Il ruolo della formica regina nelle colonie

01 febbraio, 2021
Le formiche sono note per la distribuzione dei ruoli nella loro comunità, nonché per l'efficacia del loro coordinamento. Una delle figure più importanti è quella della formica regina.

Le formiche, insieme alle api, sono uno dei pochi animali che vivono secondo le regole di un sistema eusociale. Una delle caratteristiche dell’eusocialità è la presenza di una formica regina che guida tutti gli altri membri della comunità. In questo articolo parleremo del ruolo della formica regina e del perché la sua figura è essenziale per la sopravvivenza della colonia.

Cos’è l’eusocialità?

L’eusocialità è la forma più complessa di organizzazione sociale osservata nel regno animale. La sua struttura si basa sul riconoscimento delle caste, dove ogni individuo svolge un ruolo che gli è stato precedentemente assegnato per garantire il funzionamento armonioso della comunità.

Questo sistema così efficiente è tipico di alcune specie di insetti, come le formiche, le api e le vespe. Anche il topo talpa nudo, che è un mammifero, e alcune specie di crostacei sono organizzati secondo le regole dell’eusocialità.

Le società eusociali sono organizzate come una sorta di matriarcato: in queste colonie le regine occupano sempre il ruolo centrale di leadership. C’è anche una casta sterile che si dedica al lavoro dal basso, che viene spesso chiamata “casta operaia”.

Ma una delle caratteristiche tipiche dell’eusocialità nelle formiche è l’esistenza di una casta intermedia, in cui si trovano le formiche soldato.

Com’è strutturata la società delle formiche?

Per sopravvivere, le formiche devono costruire un rifugio, popolarmente noto come formicaio, dove svilupperanno la loro comunità. Un formicaio può richiedere fino a quattro anni per essere costruito e avere tutte le sue caste sviluppate.

Formica su un tappeto.

All’interno di ogni formicaio si formerà una società eusociale divisa in tre caste: la formica regina, gli operai e i soldati. Ciascuno di questi individui eseguirà un certo lavoro, dalla cui perfetta esecuzione dipende il benessere generale della colonia.

Grazie a questa organizzazione, il formicaio funziona come un organismo, in cui ogni componente deve esercitare la sua funzione per garantire l’integrità dell’insieme.

Ora vedremo le funzioni di ciascuna razza all’interno della struttura dinamica di un formicaio. In questo modo, riusciremo a capire meglio il ruolo specifico della formica regina.

La formica regina: grande madre e leader del formicaio

Nelle società eusociali c’è sempre la figura di spicco della “regina”, che è la grande madre e leader della sua colonia. Di solito ogni comunità ha una sola regina, come nel caso delle api e delle vespe.

Tuttavia, in alcune specie di formiche sono state osservate diverse regine che condividono lo stesso formicaio, formando una colonia poliginia. La formica regina è facile da identificare in quanto è molto più grande e più robusta degli altri insetti della comunità.

Le formiche regine sono le uniche femmine fertili nelle colline delle formiche; da loro nascono tutti gli altri individui della colonia. La loro funzione più importante è quella di trasmettere il loro materiale genetico ai discendenti, per garantire che la specie rimanga forte e in grado di sopravvivere.

Il ruolo della formica regina

Un altro ruolo essenziale della formica regina è garantire che la sua casta non venga lasciata vuota, poiché ciò porterebbe allo sterminio della colonia. Una formica regina può sopravvivere fino a 15 anni, mentre i lavoratori vivono solo pochi giorni o settimane.

Prima di morire, la formica regina depone delle uova speciali che sono mediate da alcuni ormoni. Da queste nasceranno le larve che le operaie cureranno e nutriranno per far sì che, una volta raggiunta la maturità, si battano per definire chi sarà la nuova formica regina.

Formica su una foglia.

Funzioni delle formiche operaie e soldato

Le lavoratrici sono le femmine infertili che sono responsabili del lavoro di base nel formicaio. Tra le loro principali funzioni ci sono la raccolta del cibo, l’allevamento delle larve e l’allevamento quotidiano del formicaio. Queste sono le formiche più piccole della comunità, ma possono trasportare fino a 40 volte il loro peso corporeo.

A loro volta, le formiche soldato si dedicano alla protezione e alla difesa del formicaio da ogni tipo di minaccia. È una classe intermedia, in relazione sia alle sue dimensioni che alla sua funzione sociale nella colonia.

Poiché il formicaio funziona come un organismo, la sopravvivenza dei suoi membri dipende dal corretto funzionamento di tutta la struttura, quindi tutti i singoli individui sono essenziali. Sebbene la formica regina appartenga alla casta più nobile, la sua sopravvivenza dipende anche dagli operai e dai soldati.

http://naturalezacienciaysociedad.org. 2016. Mito de la hormiga reina. Extraído de: http://naturalezacienciaysociedad.org/wp-content/uploads/sites/3/2016/08/Johnson-cap1.pdf

UEB, Unidad extinción biológica. Actividad del hormiguero. Extraído de: http://www.uacj.mx/ICB/UEB/Documents/Publicaciones/Actividad%20Hormiguero.pdf