Tutto sul galletto di roccia andino: habitat, riproduzione e caratteristiche

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, la canzone del galletto di roccia andino è più simile a uno stridio o a un ringhio, che risulta fastidioso alle orecchie umane.
Tutto sul galletto di roccia andino: habitat, riproduzione e caratteristiche
Cesar Paul Gonzalez Gonzalez

Scritto e verificato da il biologo Cesar Paul Gonzalez Gonzalez.

Ultimo aggiornamento: 14 ottobre, 2022

Il galletto di roccia andino è un bellissimo uccello originario del Sud America che si caratterizza per il suo piumaggio colorato ed elegante. Infatti, grazie al suo aspetto, è considerato uno degli uccelli più iconici della regione e l’uccello nazionale del Perù, il che ha incoraggiato la cattura e il traffico illegali di questa specie.

Il nome scientifico di questa specie è Rupicola peruvianus. Appartiene alla famiglia dei Cotingidae, nota perché raggruppa vari uccelli dai colori vivaci che vivono nelle regioni tropicali. Continuate a leggere questo articolo e scoprite tutto quello che c’è da sapere sul galletto di roccia andino.

Habitat e distribuzione

Il galletto di roccia andino ha una distribuzione abbastanza ristretta, poiché si trova solo nelle zone rocciose del nord della catena montuosa delle Ande. Ciò significa che abita zone di media altitudine che vanno dai 400 metri ai 2.500 metri sul livello del mare.

Questo uccello appartiene all’ecosistema della foresta pluviale, che gode di un’elevata umidità e temperature comprese tra 12 e 23°C. Queste caratteristiche consentono la sopravvivenza di un vasto numero di specie vegetali selvatiche.

Galletto di roccia andino
Rupicola peruvianus.

Caratteristiche fisiche del galetto di roccia andino

Il galletto di roccia andino misura in media tra i 30 e i 35 centimetri di lunghezza. Sia le zampe che il becco sono piccoli, ma allo stesso tempo resistenti e duri. Inoltre, ha una cresta a forma di disco che copre e nasconde quasi tutto il becco, che è la caratteristica più evidente della specie.

Presentano un evidente dimorfismo sessuale, che rende semplice distinguere gli esemplari di sesso diverso ad occhio nudo. Come in altri tipi di uccelli, il maschio è quello che ha il piumaggio più luminoso, con una combinazione di colori arancio, rosso, argento e nero. Al contrario, la femmina presenta un aspetto dal colore più scuro e opaco, con una combinazione di tonalità marroni e nere.

Allo stesso modo, anche il colore delle estremità (zampe e becco) varia a seconda del sesso dell’esemplare. Nel caso dei maschi, hanno tonalità accese: giallo o arancione. Tuttavia, le femmine esibiscono colori neri o marroni che sono meno appariscenti e si abbinano ai toni del loro piumaggio.

Sottospecie del galletto di roccia andino

La catena montuosa delle Ande funge da barriera biologica che impedisce la comunicazione tra alcune popolazioni di questo uccello. Ciò ha generato un fenomeno di speciazione che lo ha suddiviso in diverse sottospecie in base alla loro ubicazione. Il database mondiale di Avibase attualmente riconosce 4 sottospecie di galletto di roccia andino:

  • 1. Rupicola peruvianus sanguinolentus: è distribuito tra la Colombia occidentale e l’Ecuador nord-orientale.
  • 2. Rupicola peruvianus aequatorialis: il suo habitat va dal Venezuela occidentale, passando attraverso la Colombia centro-orientale, e raggiunge l’Ecuador e il Perù orientale.
  • 3. Rupicola peruvianus peruvianus: si trova nel Perù centrale e vicino al sud di Junín, Buenos Aires.
  • 4. Rupicola peruvianus saturatus: distribuito nel sud-est del Perù e verso l’ovest della Bolivia.

Comportamento

Nonostante sia un uccello vistoso e affascinante, il galletto di roccia andino è un esemplare riservato che preferisce rimanere per lo più nascosto. È una specie diurna, quindi svolge la maggior parte delle sue attività durante la mattina e il pomeriggio. Tuttavia, tende a scegliere zone rocciose, con accesso immediato a risorse come acqua e cibo, per evitare di allontanarsi troppo.

Sebbene appartenga al gruppo degli uccelli canori (Passeriformi), questa specie ricorre raramente alle vocalizzazioni. In effetti, si potrebbe dire che il loro canto si verifica quasi esclusivamente durante la stagione degli amori, poiché raramente lo usano come monito contro i nemici.

