Lumaca gigante (genere Achatina): cura in cattività

Oggi parleremo di un animale domestico molto particolare, che però è sempre più diffuso: la lumaca gigante.
Lumaca gigante (genere Achatina): cura in cattività

Ultimo aggiornamento: 02 aprile, 2021

Per alcuni, l’idea di possedere una lumaca gigante come animale domestico può essere entusiasmante, soprattutto per via del suo aspetto esotico. Tuttavia, prima di avventurarsi in questa impresa si dovrebbero davvero conoscere le diverse specie all’interno di questo genere e le eventuali conseguenze di possederle.

Come qualsiasi altra lumaca terrestre, questo gasteropode è difficile da mantenere in cattività per lungo tempo. Tuttavia, è relativamente semplice farlo riprodurre, il ché ovviamente non è raccomandato. Se una persona decide possedere questo tipo di animali, dovrebbe comprendere a fondo i rischi biologici, ecologici e legali di allevarli.

Considerazioni preliminari

Le lumache giganti (Achatina sp.) appartengono alla famiglia Achatinidae, che comprende i più grandi gasteropodi terrestri del mondo. Tutte le specie esistenti sono native del continente africano.

Tuttavia, questi animali hanno raggiunto altre parti del mondo come alimento o esche per la pesca. Infatti, la loro carne, come quella di altre lumache, è molto apprezzata in molti paesi.

Ciononostante, in alcuni paesi come gli Stati Uniti, l’Argentina, il Messico o il Brasile, la lumaca gigante africana è oggi una specie esotica invasiva. Tutto ciò è dovuto a causa del traffico della specie al di fuori dei suoi paesi d’origine, del suo allevamento per il consumo umano e per altri usi.

Il suo appetito vorace, la mancanza di predatori naturali e la capacità di riprodursi hanno reso questa lumaca un animale molto pericoloso dal punto di vista ecologico ed economico. Infatti, oltre ad attaccare le specie di piante locali, gli esemplari adulti in breve tempo possono devastare campi e colture agricole.

Oltre a ciò, la lumaca gigante africana è anche l’ospite primario di un Nematoda parassita chiamato Angiostrongylus cantonensis che causa la meningite eosinofila nell’uomo. Purtroppo, funge anche da vettore per molte altre specie parassitarie che colpiscono altri esseri viventi.

A causa di questo insieme di minacce, le lumache giganti sono totalmente vietate nei luoghi dove sono già una specie invasiva. Allo stesso modo, anche in altri paesi dove non ci sono ancora popolazioni in natura, il loro possesso è vietato.

Lumaca gigante Achatina su un ramo.

Cura della lumaca gigante in cattività

La cura della lumaca gigante è un po’ complicata. Infatti, dal momento in cui si acquisisce un gruppo di esemplari, bisogna tenerli sotto controllo per assicurarsi che non si riproducano velocemente e che non contengano parassiti.

Questi animali vivono in media 6 anni, ma possono vivere anche 10 anni e alcuni esemplari anche di più. Questi invertebrati richiedono un controllo costante della temperatura, il lavaggio e spesso soffrono di molte malattie batteriche.

Come dovrebbe essere il terrario?

Il guscio della lumaca gigante può arrivare a misurare più di 27 centimetri di diametro e distesa può raggiungere i 38 centimetri. Dai conseguenza, un animale così grande dovrebbe essere alloggiato in un terrario di non meno di 20 litri.

Inoltre, questo invertebrato ha bisogno di un substrato di terriccio misto a fibra di cocco. D’altra parte, si dovrebbero aggiungere anche pezzi di legno e di sughero, così come pezzi di vasi di terracotta che fungono da nascondigli per le lumache.

Non è necessario aggiungere altre decorazioni, come piante vive, perché le lumache le mangerebbero. Inoltre, tutto il materiale che viene introdotto nel terrario deve essere completamente disinfettato.

Condizioni ambientali

Le condizioni ambientali di base che dovrebbero essere monitorate quotidianamente sono la temperatura e l’umidità. Se una delle due si allontana dai parametri adeguati, gli animali possono morire o entrare in uno stato di ibernazione.

