Il gaur: conservazione e habitat di questo imponente animale

15 dicembre, 2020
La sua figura forte e imponente non è un ostacolo per il gaur; si caratterizza per essere un animale agile, dal carattere timido e molto cauto di fronte ad altre specie, tra cui l'uomo.

Il gaur o bue delle giungle fa parte di una grande specie selvatica imparentata a bovini, bufali, bisonti e yak. La sua altezza alle spalle raggiunge i due metri e la lunghezza del corpo dalla testa alla coda si estende fino a tre metri. Un gaur maschio maturo ha un mantello nero ed elegante, mentre le femmine e i giovani hanno un manto marrone.

Le corna del gaur in entrambi i sessi sono gialle con le punte nere, e si curvano verso l’alto. Queste corna possono crescere fino a 80 centimetri di lunghezza. A differenza dei comuni bovini domestici, sotto il collo i gaur hanno un caratteristico e spesso strato di pelle che si estende dalla gola alle zampe anteriori, come un enorme doppio mento. Da adulti, pesano tra i 700 e i 1000 chili.

Abitudini alimentari del gaur

L’erba verde è il principale alimento del gaur. Tuttavia, si nutre anche di fiori, anacardi, cortecce di teak, germogli di bambù, arbusti e frutta. Si nutre pascolando nelle pianure o tra alberi e cespugli frondosi.

Il momento ottimale per l’alimentazione del gaur è la mattina presto e la sera. Tuttavia, quando il loro habitat è disturbato dalle attività umane, possono diventare più notturni e alimentarsi durante la notte.

Posizione geografica del gaur

L’India è il paese con la più grande popolazione di gaur al mondo. Tuttavia, anche paesi come il Myanmar, il Bangladesh, il Bhutan, la Cambogia, il Vietnam, la Tailandia, la Malesia, il Nepal e la Cina hanno una notevole presenza di gaur. In questi paesi gli habitat di questo mammifero si trovano nelle rocce, nelle foreste, sulle verdi colline o nelle pianure erbose.

Posizione geografica del gaur.

Secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), il gaur è una specie vulnerabile, con soli 13.000-30.000 esemplari stimati a livello globale. L’IUCN riferisce che le sue popolazioni sono diminuite del 70% nelle ultime tre generazioni in Indocina, Malesia, Cina e Myanmar.

Il loro decremento è attribuito a vari fattori. Ad esempio, la caccia della carne selvatica, il commercio del loro corno nel Sud-Est asiatico, la perdita di habitat a causa dell’invasione umana e l’insorgenza di malattie bovine. In particolare, la diffusione della peste bovina e dell’afta epizootica, che spesso vengono trasmesse dal bestiame domestico, è stata una delle cause che ha portato alla scomparsa di un gran numero di gaur.

Comportamento

Un branco di gaur può essere composto all’incirca da 5 a 20 esemplari. Ogni branco è guidato da un maschio dominante, con diverse femmine al seguito. D’altra parte, i maschi più giovani sono raggruppati in piccole mandrie. Invece, i maschi più anziani preferiscono una vita solitaria. Ogni mandria può estendersi per una superficie di 48.000 metri quadrati.

Quando viene minacciato, il gaur attacca i suoi avversari ai fianchi. Abbassa la testa e la schiena, e poi colpisce con le corna con grande forza al fianco. Anche se è un animale enorme, il gaur si muove rapidamente.

Conservazione del gaur.

Il suo richiamo di avvertimento si basa su un particolare sbuffo sibilante. In generale, è difficile per l’uomo avvicinarsi a un branco di gaur dato che è un animale timido e cauto.

Abitudini di riproduzione

Secondo le ultime ricerche, il gaur raggiunge la maturità sessuale tra i due e i tre anni di età. Le femmine partoriscono a intervalli di 12-15 mesi. In particolare, la riproduzione avviene durante tutto l’anno, anche se il picco del periodo di accoppiamento si verifica nei mesi più freddi.

Un gaur maschio, di solito indipendente, va alla ricerca di femmine ricettive mentre effettua richiami di accoppiamento caratterizzati da suoni risonanti e chiari ad altri toni più delicati.

I maschi più grandi hanno dei vantaggi rispetto a quelli più piccoli. Quando si accoppia, il maschio di gaur risuona con un tono molto alto, che si può sentire fino a 1,6 chilometri di distanza.

Il periodo di gestazione dei gaur dura generalmente tra i 270 e i 280 giorni, dopo di che nasce un solo piccolo, del peso di circa 22 chili. La durata media della vita di questi animali è stimata in circa 30 anni.