo, J. & San Roman, F. (2003) NEOPLASIAS MALIGNAS DE ORIGEN NO ODONTOGÉNICO DE LA CAVIDAD ORAL DEL PERRO. Pequeños animales COVELMA, 34-36.
  • Páucar, J., Perales, R., & Tabacchi, L. (2017). Frecuencia de neoplasias en cavidad oral de caninos y felinos, diagnosticadas histopatológicamente en el Laboratorio de Patología Veterinaria de la Universidad Nacional Mayor de San Marcos (Periodo 2007-2013). Revista de Investigaciones Veterinarias del Perú, 28(1), 201-206.
  • Lucena, R., Ginel, P. J., Pérez, J., López, R., Chacón, F., & Mozos, E. (1996). Tumores de cavidad oral en el perro: estudio retrospectivo. Clínica veterinaria de pequeños animales, 16(2), 0071-76.