Il cacajao calvus: habitat, caratteristiche e riproduzione

Scoprite il cacajao calvus, un piccolo primate calvo che danza in cima agli alberi dell'Amazzonia.
Il cacajao calvus: habitat, caratteristiche e riproduzione
Sara González Juárez

Scritto e verificato da lo psicologo Sara González Juárez.

Ultimo aggiornamento: 01 ottobre, 2022

Il cacajao calvus, comunemente chiamato uakari calvo, è un primate molto particolare e dall’aspetto sorprendente. Il suo viso rosso brillante e la sua pelliccia dorata attirano l’attenzione anche tra le cime degli alberi.

Come molti altri animali dell’Amazzonia, il cacajao calvus lotta ogni giorno per adattarsi al suo habitat, compromesso e in costante mutazione. Il modo migliore per risvegliare le coscienze delle persone è di far conoscere meglio questa specie. Non perdetevi le prossime righe.

Tassonomia e descrizione fisica del cacajao calvus

Il cacajao (Cacajao calvus) è un primate platirrino che appartiene alla famiglia dei Pitecidi; questa comprende 54 specie che hanno come caratteristica in comune i canini orientati in direzione laterale. Inoltre, questi denti sono separati dagli incisivi per mezzo di un diastema.

L’aspetto più caratteristico dell’aspetto di questo primate è il suo viso, completamente privo di pelo e di un rosso brillante. La sua faccia è ampia, con narici abbastanza separate tra loro, mentre la pelliccia in genere è di colore biancastro, marrone o grigiastro. Inoltre, sono riconosciute 4 sottospecie di Cacajao calvus:

  • Cacajao calvus calvus: uakari bianco.
  • Cacajao calvus rubicundus: uakari rosso.
  • Cacajao calvus ucayalii.
  • Cacajao calvus novaesi.

Sono di taglia piccola (sebbene sia la specie più grande della famiglia dei Pitecidi), e non pesano più di 3 chili e mezzo. I maschi sono leggermente più grandi delle femmine, poiché raggiungono i 45 centimetri di altezza, mentre le femmine 44. La coda in genere è lunga circa 15 centimetri, anche se non è prensile.

Habitat

Lo uakari calvo può essere trovato nella foresta pluviale amazzonica in Brasile, Perù e Colombia. Di solito vive lungo fiumi e laghi all’interno della foresta, sempre vicino all’acqua e alle zone paludose che si allagano durante i monsoni.

Sono animali arboricoli, ossia trascorrono tutta la loro vita in cima agli alberi e scendono a terra solo in rare occasioni.

Alimentazione del cacajao

Gli u akari sono principalmente frugivori: si nutrono di semi di frutta acerba, di frutta matura, di foglie e di nettare. Tuttavia, sono onnivori, quindi la loro dieta comprende anche alcuni tipi di insetti.

Hanno una mascella adattata a questo tipo di alimentazione, massiccia e con muscoli forti per poter rompere i gusci duri. Si nutrono infatti di semi e frutti che, per la durezza del loro guscio, non sono adatti alla dieta di altre specie di primati. Questo adattamento è molto utile, poiché in questo modo non trovano concorrenza per alcuni tipi di cibo.

Comportamento

Il cacajao è un primate diurno e gregario che vive in gruppi fino a 30 membri, anche se sono stati documentati anche gruppi di 100 individui. Di notte si arrampicano su alberi alti per dormire e durante il giorno trascorrono la maggior parte del tempo a cercare cibo, scendendo raramente a terra per questo compito.

Durante la stagione secca si avventurano alla base della foresta per trovare semi e germogli da mangiare.

Non sono animali molto rumorosi. Tuttavia, quando si tratta di marcare il territorio o di giocare, emettono forti stridii. Sono animali attivi, agili e molto intelligenti, motivo per cui fanno uso di una comunicazione complessa all’interno del gruppo.

Riproduzione del cacajao

Questo primate ha una vita media in libertà di 18 anni, ma essendo animali così intelligenti, la loro infanzia dura più a lungo. Pertanto, le femmine raggiungono la maturità sessuale a 3 anni di età, mentre i maschi la raggiungono ancora più tardi, a 6 anni.

Quando arriva la stagione degli amori (da ottobre a maggio), la femmina emana un caratteristico odore che attira i maschi. Dopo l’accoppiamento e una gestazione di circa 182 giorni, la femmina darà alla luce un unico piccolo di cui si prenderà cura da sola. L’allattamento dura dai 3 ai 5 mesi.

Le femmine concepiscono un solo piccolo ogni due anni.

Durante il periodo successivo allo svezzamento, il piccolo di cacajao avrà il tempo di imparare a badare a se stesso, a funzionare all’interno del gruppo e a sopravvivere. Imparerà tutto questo dai suoi coetanei, socializzando e osservando i loro comportamenti e le loro tecniche.

Stato di conservazione

Attualmente, la IUCN classifica gli uakari calvi come specie vulnerabile all’estinzione (VU). Oltre alla massiccia deforestazione della foresta pluviale amazzonica, i principali pericoli che corrono sono dovuti alla caccia per il consumo umano.

La lista federale degli Stati Uniti li classifica come in via di estinzione e si trovano nell’Appendice I CITES.

La loro popolazione è diminuita del 30% negli ultimi anni e continua a diminuire. Vista la maturità sessuale tardiva, insieme alla specificità del loro habitat e all’esiguità del loro territorio, non sarebbe strano se da un momento all’altro corressero seriamente il rischio di scomparire. Ecco perché dobbiamo prenderci cura del pianeta: il cacajao è solo una delle migliaia di specie che soffrono per mano dell’uomo. Aiutiamolo.

Potrebbe interessarti ...
Il comportamento dei primati, affascinanti “quasi” umani
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il comportamento dei primati, affascinanti “quasi” umani

Il comportamento dei primati è gregario, territoriale e gerarchico. Mostrano atteggiamenti affiliativi, agonistici e grande intelligenza.