Broholmer: un molosso amichevole

· 18 gennaio 2018

La razza Broholmer è di origini danesi ed è difficile da trovare al di fuori del territorio della Danimarca. Durante il ventesimo secolo fu sul punto di estinguersi, tuttavia un gruppo di amanti della razza fece in modo di recuperarla e, sebbene non sia tra le razze più popolari, ad oggi continua ad esistere. Nell’articolo di oggi vi racconteremo tutto sui cani Broholmer.

Origini della razza Broholmer

Grazie ad alcuni documenti ritrovati siamo in grado di sapere che questa razza ha origini molto antiche e che vide la sua nascita nel Medioevo, sebbene si espanse enormemente durante il diciottesimo secolo grazie al Conte di Broholm, da cui deriva il suo nome. Inizialmente, la razza era pensata per la caccia ai cervi, ma finì per diventare un cane da guardia per la protezione di case e fattorie.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la razza fu sull’orlo dell’estinzione; tuttavia, negli anni ’70 alcuni amanti della razza ricominciarono ad allevare i Broholmer. Crearono uno standard e registrarono ufficialmente la razza, che adesso gode di salute e conta molteplici esemplari.

Broholmer con padrone
Fonte: Pleple2000

La FCI ha classificato i cani Broholmer all’interno del secondo gruppo: molossoidi di tipo dogo. Attualmente vivono come animali da compagnia, ma vengono anche usati come cani da guardia.

Caratteristiche fisiche dei Broholmer

I Broholmer sono cani di dimensioni grandi. Possono misurare tra i 55 e i 70 cm al garrese e da adulti raggiungono un peso che gira intorno ai 45-60 chili, con gli esemplari maschi leggermente più grandi delle femmine.

Hanno l’aspetto di un dogo. La testa è ampia e squadrata e il muso deve avere la stessa longitudine del cranio, mentre il collo è largo e può avere parte della pelle a grinze. Anche il labbro inferiore deve essere cadente, oltre ad avere le orecchie triangolari, di dimensioni medie e all’ingiù. È di costituzione forte e robusta e risaltano i muscoli delle zampe posteriori. Il petto è largo e profondo e la coda è  lunga e, quando è a riposo, ha una forma ricurva in fondo.

D’altro lato, la sua pelliccia è nota per essere corta e spessa, di colore giallastro con riflessi rossi e dorati e con la maschera (faccia e muso) nera. Possono anche presentare macchie bianche sul petto, sulle zampe e sulla punta della coda.

Carattere del Broholmer

È una razza tendenzialmente calma e sicura di sé. Nonostante questo, si tratta di un cane possente che ha bisogno di tanto esercizio fisico e mentale. Di norma è amichevole ma non esaltato, e come ogni buon cane da guardia può essere diffidente verso gli estranei. Può arrivare ad essere territoriale verso cani e persone che non conosce, ma sarà sempre amichevole e affettuoso con i membri della sua famiglia. 

Broholmer in primo piano
Fonte: Pleple2000

Come quasi tutti i cani di dimensioni grandi ama la tranquillità e fa un po’ di fatica a rilassarsi. Ha un carattere adatto a vivere dentro casa o in appartamento, sempre che sia portato a fare attività fisica regolarmente. In altre parole, può vivere dentro casa se però viene accompagnato almeno tre volte al giorno a fare una bella passeggiata all’aperto.

Occorre segnalare che questa razza può rivelarsi piuttosto complicata da addestrare. Non è un cane poco intelligente, anzi, ma ha bisogno di un’educazione basata sul rinforzo positivo e sulla pazienza. Se addestrato da una persona paziente e con esperienza con i cani grandi, si possono ottenere risultati esemplari.

Cure e salute del Broholmer

Non esistono studi che collegano questa razza al rischio di contrarre malattie in particolare. Tuttavia, trattandosi di un cane di taglia grande, si possono prendere come riferimento diversi problemi di salute propri di cani che pesano più di 35 chili.

Durante i controlli veterinari dovrà essere verificata la salute delle sue articolazioni, in quanto può essere propenso alla displasia del gomito e dell’anca. Sarebbe bene cominciare fin da piccolo con un’alimentazione specifica per cani che tendono ad avere problemi alle ossa. È anche bene avvisare che potrebbe presentare problemi cardiaci. Come tutti i cani di grande stazza, dovrà essere sottoposto a periodici controlli dal veterinario, per assicurarsi che la sua salute sia a posto.

In quanto alla cura della pelliccia, occorre segnalare che il suo pelo è corto e folto e che muta di continuo. Richiede di essere pettinato in maniera regolare ma più intensa nei periodi di grande muta (primavera e autunno).

Per concludere, bisogna ricordare che il Broholmer è un cane molossoide simile al dogo e, sebbene sia amichevole e tranquillo e possa vivere in un appartamento, a causa delle sue grandi dimensioni deve poter godere di un grande spazio dentro casa. Non va inoltre dimenticato che ha bisogno di fare varie passeggiate durante il giorno. Se disponete di tempo e del giusto spazio, potrete trovare in lui un compagno tranquillo e anche un ottimo cane da guardia.

Fonte delle immagini: Ivarr e Pleple2000