Il Dogue de Bordeaux: una razza meravigliosa

24 Dicembre 2017
L’immenso protettore della famiglia

Il Dogue de Bordeaux è ad oggi una delle razze più conosciute a livello mondiale. La sua lealtà e la sua fedeltà nei confronti dei suoi padroni lo rendono il cane ideale per le famiglie di ogni tipo, ed oggi vi parleremo di questi meravigliosi cani e delle loro principali caratteristiche.

Dogue de Bordeaux

È stata una delle razze più popolari negli ultimi due secoli, grazie alla varietà di ruoli che ha svolto durante la storia. Questo cane dall’aspetto imponente e le sembianze enormi è facilmente riconoscibile per il suo portamento e il suo muso particolare che risalta facilmente.

Il Dogue de Bordeaux apparteneva in passato alla razza dei mastini, cani pensati per la protezione del gregge; di seguito, tuttavia, si evolse in corrispondenza con il bisogno degli allevatori di renderlo un cane da caccia, facendolo assomigliare più a un molossoide o a un cane da riporto.

In precedenza i doghi di questo tipo erano tre: il Parigi, il Tolosa e il Bordeaux, ciascuno con caratteristiche proprie. Attualmente, l’unico discendente delle tre varietà è rimasto il Bordeaux, che ebbe modo di diffondersi a livello mondiale grazie all’esposizione in una fiera di razze canine che ebbe luogo in quella città nel diciannovesimo secolo.

Aspetto fisico

Il punto di forza principale di questa razza è la testa dalle grandi dimensioni che risalta ancor più del suo corpo:

  • Il perimetro della testa coincide di solito con la misura del garrese.
  • Sulla faccia presenta ampie rughe poiché la sua pelle è particolarmente cadente, come metodo di difesa.
  • Ha un muso corto dalle mandibole potenti e presenta prognatismo: la mandibola inferiore è sporgente rispetto a quella superiore, il che lo porta ad avere un morso possente difficile da rilasciare.
  • Le guance tendono a penzolare sulla mandibola inferiore.
  • Il naso è piccolo, spostato leggermente più su rispetto alle altre razze.
  • Gli occhi sono piccoli e rotondi, molto distanti tra loro.
  • Le orecchie sono piccole, all’ingiù e di forma triangolare.

Con riferimento al corpo, è possibile far risaltare le seguenti caratteristiche:

  • I maschi pesano in media 52 chili, le femmine 45.
  • Di solito i maschi raggiungono i 60 centimetri di altezza, mentre le femmine arrivano a 58.
  • Possiedono muscoli bene definiti e distinguibili anche a riposo.
  • Il petto è ampio e profondo, ben proporzionato con il resto del corpo.
  • La coda non è molto lunga ed è più grossa alla base.

In definitiva, parliamo di un cane poderoso, ideale per la caccia in altri tempi, con una mandibola pensata per non lasciare andare la preda. Nell’attualità viene usato molto spesso come guardiano di casa e talvolta anche per condurre il bestiame.

cucciolo di Dogue de Bordeaux

Carattere del Dogue de Bordeaux

Non vi biasimiamo se vedendo un esemplare di questa razza vi spaventate un po’. La verità è però che il Dogue de Bordeaux non è un cane aggressivo, anzi. Si tratta di un animale piuttosto calmo e affettuoso con i suoi padroni, ma che mantiene le sue apparenze di fronte agli estranei.

Di fatto, è un cane molto affettuoso e persino giocherellone con i bambini, ama partecipare con loro alle attività giornaliere. È molto silenzioso ed è raro che abbai senza alcun motivo: lo farà soltanto di fronte ad un ladro o ad un segnale di pericolo.

Di fronte agli estranei e agli altri cani, mantiene un atteggiamento piuttosto freddo ed educato, sempre allerta e pronto a prendersi cura del suo padrone – senza però mostrare gelosia che potrebbe risultare in situazioni spiacevoli.

Come addestrare il Dogue de Bordeaux

Fin da cucciolo, bisogna insegnargli quali sono i comportamenti giusti e quelli sbagliati. È una razza molto intelligente che impara facilmente, tuttavia la sua caparbietà può determinare qualche problema quando si tratta di addestrarlo. La miglior cosa da fare è usare polso e gentilezza. Se siete principianti, vi consigliamo di provare con un’altra razza, magari con un Pastore Tedesco.

Salute e malattie del Dogue de Bordeaux

Il suo grande cranio può presentare la brachicefalia, ovvero un disturbo che porta problemi respiratori a causa dell’ostruzione del naso. Ma non disperate, di solito si presenta in forma molto lieve. Se credete che il caso si stia aggravando, portatelo immediatamente dal veterinario.

Il Dogue de Bordeaux è senz’altro un cane molto longevo, alcuni esemplari superano i 20 anni d’età. Per questo motivo è propenso a soffrire di malattie articolari o di displasia dell’anca e della spalla.

D’altra parte, anche la sua pelle può presentare dei problemi: le pieghe sul muso sono propense a trattenere l’umidità e a far apparire funghi, per cui si raccomanda di pulire giornalmente quelle zone onde evitare spiacevoli infezioni o la scabbia.

Infine, questa razza tende ad avere spesso problemi agli occhi, e la cosa migliore è portarlo regolarmente dal veterinario affinché ispezioni questa zona. Altri disturbi che possono presentarsi sono l’ipotiroidismo, l’epilessia e in alcuni casi l’atrofia della retina.

Per riassumere, sebbene si tratti di un cane da compagnia ideale, è una razza che comporta molte sfide non soltanto legate all’addestramento, ma anche al suo mantenimento. Infatti tendono a soffrire di molte malattie durante il corso della loro vita.