8 tipi di pellicani

I pellicani sono famosi per il loro grande becco e le dimensioni. Sono uccelli che vivono sempre vicino all'acqua. Attualmente sono in pericolo a causa di varie attività umane.
8 tipi di pellicani

Ultimo aggiornamento: 10 luglio, 2021

Nel mondo animale esistono 8 tipi di pellicani e tutti si riferiscono ad uccelli con abitudini acquatiche, caratterizzati in genere dal loro becco allungato e dal loro ampio sacco golare, usato per catturare le prede. Per quanto riguarda la lingua, invece, questa è minuscola, per non ostacolare il passaggio di grossi pesci. 

I pellicani si trovano in tutto il mondo, sempre in prossimità dell’acqua. La loro dimensione, il colore e le altre caratteristiche fisiche variano a seconda del tipo. Vediamone alcuni. 

8 tipi di pellicani

Tutti i tipi di pellicani appartengono alla famiglia dei Pelecanidae, in cui due specie vivono una condizione di pericolo – racconta Animal Diversity Web – ma nessuna delle due si è estinta dall’inizio del XVII secolo. Le 8 specie esistenti vivono in diverse parti del mondo, sebbene non si trovino all’interno del Sud America, nelle regioni polari e in mare aperto. 

In genere abitano le acque costiere, nutrendosi principalmente di pesci che catturano in superficie. Sono uccelli socievoli che viaggiano e cacciano insieme. Il loro becco, il marsupio e la pelle del viso assumono colori vivaci prima della stagione riproduttiva. Scopriamo insieme 8 tipi di pellicani. 

1. Grande pellicano bianco o comune (Pelecanus onocrotalus)

Come suggerisce il nome, questa specie è di colore bianco, anche se presenta delle piume nere sulle ali. Il grande becco è giallo brillante, blu e rosso sulla punta, e anche le zampe sono gialle. Gli esemplari adulti sono generalmente lunghi tra i 149 e i 175 centimetri e pesano tra i 5 e i 15 chili. Il loro becco è lungo circa 11-18 pollici. 

In Europa abita laghi, delta, paludi o acque dolci, purché vi sia una grande quantità di pascolo per nidificare. In Africa si trova nelle pianure e nei laghi di acqua dolce o alcalina. La pesca è un’attività che lo occupa solo tra le 8 e le 9 del mattino, mentre il resto della giornata è dedicato alla toelettatura e al bagno. 

Il pellicano comune non è una specie in pericolo attualmente. Esiste una grande popolazione africana di circa 75.000 coppie. Tuttavia, sono leggermente in diminuzione in Europa, a causa dell’attività umana. 

Uno di un genere di pellicani.

2. Pellicano crespo (Pelecanus crispus)

Questo pellicano dall’aspetto arruffato è di un colore bianco-grigiastro e presenta una cresta arruffata e rialzata, come descrivono gli esperti di eBird. Frequenta fiumi, vaste zone umide ed estuari, ed è spesso riunito in grandi stormi. Può essere confuso con il pellicano dal becco appuntito e il grande pellicano bianco, anche se si differenzia per l’iride pallida, il becco senza macchia e le zampe grigie. 

Un gruppo di pellicani dalmati.

3. Pellicano australiano (Pelecanus conspicillatus)

Questi pellicani sono originari dell’Australia, dell’Indonesia, della Papua Nuova Guinea, delle Isole Salomone e di Timor Est. Risiedono in quasi tutte le aree che ospitano un’abbondanza di pesci, ma il loro habitat principale sono le coste e i banchi di sabbia.

Sapevi che i pellicani sono uno dei più grandi uccelli in volo? Infatti, questo tipo ha un’apertura alare da 2,3 a 2,5 metri, può pesare da 4 a 6,8 chili e ha il becco più grande di qualsiasi uccello. La lunghezza media del becco dei maschi è compresa tra 42 e 46 centimetri, mentre nelle femmine è compresa tra 36 e 41 centimetri. 

Gli adulti non riproduttori hanno per lo più piumaggio bianco e la parte bassa della schiena e le penne delle ali primarie sono tutte nere.  Hanno occhi marrone scuro e il becco è rosa chiaro, così come la loro borsa golare, che può contenere fino a 3 litri d’acqua. 

Sono uccelli diurni molto socievoli, che volano insieme in gruppi, si riproducono in colonie fino a 40.000 individui e sono forti volatori, che possono percorrere lunghe distanze per trovare cibo. Un dato noto è che sono rimasti in volo per 24 ore. 

Un pellicano in un parco.

4. Pellicano bianco americano ( Pelecanus erythrorhynchos)

È uno dei più grandi uccelli del Nord America. Può avere un’apertura alare di 2,7 metri ed ha una grande capacità di volo,fac nonostante le sue dimensioni. La Fondazione Auburn afferma che questa specie vive nelle profondità dell’entroterra durante la stagione riproduttiva e si nutre in laghi, fiumi e paludi poco profondi.

Le loro colonie sono vulnerabili ai disturbi e alla perdita di habitat. Si ritiene che la sua popolazione totale sia diminuita durante la prima metà del XX secolo, ma dagli anni ’70 è nuovamente aumentata. 