Alimentazione del galletto di roccia andino

La dieta del galletto di roccia andino si basa interamente sul consumo di frutta (frugivori), abbastanza abbondante nel suo habitat. Inoltre, poiché il suo habitat è costantemente umido, gli alberi producono frutti durante tutto l’anno. Inoltre, dopo aver digerito il cibo, i suoi escrementi contengono semi di specie vegetali, facilitandone così la dispersione e di conseguenza la rigenerazione del suo ecosistema.

Va notato che la dieta del galletto di roccia andino cambia a seconda della sua fase di vita, poiché quando sono giovani hanno bisogno di un grande apporto di proteine. Traggono questi nutrienti tramite l’ingestione di diversi insetti. Tuttavia, non appena finiscono di svilupparsi e diventano indipendenti, cambieranno alimentazione e inizieranno a consumare solo frutta.

Riproduzione

Il galletto di roccia andino è un uccello poligamo che cambia partner ad ogni ciclo riproduttivo. La stagione riproduttiva inizia solitamente ad ottobre con la danza di corteggiamento dei maschi. Durante questa stagione, tutti i maschi del gruppo si radunano per cantare e mostrare il loro piumaggio in modo da attirare l’attenzione delle femmine.

Una volta che la femmina ha scelto il suo compagno, ha luogo l’accoppiamento. Trascorso questo momento, però, il maschio abbandonerà la femmina e spetterà a lei portare a termine il processo di allevamento dei suoi piccoli. Per cominciare, sceglierà come nido una fessura rocciosa o una grotta vicino a una fonte d’acqua. Successivamente, decorerà l’interno con muschio e licheni per mantenerlo al caldo.

Galletto di roccia andino femmina in posa
Rupicola peruvianus.

Durante il mese di novembre, la femmina deporrà le uova e inizierà a covarle. Questo processo dura circa quaranta giorni, anche se i pulcini dipenderanno dalla madre per almeno altri tre mesi dopo la schiusa.

Anche se il maschio non cresce i suoi piccoli, in realtà li protegge stando lontano da loro. La colorazione brillante del padre potrebbe segnalare la posizione del nido ai predatori, quindi i loro piccoli avranno maggiori possibilità di sopravvivenza se il padre non si prende cura di loro. Al contrario, il piumaggio opaco della femmina serve a farla passare inosservata e a mimetizzarsi con l’ambiente roccioso.

Come potete vedere, il galletto di roccia andino è una specie particolare e piuttosto curiosa. Oltre alla sua colorazione esuberante, ha una storia naturale complessa che si distingue da quella di altri uccelli tropicali della regione. Questo spiega in gran parte perché viene considerato uno degli uccelli più belli del mondo.

Potrebbe interessarti ...
La cicogna jabiru, un enorme uccello tropicale
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
La cicogna jabiru, un enorme uccello tropicale

La cicogna jabiru è un grande uccello tropicale che abita il Messico meridionale, l'America centrale fino al nord dell'Argentina.



  • Stevens, H. C., Re, B., & Becker, C. D. (2020). Estimating survival for Andean Cocks-of-the-rock (Rupicola peruvianus) at a lek in Ecuador. The Wilson Journal of Ornithology, 132(3), 784-790.
  • Maillard, O., & Caballero, E. (2003). Nidificación del Gallito de la Roca (Rupicola peruviana) en el Valle de San Onofre, Cochabamba, Bolivia. Ornitologia Neotropical, 14, 263-265.
  • Sistema Nacional de Información ambiental. (sf). Rupicola peruvianus. Recuperado el 11 de octubre de 2022, disponible en: https://sinia.minam.gob.pe/contenido/rupicola-peruvianus
  • Avibase. (sf). Andean Cock-of-the-rock: Rupicola peruvianus (Latham, J 1790). Recuperado el 11 de octubre de 2022, disponible en: https://avibase.bsc-eoc.org/species.jsp?lang=EN&avibaseid=33440684D62482BF&sec=summary
  • Huamán, K. (2018). INFLUENCIA SOCIAL EN LA PERMANENCIA DEL HÁBITAT DEL RUPÍCOLA PERUVIANA EN EL PARQUE NACIONAL YANACHAGA CHEMILLEN-HUAMPAL-OXAPAMPA. (Tesis de grado, Universidad Nacional Daniel Alcides Carrión)
  • Iannacone, J. (2004). El Gallito de las Rocas “Ave Nacional del Perú”: Comentarios. The Biologist (Lima), 2(1).