Le curiose abitudini del bradipo variegato

27 novembre, 2020
Il bradipo variegato può trascorrere fino a 20 ore al giorno senza fare niente!

Il bradipo variegato – nome scientifico Bradypus variegatus – è una specie che si distingue dagli altri bradipi per essere tridattile e per la sua caratteristica pigmentazione facciale.

Caratteristiche principali del bradipo variegato

Il bradipo variegato misura in media 6o centimetri. Come tutti i bradipi, ha la testa dall’aspetto arrotondato che occupa solo una piccola parte del corpo. Le orecchie e il muso sono leggermente prominenti.

I tratti del viso sono distintivi per la trama di colori che compongono la pelliccia scura e per le due linee, dello stesso colore, che partono dagli occhi per arrivare fino alle guance.

Il bradipo variegato ha gli arti molto lunghi, soprattutto quelli anteriori, che terminano in artigli ricurvi grandi e spessi, essenziali per procurarsi il cibo.

Per quanto riguarda la pelliccia, esistono due tipologie: il bradipo con il pelo corto, liscio e uniforme, e l’altro con il pelo più lungo e irregolare che tende al beige. Entrambi i tipi di bradipo tendono ad essere grigi con sfumature marroni nella zona che va dalla testa al collo.

Bradypus variegatus.

Inoltre, la colorazione è una delle caratteristiche più evidenti in termini di dimorfismo sessuale tra femmine e maschi. Infatti, questi ultimi si distinguono per la linea nera che circonda un’ampia zona giallastra o arancione.

Riproduzione e inattività

Il bradipo variegato si riproduce solo una volta all’anno a causa del lungo processo di gestazione che dura fino a sei mesi. Le femmine danno alla luce un unico cucciolo, che durante i primi mesi è molto vulnerabile e totalmente dipendente dalla madre.

Il piccolo bradipo trascorrerà almeno cinque settimane abbracciato alla pancia di sua madre mentre lo allatta. Durante i 8-12 mesi successivi, solitamente viene trasportato sul dorso.

I giovani raggiungono la maturità sessuale a partire dai tre anni e, in generale, sopravvivono per circa 30 anni. Il bradipo trascorre la maggior parte del tempo da solo, sospeso tra i rami degli alberi.

Infatti, i periodi di inattività del bradipo possono ammontare a circa 20 ore al giorno. Questa tranquilla vita arboricola viene interrotta solo una o due volte alla settimana, quando il bradipo scende dai rami per urinare e defecare.

Per quanto riguarda la dieta, il bradipo variegato è un mammifero erbivoro, che mangia esclusivamente foglie, frutti e rami teneri che prende direttamente dagli alberi su cui vive.

Bradipo che mangia una foglia.

Nonostante non lo faccia abitualmente, il bradipo variegato sa andare molto bene sott’acqua. Al contrario, la sua capacità di muoversi nell’ambiente terrestre è piuttosto precaria: è un mammifero lento e goffo, principalmente perché ha i muscoli poco sviluppati. Inoltre, la mancanza di attività è aggravata dal basso apporto calorico del cibo che mangia e dal lento rendimento del suo sistema digerente.

Habitat e stato di conservazione

Come altre specie di bradipi, si stanzia principalmente nell’America centrale e meridionale, in particolare in Honduras, Bolivia centrale, Argentina settentrionale e Brasile meridionale. Per quanto riguarda l’habitat, il bradipo variegato vive nelle foreste secche ma anche in quelle umide, solitamente in aree che non superano i 1.200 metri di altitudine.

Fortunatamente, secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), oggi il suo stato di conservazione si trova ad un livello di “pericolosità minima”. Tuttavia, negli ultimi anni, la distribuzione del bradipo variegato è stata minacciata, principalmente dall’azione antropica, che continua a distruggere e ridurre il suo habitat naturale.

  • National Geographic. Bradypus variegatus, (s.f). Recuperado de https://www.nationalgeographic.org/photoark/bradypus-variegatus/
  • Sistema de Información de Biodiversidad. Bradypus variegatus, (s.f). Recuperado de https://sib.gob.ar/ficha/ANIMALIA*bradypus*variegatus