Ulcera corneale nel cane: consigli e cure

30 agosto, 2020
Le ulcere corneali nei cani sono una fonte di preoccupazione per i tutor, oltre che molto fastidiose per i nostri animali. In questo articolo presentiamo alcuni consigli utili per prevenirle ed eventualmente curarle.

Gli occhi sono uno degli organi più complessi del corpo. A causa di questa complessità, ci sono molti processi patologici che possono colpirli. D’altronde, più una cosa è complessa e più è delicata. Tra tutte le possibili alterazioni, in questo articolo parliamo di una che si distingue per la sua natura insidiosa: l’ulcera corneale nel cane. 

Cos’è un ulcera corneale?

Ricordando la struttura dell’occhio, sappiamo che all’esterno è coperto da un elemento chiamato cornea. Un’ulcera corneale non è altro che una perdita di continuità in questo strato esterno del bulbo oculare.

Di solito è associato a un intenso disagio o un forte dolore, a seconda dell’entità della lesione. Tra le altre cose, sono anche presenti infiammazioni, secrezioni, lacrimazione e fotofobia (paura della luce).

Cause e consigli preventivi

Cause

Le cause meccaniche sono le più comuni nelle ulcere corneali nei cani. Tra gli elementi causali esterni sono inclusi traumi, ustioni o corpi estranei. Per quanto riguarda invece le alterazioni anatomiche, sono coinvolte tutte quelle che hanno a che fare con problemi alle palpebre o alle ciglia.

  • Entropion: alterazione in cui la palpebra si rivolta verso il bulbo oculare.
  • Ciglia ectopiche: quando le ciglia si sviluppano in una posizione scorretta o in un’area anormale producendo attrito nel bulbo oculare.
  • Distichia: Anomalia congenita dove si produce la crescita delle ciglia verso l’interno dell’occhio, invece che verso l’esterno.

D’altra parte, sono presenti anche agenti biologici, principalmente virus, che possono causare questo tipo di lesioni.

I batteri sono solitamente presenti in molte ulcere, anche se non ne sono la causa. In realtà, nella maggior parte delle occasioni appaiono secondariamente.

Cane dal veterinario, ulcera corneale.

Consigli preventivi

Conoscendo le cause principali, possiamo concentrarci su alcune raccomandazioni per prevenire queste fastidiose ulcere corneali nei cani:

  • È necessario controllare spesso gli occhi, soprattutto dopo le passeggiate. Se il cane è stato a contatto con erba o cespugli è possibile che un corpo estraneo si sia incastrato nella cavità oculare e, prima lo rimuoviamo minore sarà la lesione. Potrebbe essere utile portare con noi una soluzione adatta o un po’ d’acqua, in modo che se ciò dovesse accadere, si possa effettuare con delicatezza un lavaggio oculare profondo.
  • Quando è possibile, dobbiamo cercare di risolvere il prima possibile le eventuali alterazioni anatomiche. La risoluzione chirurgica precoce, eviterà che col tempo si sviluppino conseguenze più serie.
  • Dovremmo intensificare le precauzioni ogni volta che maneggiamo prodotti potenzialmente dannosi. Per esempio, se si maneggiano prodotti chimici, come la candeggina, dovremmo evitare che l’animale entri involontariamente in contatto con queste sostanze.  Oppure, luoghi di lavoro come le officine meccaniche, dove si producono schegge di metallo o scintille, possono potenzialmente presentare situazioni rischiose per l’animale.

Trattamento dell’ulcera corneale nel cane

Tuttavia, se nonostante queste raccomandazioni, l’animale malauguratamente  sviluppa un’ulcera corneale, dovremmo rivolgerci ad un veterinario e farlo curare immediatamente.

In linea generale, gli interventi terapeutici sono i seguenti:

  • Ovviamente, per prima cosa dovremmo eliminare la causa. Per esempio: rimuovere un eventuale corpo estraneo, risolvere l’alterazione anatomica che ha causato l’ulcera corneale o pulire qualsiasi agente corrosivo entrato in contatto con l’occhio dell’animale.
  • Ridurre il dolore: dato che questa situazione può essere molto dolorosa per il cane, è di vitale importanza assicurargli il massimo sollievo possibile. Su questa linea, si potrà applicare un trattamento antinfiammatorio e analgesico. Questo trattamento può essere topico, in collirio, o sistemico.
  • In queste situazioni è essenziale mantenere l’occhio del cane protetto. Nonostante la medicazione, è frequente che il cane tenda a sfregarsi, il che può aggravare notevolmente la condizione. In questi casi sarà utile utilizzare un collare elisabettianoper evitare complicazioni nel processo di cura.
  • Terapia antibiotica: si raccomanda l’utilizzo di antibiotici perché, sebbene l’ulcera abbia un’origine traumatica, di solito si verificano infezioni secondarie.
  • Chirurgia: in alcuni casi come per esempio ulcere estese, profonde o di lunga durata, può essere necessaria una risoluzione chirurgica.
Veterinario che esamina gli occhi a un cane con ulcera corneale.

Come abbiamo potuto vedere, il problema delle ulcere corneali è un argomento molto vasto. È una delle alterazioni oculari che i veterinari affrontano più frequentemente.

Ci auguriamo che questi consigli siano stati utili e se notate qualche strano sintomo negli occhi del vostro cane, non esitate a contattare il veterinario. In presenza di un’ulcera corneale nel cane è doveroso un intervento immediato.