Granchi: tipi, caratteristiche, comportamento e riproduzione

I granchi mostrano modelli di comportamento più complessi di quanto possiamo immaginare. Scopriamo di più su questi abitanti delle nostre coste.
Granchi: tipi, caratteristiche, comportamento e riproduzione

Ultimo aggiornamento: 09 maggio, 2021

Molti miti e preconcetti sono stati creati in relazione ai granchi, poiché questi invertebrati sono sfuggenti ed è difficile osservarli nel loro ambiente naturale. Qui vi diciamo tutto sull’ordine dei decapodi e dei loro rappresentanti.

Caratteristiche dei granchi

All’interno del gruppo dei metazoi esiste una classificazione generale tra animali vertebrati e invertebrati. I primi hanno uno scheletro interno, mentre quello dei secondi è esterno. I granchi fanno parte del gruppo degli invertebrati, in quanto hanno un esoscheletro di chitina che può essere osservato a occhio nudo.

D’altra parte, quando si tratta di classificarli tassonomicamente, la maggior parte – ma non tutti – i granchi sono inclusi nell’infraordine di Brachyura. Ecco le loro caratteristiche più sorprendenti:

  1. Decapodi diurni: il numero di zampe e il loro tipo di attività sono tratti classificanti. Pertanto, poiché questo gruppo ha 5 paia di gambe, i suoi membri sono chiamati decapodi.
  2. Artropodi onnivori: sono onnivori, poiché la loro dieta è molto varia. Ma sembra che siano il loro cibo preferito siano i gamberetti. Tuttavia, in circostanze normali, la loro dieta dipende sia dalla disponibilità di risorse che dalla specie specifica di granchio. Questi invertebrati si nutrono solitamente di alghe, altri invertebrati, pesci, funghi, batteri o detriti.
  3. Accusato dimorfismo sessuale: in termini di taglia, i maschi sono generalmente più grandi delle femmine, anche se questa non è l’unica caratteristica che colpisce nelle differenze tra i sessi. Ad esempio, le chele sono di dimensioni irregolari nei maschi e sono adattati alle diverse loro diverse attività quotidiane.
  4. Hanno un guscio multicolore: a seconda della specie di granchio, il loro guscio mostrerà sfumature diverse o addirittura motivi geometrici, tutti influenzati dall’habitat. Per questo motivo i granchi non sono solo rossi come possiamo pensare, ma hanno sfumature di blu, verde, giallo, marrone e tanti altri colori.
Un granchio coperto di alghe.

Tipi di granchi

I granchi possono essere classificati in diversi modi, osservando le loro dimensioni, le condizioni del loro habitat o altri elementi ancora. Di seguito sono riportate 2 classificazioni:

  1. Per taglia: 2 casi opposti sono Pinnotheres pisum – non più grande di un centimetro – e Macrocheira kaempferi o granceola giapponese, che può raggiungere i 20 chili di peso e fino a 4 metri di lunghezza.
  2. Habitat: la maggior parte dei granchi vive in mare, mentre altri sono in acqua dolce. Sebbene trascorrano molto tempo a terra, non si allontanano per più di 5 chilometri dalla riva.

Comportamenti e riproduzione

Gli zoologi che hanno studiato questo gruppo hanno osservato che i granchi sono animali molto dinamici. Inoltre, sono caratterizzati da comportamenti complessi, alcuni dei quali potrebbero non essere ben noti. Ve ne mostriamo 5.

1. Solo alcuni granchi camminano di lato

Quando immaginiamo come cammina un granchio, di solito visualizziamo l’animale che cammina di lato. Tuttavia, alcune specie di granchi hanno modificato questo comportamento: camminano avanti o indietro.

Sorprendentemente, altri sono in grado di arrampicarsi sugli alberi. È il caso del granchio del cocco (Birgus latro), che si arrampica sulle palme da cocco per dotarsi di un alimento essenziale nella sua dieta: le noci di cocco.

2. Hanno un comportamento aggressivo

Quando si tratta di catturare l’attenzione di una femmina, i maschi mostrano un comportamento aggressivo. Normalmente, si combattono tra loro per il diritto di accoppiarsi con le femmine. Tuttavia, lo fanno anche per scegliere le tane migliori. Nelle tane, i granchi si rifugiano e si nascondono dai loro predatori: uccelli marini, pesci, cefalopodi o lontre.

3. Non sono forti nuotatori

C’è una convinzione generale che, vivendo in acqua, questi decapodi debbano essere buoni nuotatori. Non è sempre così, poiché sia sulla spiaggia, sulla riva, sul fondo del mare, sulla riva di un lago o di un fiume, i granchi si muovono camminando sulla sabbia. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni, come le famiglie Portunidae e Matutidae.

4. Le chele sono il loro principale strumento comunicativo

I meccanismi di comunicazione dei granchi seguono schemi complessi, in cui le loro chele risaltano come elemento fondamentale. Grazie a queste ultime generano rumori che ricordano i tamburi. A volte le agitano con l’obiettivo di intimidire gli avversari.

5. Durante l’accoppiamento, cooperano

I granchi collaborano durante la stagione degli amori. Principalmente, sono responsabili dell’approvvigionamento alimentare, nonché della protezione del loro gruppo familiare, ad esempio trovando un luogo adatto per rilasciare le uova.

Esistono molti tipi di granchi.

Insomma, i granchi sono numerosi e si suddividono in diverse famiglie, generi e specie. All’interno di questo gruppo, puoi trovare specie il cui nome attira già l’attenzione, come il granchio vampiro (Geosesarma sp.) o il granchio arcobaleno (Cardisoma armatum).

Tuttavia, ce ne sono anche molti altri meno sorprendenti – come il Carcinus maenas – ma con una funzione essenziale per gli ecosistemi. Questi invertebrati fanno parte della sezione centrale di molte catene alimentari, quindi prendersene cura è essenziale affinché gli ambienti marini rimangano in salute.