Infezioni della pelle nel cane e il loro trattamento

· 25 Febbraio 2019
Sebbene sia vero che alcuni problemi dermatologici non sono visibili ad occhio nudo, i cani spesso li rivelano quando si grattano.

Le infezioni della pelle nel cane sono piuttosto comuni e ne esistono di molti tipi diversi, ognuno dei quali richiede uno specifico trattamento.

Se volete saperne di più sulle infezioni della pelle nel cane o se pensate che il vostro amico a quattro zampe soffra di questo disturbo, leggete questo articolo che vi illustrerà le più diffuse e come curarle.

Le infezioni della pelle nel cane e i loro trattamenti

A volte un’infezione della pelle può essere impercettibile a occhio nudo, ma può essere diagnosticata per via dell’odore o per la presenza di alcuni movimenti insoliti nel normale comportamento del cane. Ecco le più comuni infezioni della pelle nel cane:

Scabbia

La scabbia è una malattia causata da un piccolo parassita che si insinua sotto la pelle degli animali. Questa malattia rimane in stato di incubazione per due settimane, quindi è molto probabile che l’animale sia già stato colpito prima che ve ne accorgiate.

A prima vista non c’è nulla di percettibile, ma il cane inizierà a grattarsi così tanto e così ossessivamente che non potrete non notare che sta succedendo qualcosa.

L’eccessivo grattarsi potrebbe provocare eruzioni cutanee e ulteriore prurito, fino al sanguinamento per la frequenza e l’intensità con cui il cane si gratta.

Il cattivo odore può essere uno dei sintomi della presenza di infezioni della pelle nel cane.

Problemi della pelle nel cane

Trattamento

Durante il trattamento della scabbia occorre bollire tutto ciò che entra in contatto con il cane. Se l’animale è abituato a salire sul letto o sul divano, anche le lenzuola e le coperte andranno trattate.

La scabbia viene anche trattata con ivermectina, un farmaco indicato per uccidere questo tipo di parassita. Saranno inoltre necessari bagni e creme per alleviare i danni causati dai graffi.

Parassiti

I parassiti sono un’altra delle infezioni della pelle che possono provocare lesioni. Le zecche, ad esempio, si attaccano alla pelle provocando ferite e pungono l’animale per berne il sangue.

Ciò farà sì che il cane si gratti compulsivamente, spesso causando altre problematiche, come la dermatite.

Dermatite nel cane

Se pensate che il vostro animale abbia i parassiti, non esitate a portarlo dal veterinario, che può effettuare una pulizia, applicare i prodotti necessari per rimuoverli, curare le lesioni della pelle e prescrivere i farmaci che l’animale dovrà assumere.

Allergie

Gli animali domestici possono soffrire di allergie ad alcuni prodotti igienici o a certi alimenti.

Queste allergie possono causare dermatiti anche molto dolorose, oltre che potenzialmente pericolose anche per il loro stato d’animo, poiché scatenano un forte impulso a grattarsi che non sempre i cani sanno gestire.

Quando il cane inizia a grattarsi ossessivamente e con grande intensità, è il momento di intervenire.

La maggior parte delle allergie non è grave ma, se non viene trattata in tempo, può dare luogo a problemi più seri.

Per diagnosticare un’allergia, il veterinario effettuerà alcuni semplici test per capire qual è il trattamento necessario.

Funghi

I cani sono molto esposti all’ambiente esterno e all’accumulo di sporcizia, pertanto lo sviluppo di funghi è in molti casi assolutamente normale.

La tricofitosi, ad esempio, causa infiammazione e persino perdita del pelo. Questa problematica colpisce soprattutto le unghie, il pelo e la pelle dell’animale.

Umidità e bagni possono essere una delle cause di tali problematiche, quindi evitate un’esposizione eccessiva.

Il veterinario potrà prescrivere medicine e creme in grado di eliminare i funghi dalla pelle del cane. Inoltre, non dimenticate che i funghi sono contagiosi, quindi sarà necessario tenere il cane a distanza dagli altri animali domestici e dagli altri membri della famiglia.

Come norma generale, se agite rapidamente nessuna di queste problematiche è particolarmente grave.

  • Peano, A., Pasquetti, M., & Chiavassa, E. (2012). Micosi superficiali del cane e del gatto. Summa Animali Da Compagnia.
  • Favrot, C., Steffan, J., Seewald, W., & Picco, F. (2010). A prospective study on the clinical features of chronic canine atopic dermatitis and its diagnosis. Veterinary Dermatology. http://doi.org/10.1111/j.1365-3164.2009.00758.x
  • Verlinden, A., Hesta, M., Millet, S., & Janssens, G. P. J. (2006). Food allergy in dogs and cats: A review. Critical Reviews in Food Science and Nutrition. http://doi.org/10.1080/10408390591001117