3 sintomi per capire se il cane ha un’infezione

Se il vostro cane ha un’infezione, saper riconoscere per tempo i sintomi può facilitare il trattamento. In questo articolo conosciamo insieme tre sintomi tra i più comuni.
 

Forse saprete già tutto su come prevenire un’infezione del vostro cane. Tuttavia, così come accade per noi umani, anche i cani possono essere contagiati dai loro simili, in qualsiasi momento della loro vita.

Tenete presente di come, in genere, non esista ragione per allarmarsi, ma bisogna comunque prestare attenzione per evitare che si diffonda nel vostro vicinato un’epidemia canina.

Se sapete riconoscere i sintomi di un’infezione nel cane, potete facilitare un’individuazione tempestiva del disturbo e rendere quindi più agevole il trattamento infettivo sul vostro animale. Scopriamo in questo articolo 3 sintomi per capire se il cane ha un’infezione.

Cos’è un’infezione?

Viene definita infezione l’invasione dei tessuti corporei da parte di microorganismi conduttori di malattie. I microorganismi che vivono nel corpo in modo naturale, senza essere portatori di malattie, non sono da considerare infettivi.

Ricordiamoci di come tutti gli esseri viventi di questo pianeta abbiano una buona dose di microorganismi con cui convivere. Con questi esseri microscopici non solo viviamo in equilibrio, ma essi sono a volte imprescindibili per molti dei nostri processi vitali. Quest’insieme di microorganismi buoni è stato battezzato dalla scienza come “microbioma”.

 

Inoltre, dobbiamo considerare come gli agenti portatori di malattie infettive non siano, di norma, presenti nel nostro corpo. Si tratta infatti spesso di batteri, virus o parassiti che arrivano nel nostro organismo dall’esterno.

Le malattie infettive hanno la caratteristica di essere trasmissibili e di essere causate dalla moltiplicazione di agenti casuali. Un’altra peculiarità delle infezioni è la reazione dei tessuti davanti al patogeno e le tossine prodotte.

Anche se le infezioni causano normalmente tutta una serie di sintomi, esistono anche quelle asintomatiche. Cosa sono? Tutte quelle infezioni che compaiono senza la presenza di sintomi visibili, motivo per cui vengono chiamate anche infezioni subcliniche.

Come capire se il cane ha un’infezione

1. Febbre

La febbre è uno dei meccanismi di protezione che l’organismo mette in moto per proteggersi dall’infezione. Attraverso un aumento della temperatura, il corpo allerta il sistema immunitario che può quindi attuare le strategie difensive contro l’infezione.

cane sul divano con la febbre

Forse avete letto da qualche parte che è possibile capire se il vostro cane ha la febbre semplicemente toccandogli il naso: se è caldo e secco, l’animale è ammalato. Ma non è un metodo certo. Di fatto, la febbre del cane spesso non si riesce a riconoscere.

 

L’unico modo certo per sapere se il vostro cane ha la febbre è misurarne la temperatura rettale.

Una temperatura superiore ai 39°C viene considerata febbre, anche se può essere dovuta anche a stress o eccitazione. Comunemente, la febbre è accompagnata da stanchezza, stato d’animo triste, tremori, perdita di appetito, vomito, tosse o secrezioni nasali.

2. Gonfiore dei gangli linfatici

I gangli linfatici sono piccoli organi dalla forma ovale. Al loro interno si trovano cellule del sistema immunitario che attaccano e uccidono gli agenti patogeni come i virus.

Quando il cane ha un’infezione, i suoi gangli linfatici si attivano e inviano cellule per combattere la malattia. I gangli possono però infiammarsi o recare dolore. La condizione di infiammazione dei gangli linfatici è conosciuta come linfadenite.

Ma ancor più dei gangli linfatici, quando il vostro cane ha un’infezione è più facile la sollecitazione di quelli submandibulari. Questi si trovano su entrambi i lati della testa, vicino alla parte posteriore della mandibola nel punto in cui quest’ultima si unisce al collo. Ma si attivano anche i gangli ascellari e quelli poplitei, collocati nella parte anteriore del ginocchio.

 

3. Secrezioni

È importante tener presente di come, in linea generale, i segni dell’infezione batterica dipendano dall’ubicazione dell’infezione stessa. Le infezioni visibili sono spesso sottocutanee, ma possono anche colpire la superficie della pelle.

Le lesioni possono assumere la forma di una ferita mentre un gonfiore può apparire come un’area indurita o come una protuberanza morbida. Le zone infette possono o meno essere colpite da ulcere in superficie e dar luogo a secrezioni.

La consistenza e il colore della secrezione può essere acquosa e tendente al rosso (se in presenza di sangue), o spessa e dal colore giallo-verde (se in presenza di pus). La secrezione può spesso emanare un odore sgradevole, soprattutto se contenente pus.

Se l’infezione è invece interna e non visibile a occhio nudo, il vostro cane può mostrare altri segni di sofferenza. In questo caso, potrebbe infatti essere sempre molto stanco, senza appetito e perdere peso.

Nel caso di un’infezione alle vie respiratorie potreste notare sintomi come tosse, starnuti o respirazione anomala. In questi casi le secrezioni possono avvenire all’interno del naso, della bocca o degli occhi. Il vostro cane potrebbe perfino avere problemi a mangiare o deglutire.

cane con infezione a un occhio

Cosa fare se il vostro cane ha un’infezione?

Le infezioni preoccupano i proprietari dei cani in quanto possono risultare fatali se non opportunamente trattate. La gravità di qualsiasi infezione dipende dal tipo di ferita o di lesione, dalla sua ubicazione, da quanto tempo è passato da quando è comparsa senza che venisse trattata e dal sistema immunitario dell’animale.

L’infezione può comparire in qualsiasi parte del corpo, tra cui polmoni (polmonite), reni (pielonefrite), cervello (encefalite) e pelle.

È importante non indugiare e contattare un veterinario non appena notate sul vostro cane un gonfiore, un arrossamento, un’infiammazione o del cattivo odore. Così come se il vostro amico a quattro zampe si gratta, si lecca o si morde la pelle troppo spesso. Anche la presenza di vomito e diarrea possono essere sintomi di un’infezione canina.

  • Greene, C. E., (1993). Enfermedades infecciosas: perros y gatos. Interamericana McGraw-Hill,. Edición: 3ra.
  • Ariño, L. C. (1975). Linfadenitis en perro y gato. In Anales de medicina y cirugía (Vol. 55, No. 241, pp. 205-216).
  • Fröhner, E., & Zwick, G. (1932). Patología y terapeútica veterinarias: Enfermedades infecciosas. Editorial Gili.
  • Laverde-Higarrero, J.D. (2019). Actualización de las principales dermotopatías en perros y gatos diagnóstico y tratamiento. Universidad de Ciencias Aplicadas y Ambientales. Bogotá, Colombia.