Perché il colibrì svolazza così velocemente?

Il colibrì svolazza così velocemente che gli umani hanno bisogno di un'attrezzatura video speciale per vederlo. Scoprite in questo articolo cosa rende possibile questa meraviglia.
Perché il colibrì svolazza così velocemente?

Ultimo aggiornamento: 07 agosto, 2021

Il colibrì svolazza così velocemente che a volte viene scambiato per un altro insetto che si aggira tra i fiori in cerca di nettare. Nessuno mette in dubbio la velocità di sbattimento di un insetto, ma con un uccello le cose cambiano.

Se vi siete mai chiesti perché il colibrì svolazza così velocemente, in questo articolo troverete le risposte. I meccanismi di adattamento di questo bellissimo uccello non vi lasceranno affatto indifferenti.

Caratteristiche del colibrì

I colibrì sono uccelli appartenenti a una sottofamiglia di uccelli apodiformi chiamati Trochilinae. Ci sono più di 300 specie di colibrì sparse in tutto il continente americano, ma la loro più alta concentrazione è in America Centrale.

Il becco di questi uccelli è uno degli adattamenti più sorprendenti che possiedono, oltre alle ali. La forma allungata e conica – e talvolta curva – è perfetta per estrarre il nettare dai fiori, di cui si nutrono. A seconda delle esigenze della specie, il becco può misurare quasi quanto l’intero corpo. 

Si tratta di uno degli uccelli più piccoli che esistono. Le sue dimensioni, la dieta e il modo di volare gli conferiscono abilità uniche, ma anche alcuni svantaggi. Se volete sapere tutto sulla morfologia di questo bellissimo animale, continuate a leggere.

Perché il colibrì svolazza così velocemente?

Perché svolazza così velocemente?

Alcuni ricercatori affermano che il volo di un colibrì è più simile al volo degli insetti che a quello degli uccelli. Questi piccoli uccelli possono rimanere statici nell’aria in un punto fisso, e da lì spostarsi su, giù o addirittura all’indietro.

Un colibrì svolazza, in media, fino a 53 volte al secondo. Il più veloce, il colibrì ametista (Calliphlox amethystina), sbatte le ali 80 volte al secondo. All’altro estremo c’è il colibrì gigante (Patagona gigas), che svolazza circa 10-15 volte al secondo.

Ma perché il colibrì svolazza a questa velocità? Questi uccelli hanno bisogno di rimanere fissi nell’aria mentre estraggono il nettare dai fiori, di cui si nutrono. Inoltre, questi rapidi movimenti rendono difficile la caccia da parte dei predatori.

Secondo gli studi, i mitocondri nelle cellule muscolari di questi uccelli funzionano due volte più velocemente di quelli dei mammiferi. Pertanto, questi uccelli sono in grado di generare energia più rapidamente e mantenere una velocità di volo proibitiva per qualsiasi altro animale.

Il prezzo per un volo così veloce

Per muoversi a quella velocità con un corpo così piccolo, ci vuole una grande quantità di energia. Il metabolismo basale del colibrì, cioè quando è a riposo, è già tremendamente alto.

I colibrì vivono in un equilibrio molto delicato tra la leggerezza che permette loro di succhiare i fiori e la necessità di consumare enormi quantità di cibo. Per sopravvivere, un colibrì deve nutrirsi ogni 15-20 minuti.

Il colibrì svolazza così velocemente grazie alla sua morfologia

Anche il disegno delle ali di questi uccelli è molto diverso da quello dei loro congeneri, poiché hanno la forma di una spada e si collegano con il corpo solo dall’articolazione della schiena. Grazie a ciò, questo uccellino può ruotare le ali di quasi 180 gradi, il che gli consente di rimanere in aria e muoversi dallo stesso punto.

I colibrì non possono posarsi sui fiori per nutrirsi, poiché hanno zampe molto sottili e deboli.

Differenze nel volo dei più grandi colibrì

Un colibrì svolazza più lentamente all’aumentare delle dimensioni della specie. Ciò richiede una maggiore capacità muscolare, che è direttamente correlata alla capacità dell’uccello di accelerare bruscamente, frenare a metà volo o fare curve strette.

In questo modo, le specie di colibrì più grandi compensano la maggiore massa corporea e le piccole dimensioni delle loro ali.

Qual è la sua frequenza cardiaca?

Unito a uno dei metabolismi più veloci della biosfera, il colibrì ha la frequenza cardiaca più veloce nei vertebrati: 1.200 battiti al minuto. Se così non fosse, i nutrienti non raggiungerebbero tutto il corpo e, quindi, il fabbisogno energetico di questo uccellino non potrebbe essere coperto.

Un colibrì si bagna in una fontana.

Il colibrì è uno degli uccelli più venerati dall’uomo. Ciò non deve sorprendere, perché le imprese aeree di questo uccello sorprendono fin dal primo momento, tanto da scambiarlo per un calabrone. Quali segreti verranno ancora svelati su di esso? La scienza, ovviamente, non si ferma.



  • California Academy of Sciences. (2014). Hummingbird Evolution. https://www.calacademy.org/explore-science/hummingbird-evolution
  • Warrick, D. R., Tobalske, B. W., & Powers, D. R. 2005. Aerodynamics of the hovering hummingbird. Nature, 435(7045), 1094.
  • Roslyn Dakin, Paolo S. Segre, Andrew D. Straw, Douglas L. Altshuler. “Morphology, muscle capacity, skill, and maneuvering ability in hummingbirds“. Science 359: 6376 (653 – 657). 9 de febrero de 2018.