Per quanto riguarda la temperatura, il terrario dovrebbe essere mantenuto a circa 25 ºC. Tuttavia, questo animale può sopravvivere in un margine tra i 19 e i 26 °C. Però, se la temperatura scende al di fuori di questo intervallo ottimale, le lumache cominceranno ad avere difficoltà.

Ugualmente, anche l’umidità è fondamentale. Quotidianamente si dovrebbe nebulizzare con acqua il substrato  per mantenerlo umido, ma mai inzuppato d’acqua. Infatti, un eccesso di umidità favorisce la comparsa di agenti patogeni dannosi per l’animale.

Le lumache richiedono questa attenzione all’umidità per evitare la disidratazione e possibili problemi al loro guscio. Eventualmente, se si usa un qualche tipo di riscaldatore per mantenere la temperatura, sempre all’esterno del terrario, si dovrebbe nebulizzare con acqua il terrario più frequentemente.

Invece, se il substrato risulta troppo bagnato, anche se non viene spruzzato quotidianamente, significa che c’è un problema di aerazione. Per risolvere il problema, può venire in aiuto l’installazione di piccoli ventilatori nel terrario o il posizionamento di un coperchio a rete.

Alimentazione della lumaca gigante

La lumaca gigante è un animale onnivoro, quindi mangia quasi di tutto. Tuttavia, in cattività è meglio alimentare le lumache adulte con frutta e verdura fresca. Questa può essere collocata sul substrato del terrario.

Comunque, è importante non lasciare il cibo nel terrario per più di due giorni, perché marcirà. In questi casi, è meglio ridurre la quantità di cibo, per evitare queste situazioni.

Infine, non fa mai male mettere un abbeveratoio per rettili nel terrario. Anche se le lumache assumono tutta l’acqua di cui hanno bisogno dal cibo, è meglio non fare affidamento esclusivamente su di esso. Infine, è essenziale aggiungere un osso di seppia nel terrario. Infatti, questo apporterà calcio alla lumaca che è un elemento essenziale per la buona salute del suo guscio.

Riproduzione

Semplicemente, tenendo due lumache adulte nello stesso terrario, si riprodurranno automaticamente. Difatti, le lumache sono animali ermafroditi, quindi ogni esemplare ha entrambi i sessi.

Una singola lumaca gigante può deporre una media di 1200 uova all’anno. Queste sono abbastanza grandi, di colore giallo e vengono sotterrate nel terreno. La cosa più sensata da fare quando questo accade è sbarazzarsi di loro congelandole o lasciandole essiccare.

Controllare la riproduzione di questi animali è estremamente necessario. Purtroppo, in molti paesi si è già visto il disastro che provocano alle colture ed alla natura quando scappano o vengono liberate.

Lumaca gigante Achatina.

Come avrete notato, è un po’ difficile raccomandare ottimisticamente questo genere di lumache come animali domestici. L’allevamento di una lumaca gigante dovrebbe essere contemplato solo in luoghi dove è legale importarla. Inoltre, prima di entrare in possesso di qualche esemplare, si dovrebbe avere una certa esperienza nel tenere animali esotici.

Potrebbe interessarti ...
Rana Pacman: caratteristiche e come prendersene cura
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Rana Pacman: caratteristiche e come prendersene cura

La rana Pacman è l'animale perfetto per farvi conoscere il mondo degli animali esotici, anche se non avete molta esperienza di queste specie.



  • Franco Gonzáles, N. (2018). Plan de Prevención, Control y Manejo (PPCM) de Caracol Gigante Africano (Achatina fulica) en la Jurisdicción CAR. Dirección de Recursos Naturales, Grupo de Biodiversidad.
  • McLeod, L. (October, 2019). The Caring and Keeping of Giant African Land Snails. The Spruce Pets. Disponible en: https://www.thesprucepets.com/giant-african-land-snails-achatina-spp-1237228
  • Real Decreto 630/2013, de 2 de agosto, por el que se regula el Catálogo español de especies exóticas invasoras. Boletín Oficial del Estado. España.