Come allevare un cavallo: consigli e considerazioni

· 12 aprile 2018

Se avete un’azienda e volete aprire un allevamento equino, ebbene sappiate che questa attività può essere gratificante. Sia dal punto di vista emotivo che finanziario. Ma tenete sempre presente che richiede un grande investimento di tempo e denaro. Per ridurre al minimo gli errori, è essenziale conoscere e formarsi in questo tipo di business. Per aiutarvi e sapere come allevare un cavallo, abbiamo raccolto una serie di consigli utili nel presente articolo.

Prima di iniziare: cosa significa allevare cavalli?

Per creare un’impresa, occorre prima valutare in dettaglio tutti i vantaggi e gli svantaggi. L’allevamento di cavalli è un’opzione allettante per chi ama questi animali. Oltre ad essere docili ed estroversi, possono essere impiegati in vario modo. Per il lavoro in campagne, in gare e competizioni e anche per la pet therapy.

Cioè, esiste un mercato diversificato e florido, se volete allevare cavalli. Ma crescere e mantenere questi bellissimi animali richiede motivazione, tempo e una buona pianificazione.

padrona pulisce la coda di un cavallo

Fattori da considerare

In primo luogo, sappiate che questa attività richiede un grande investimento iniziale e alcune conoscenze di carattere amministrativo. Inoltre, per raccogliere i frutti del vostro lavoro, dovrete dedicare passione, risorse e tempo in quantità non indifferente.

La cura del cavallo richiede uno spazio adeguato, accessori e mano d’opera, una corretta alimentazione, visite mediche…

È necessario chiedersi, quindi, se si possiedono tali capacità e, in caso negativo, se si è disposti ad imparare e crescere di pari passo con l’azienda.

Siate intraprendenti

D’altra parte, è importante conoscere il mondo del cavallo, le caratteristiche di questi animali. Come, per esempio, i loro comportamenti e ciò di cui hanno bisogno, da quando sono puledri al momento in cui raggiungono l’età adulta. L’ideale è avere stabilito una relazione precedente con questo essere vivente, il suo ambiente, sapere come montarli, come nutrirli, riconoscere se sono malati…

Altrimenti, dovrete investire tempo nella formazione, appoggiandovi a chi ne sa più di voi. Forse con il rischio di impiegare molto più tempo e perdendone altrettanto, mentre cercate dei professionisti seri a cui potervi affidare ciecamente.

Come iniziare?

Uno spazio adeguato

Per cominciare, dovrete disporre di un terreno ampio. Il cavallo ha bisogno di spazio libero per correre. Dovrete separare le aree dedicate agli stalloni dalle fattrici.

Sarebbe perfetto se l’area avesse già uno spazio che può funzionare come stalla. Considerate anche che dovrà essere un luogo ben illuminato e con sufficiente approvvigionamento di acqua.

Dovrete anche pensare a un posto fertile per poter piantare il fieno da integrare con i mangimi bilanciati. Sarà importante fare attenzione anche che non crescano specie tossiche di erba che possono causare problemi di salute ai vostri cavalli.

Create una zona per la riproduzione

È necessario costruire capannoni e box per proteggere l’animale a seconda del clima della regione. Dovrebbero essere grandi e abbastanza alti.

E’ giusto posizionare dei recinti di qualità e appropriati, in modo che i cavalli non sfuggano ma senza il pericolo che si feriscano. Ve ne sono di legno o anche elettrici, non dovrete mai usare quelli con filo spinato né reti metalliche.

L’acquisto dei cavalli

  • Informatevi sui tipi di cavalli, per differenziare le razze e scoprire quali cure richiede ogni esemplare.
  • Verificate quali sono le razze più ricercate nella regione e di cosa hanno bisogno.
  • Studiate i prezzi del mercato e osservate le dinamiche di acquisto e vendita. Tenete presente che i cavalli da corsa sono più costosi e richiedono una persona molto esperta in materia.
  • Assicuratevi che l’animale sia registrato e abbia un buon pedigree. Questo deve essere incluso nel contratto di compravendita.
  • L’acquisizione di uno stallone è una buona opzione per far riprodurre le femmine del vostro allevamento.
un cavallo da tiro pascola su un prato verde

Alimentazione

È importante sapere qual è la migliore dieta dell’animale prima di acquistarlo e continuare con essa alcuni giorni dopo l’acquisto. Questo aiuterà nel processo di transizione ed eviterà possibili problemi digestivi.

L’alimento base di un cavallo è il foraggio, il fieno di buona qualità e alcune miscele, come l’erba medica e l’avena o il grano. Alcuni integratori, come i cereali, fanno bene al cavallo per guadagnare energia.

Tuttavia, per decidere la dieta più appropriata, è meglio consultare un veterinario.

Cura e riproduzione

Sarà necessario prendersi cura dei cavalli ogni giorno. Oltre a governarli e nutrirli, l’esercizio fisico è essenziale. Potrete mantenere questi animali in buona salute solamente se gli assicurerete una giusta dose di passeggiate e corse all’aria aperta.

Al momento della riproduzione, l’ideale è sempre utilizzare uno stallone di proprietà, che conoscete bene e avete allevato personalmente. Quando una cavalla è in calore, dovrete incrociarla con un esemplare maschio di una buona razza. In questi casi, i purosangue o gli animali con una buona struttura sono più ricercati.

Conviene accoppiare sempre gli animali con caratteristiche simili per quanto riguarda le dimensioni, per garantire che il puledro nasca senza deformazioni.

Rimanere nel mercato

Una volta assemblata la struttura, è importante domare i nuovi puledri e continuare a far girare la “ruota” degli affari. Per fare questo, bisognerà continuare a riprodurre, allenare, vendere e prendersi cura dei cavalli.

Promuovere l’azienda

Infine, alla base del successo di un allevamento di cavalli, vi è sicuramente una buona promozione. Creare una sito web, organizzare eventi e comunicare attraverso le reti sociali, vi permetterà di far conoscere il vostro marchio a un numero maggiore di potenziali clienti:

  • Mostrare e pubblicare i risultati dello stabilimento aumenterà le opportunità di business.
  • Creare un’immagine aziendale (o brand), pubblicando online e offline informazioni di qualità e utili sul vostro allevamento di cavalli.