Perché scegliere un uccello come animale domestico?

Scegliere un uccello come animale domestico significa prendersene cura in un ambiente adatto allo sviluppo corretto dell’animale. Per questo, oggi vi diremo cosa tenere in considerazione prima di sceglierne uno.

Possesso legale e responsabile

Il traffico di animali selvatici è una dura e triste realtà presente in quasi tutti i paesi. Minaccia la sopravvivenza di molti animali e incentiva il possesso irresponsabile.

Innanzitutto, bisogna precisare che molte specie non sono permesse come animali domestici. E’ indispensabile consultare la lista di quelle proibite nel vostro paese.

E’ necessario ricordare anche che allevare in cattività degli uccelli a rischio d’estinzione è considerato un crimine. Il padrone può essere sottoposto a sanzioni economiche severe, così come a pene legali.

Per questo, è un vostro dovere sapere quali sono le origini dell’animale e scegliere responsabilmente la struttura in cui comprarlo. Non dovete mai rivolgervi a dei negozi che non abbiano un registro ufficiale. In questi casi, il rischio di finanziare il mercato nero del traffico di animali è molto alto.

uccello Agapornis con pupazzo in bocca

Cosa tenere in considerazione prima di scegliere un uccello come animale domestico?

Avere degli animali non è un hobby, e questi non sono dei giocattoli che si possono mettere da parte. Sono degli essere viventi che meritano rispetto, attenzioni e dedizione da parte dei proprietari.

La parola “uccello” denomina un gruppo molto grande e vario di più di 300 specie adatte al volo. Quindi, è necessario capire le necessità di ognuna. 

Di seguito, vi proponiamo i principali aspetti da considerare prima di sceglierne una:

1. Dimensioni e spazio disponibile

Esistono uccelli di varie dimensioni: dalle piccole quaglie e canarini, fino ai grandi pappagalli.

Si deve optare per una specie che possa adattarsi allo spazio che avete in casa. Qualsiasi animale potrebbe ammalarsi e comportarsi in modo strano se sottoposto ad un ambiente sfavorevole.

2. Socializzazione e addomesticamento

Un altro fattore determinante è la capacità di socializzare e di adattarsi. Come i cani, anche gli uccelli possono avere una maggiore o una minore facilità a convivere con gli esseri umani o con altri animali.

Se in famiglia sono presenti dei bambini, il livello di socializzazione dell’uccello deve essere alto.

3. Livello di esperienza del proprietario

E’ una regola che vale per tutti gli animali: i principianti devono scegliere delle specie più facili da allevare. Gestire degli uccelli di grandi dimensioni e che hanno bisogno di cure specifiche, richiede esperienza e molto tempo a disposizione.

4. Adatte condizioni economiche

Alcuni uccelli possono risultare molto cari da gestire, e non solamente quando si comprano. Anche per la dieta che devono seguire, per le visite dal veterinario, etc.

Allo stesso modo, si devono considerare le spese per allestire l’ambiente in cui vivranno, per i giochi, per il cibo e per tutto ciò che riguarda la loro salute.

5. Aspettative di vita

Questo è un tema molto delicato per tutti gli amanti e i padroni degli uccelli domestici. Sfortunatamente, alcune specie hanno un’aspettativa di vita molto corta, ed è necessario essere preparati.

I canarini, i parrocchetti e i cardellini possono vivere fino a 15 anni. I cacatua invece tra i 12 e i 20. I pappagalli e gli Ara Lacépède arrivano a compiere anche più di 50 anni.

canarino giallo sul trespolo

Scegliere un uccello come animale domestico: come prendervene cura

Un padrone responsabile deve garantire delle condizioni adeguate per la crescita dell’animale. Per questo, è necessario conoscere le abitudini e le cure che deve ricevere per vivere in salute.

Ecco i principali aspetti:

  1. Alimentazione equilibrata e naturale, che includa semi, grano e altri cibi adatti al suo organismo.
  2. Giochi e strutture che favoriscano il suo sviluppo fisico ed emotivo.
  3. Medicina preventiva: visite dal veterinario, antiparassitari, vaccinazioni, igiene adeguata, etc.
  4. Una gabbia adatta alle sue dimensioni.
  5. Un’ambiente in cui vengano ricreate le condizioni presenti nel suo habitat naturale.
  6. Protezione dal freddo, dal caldo e dalle intemperie.
  7. Addestramento e socializzazione.
  8. Amore, affetto e rispetto.
Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche