I pappagalli che arrossiscono come gli umani

29 Agosto 2019
Secondo uno studio, i pappagalli che arrossiscono mettono in pratica una forma di comunicazione con i loro simili che avviene attraverso il viso

Gli ara sono i più grandi pappagalli che esistono sul nostro pianeta. Questi uccelli possiedono una sorprendente intelligenza emotiva. Pensate che uno studio recente ha dimostrato che ci sono dei pappagalli che arrossiscono come gli umani.

Quando gli esseri umani provano emozioni estreme come la vergogna, il sangue si accumula nei vasi sanguigni del nostro viso, e ci fa arrossire. Questa è una forma di comunicazione visiva e sembra che la condividiamo con altre specie. Scopriamo insieme i pappagalli che arrossiscono come gli umani.

I pappagalli che arrossiscono come gli umani

Si tratta degli ara gialloblu (Ara ararauna), una delle specie di pappagalli più grandi tra quelli conosciuti. Questi animali cambiano il colore del loro viso ed arrossiscono con l’intenzione di comunicare con i loro simili, come evidenziato dalla ricercatrice Aline Bertin nel suo ultimo studio.

L’indagine è stata condotta con cinque esemplari di questa specie tenuti in cattività, monitorando il modo in cui interagiscono con l’uomo e con il resto dei pappagalli.

Questi uccelli presentano una zona priva di piume sulle guance, di colore bianco e con strisce nere. Durante lo studio sono state monitorate sia le piume della testa che quest’area della pelle, il che ha permesso di verificare che questi pappagalli arrossiscono come gli umani.

Sia le piume sia il rossore di quest’area sembrano essere correlati ad interazioni positive, che si verificavano frequentemente quando gli studiosi parlavano ed interagivano con questi uccelli. Questo dimostra che gli ara usano la loro faccia per comunicare più di quanto si pensi.

Ara ararauna che arrossiscono

Questo curioso studio è stato condotto su un piccolo campione di uccelli, quindi non bisogna trarre grandi conclusioni. Tuttavia, potrebbe consentire a coloro che hanno un pappagallo come animale domestico di interagire meglio con il loro amico piumato.

Gli ara gialloblu

Questa specie fa parte della famiglia degli Psittacidi e vive nelle aree tropicali del Sud America, principalmente dal Paraguay a Panama.

Conosciuto per la sua bellezza unica, l’ara gialloblu è un uccello che pesa oltre un chilo e dai colori vivaci. Si caratterizza per il piumaggio blu e giallo, da cui prende il nome. Come altri uccelli di questo gruppo, è un chiaro esempio di monogamia nel regno animale: gli ara gialloblu nidificano circa ogni due anni e depongono tra le due e le tre uova, che vengono incubate per un mese.

Ara gialloblu che arrossiscono

Sono uccelli straordinari che, tra le altre cose, possono ingerire frutti che risulterebbero velenosi per altri animali. Per contrastare l’effetto del veleno di solito mangiano argilla, il che consente loro di avere una dieta esclusiva e di non dover competere con gli altri animali.

Gli ara si riproducono bene in cattività, rendendolo una delle specie di pappagalli più diffusa come animale domestico, grazie alla loro grande intelligenza e capacità di imitare il linguaggio umano.

Anche così, sono animali particolarmente esigenti e solo le persone con esperienza nella cura di questi uccelli dovrebbero considerare di acquistarne uno. L’ideale sarebbe avere più esemplari, trascorrere almeno due ore al giorno per interagire con loro e farli stare in una voliera piuttosto grande.

Ciò che è chiaro è che questi animali diventano talmente dipendenti dall’attenzione dell’uomo che arrossiscono quando godono della nostra compagnia.

Facial display and blushing: Means of visual communication in blue-and-yellow macaws (Ara Ararauna)? PLoS ONE 13(8): e0201762.