Questo è uno dei tipi di pellicani.

5. Pellicano peruviano (Pelecanus thagus)

Questo uccello si trova tra le coste e le isole tra Perù e Cile, in particolare nell’area interessata dalla corrente di Humboldt, secondo fonti professionali. Come altri tipi di pellicani, si distingue per le sue grandi dimensioni, con un’apertura alare di oltre 2 metri. La testa e il collo sono biancastri, anche se il dorso diventa scuro durante la stagione riproduttiva. Il lungo becco è giallastro e rossastro e le zampe sono grigie. 

Le loro popolazioni sono fortemente colpite dalle correnti di El Niño o La Niña. Queste variazioni di temperatura fanno sì che i pesci di cui si nutrono questi pellicani si allontanino dalla costa o nuotino più in profondità. 

Uno di un genere di pellicani.

6. Pellicano dal dorso rosa (Pelecanus rufescens)

La lunghezza di questo uccello va da 1,2 a 1,5 metri, la sua apertura alare è di 2,5 metri e il peso da 4 a 7 chilogrammi. Il suo colore generale è bianco grigiastro, è più marrone nei giovani e negli adulti è leggermente rosato nel dorso e nelle parti inferiori, come descrive BirdLife.

Questo uccello si trova in Africa a sud del Sahara, sebbene sia parzialmente migratore. Abita principalmente zone umide d’acqua dolce, ma nel Mar Rosso e nell’Oceano Indiano si può trovare anche su coste e isole. 

Uno di un genere di pellicani.

7. Pellicano bruno  (Pelecanus occidentalis)

I pellicani bruni si trovano nelle acque calde e poco profonde degli oceani Pacifico e Atlantico. Si riproducono in 10 stati costieri degli Stati Uniti e abitano anche Messico, Honduras, Costa Rica, Belize, Panama, la costa caraibica della Colombia, Venezuela, Aruba e Isole Galapagos

Sono i pellicani più scuri dell’intera lista, pesano da 2 a 5 chili e hanno una lunghezza corporea da 100 a 137 centimetri. Il loro becco varia da 25 a 38 centimetri di lunghezza e riportano un’apertura alare media di 2 metri. 

Negli anni ’50 e ’60, il DDT (diclorodifeniltricloroetanoveniva usato come pesticida e passava attraverso la catena alimentare ai pellicani bruni. Ciò ha alterato la loro fisiologia, diminuendo la forza del guscio d’uovo che producono e provocandone la rottura durante l’incubazione. 

Un piano di ripopolamento è stato pianificato in Louisiana nel 1968, ed è durato fino al 1976. Il pellicano bruno è stato incluso nell’elenco delle specie in via di estinzione nel 1970. Attualmente la dimensione della popolazione è stabile – o in aumento – e si è adattata agli uragani e gli effetti di El Niño, che riducono la disponibilità di cibo. 

Tuttavia, ami e lenze da pesca, fuoriuscite di petrolio e attività umane come la caccia e la cattura minacciano la popolazione. Anche gli effetti a lungo termine della marea nera nel Golfo del 2010 sono ancora sconosciuti. Durante questo evento, i pellicani sono stati i più colpiti, rappresentando il 58% delle morti e dei feriti di uccelli. 

8 tipi di pellicani

8. Pellicano dal becco appuntito (Pelecanus philippensis)

Ultimo deli 8 tipi di pellicani è il pellicano dal becco appuntito. Questa specie può essere trovata solo nel sud-est asiatico, dove le popolazioni rimaste più grandi si trovano in India, Sri Lanka, Cambogia meridionale e Sumatra lungo le aree costiere. Sono pellicani relativamente piccoli. Il loro piumaggio è misto a colori bianchi e hanno una cresta grigio-bruna piuttosto lunga. 

I pellicani dal becco a punta sono classificati dalla IUCN come specie quasi minacciate, con una stima di 7,500 a 10.000 individui attualmente. Diversi incubatoi chiave sono ora in aree protette, in particolare la Riserva della Biosfera Tonle Sap in Cambogia. La loro perdita di habitat è in gran parte dovuta alla deforestazione, alla caccia e alla contaminazione da pesticidi organoclorurati.

8 tipi di pellicani

8 tipi di pellicani: situazione attuale

Il rapporto tra pellicani e umani non è stato pacifico nel corso della storia, poiché questi animali sono stati perseguitati perché percepiti come competizione per la pesca commerciale e ricreativa. Per questo motivo, molte delle specie qui menzionate sono in uno stato vulnerabile. 

I professionisti affermano che il pellicano è generalmente colpito dalla diminuzione del pesce – dovuta alla pesca eccessiva o all’inquinamento dell’acqua – dalla distruzione dell’habitat, l’impigliamento in lenze e ami e da contaminanti come il DDT, tra le altre conseguenze. È necessario proteggere questi uccelli a tutti i costi. 

Potrebbe interessarti ...
Scopriamo insieme tutti i tipi di becco negli uccelli
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Scopriamo insieme tutti i tipi di becco negli uccelli

Gli uccelli presentano vari tipi di becco, a seconda del tipo di dieta e delle caratteristiche dell'ambiente in cui si nutrono.