L'orso panda e i 28 animali in pericolo di estinzione

Il 20% della biodiversità del pianeta è vulnerabile o in pericolo critico. Orsi panda, salamandre e altre specie sono a rischio di estinzione a causa di minacce come il cambiamento climatico.
L'orso panda e i 28 animali in pericolo di estinzione

Ultimo aggiornamento: 04 luglio, 2024

In un mondo in cui la biodiversità sta scomparendo a un ritmo allarmante, è imperativo diventare consapevoli e agire. Nel 2023 ci saranno più di sette milioni di specie animali sul pianeta Terra e un quinto sarà in pericolo di estinzione.

Da maestosi predatori a piccoli abitanti di ecosistemi unici, faremo un tour tra le specie che rischiano di scomparire e che richiedono la nostra protezione.

Specie a rischio estinzione nel 2023

Senza un ordine specifico, includiamo gli animali che sono a rischio critico o in stato vulnerabile, secondo la lista rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), a causa del numero di esemplari che sussistono in natura, la cui quantità è diminuita drasticamente negli ultimi anni.

1. Pangolino

Il pangolino è una specie in via di estinzione.
La sopravvivenza del pangolino è a rischio a causa della perdita del suo habitat. Credito: iStockphoto.

Questo piccolo mammifero, ricoperto di scaglie, ha la capacità di trasformarsi in una palla se arrotolato. Esistono otto specie che vivono in Africa e in Asia, dove vengono cacciate. Secondo la IUCN, tutti loro sono in “critico pericolo” di estinzione a causa della caccia e della perdita del loro habitat.

Solo tra il 2011 e il 2013, queste attività hanno causato la morte di quasi un quarto di milione di queste creature.

Nonostante il divieto di caccia e traffico, decretato nel 2017, si ritiene che delle otto specie ne restino al mondo solo meno di 200.000 esemplari.

Questi animali sono importanti per bilanciare gli ecosistemi, perché controllano il numero di insetti. Attualmente hanno subito l’ingiusto discredito di essere sospettati della diffusione del Covid-19.

2. Mandrillo ( Sfinge Mandrillus )

Il mandrillo è una specie “vulnerabile”, a causa della deforestazione e del bracconaggio. Credito: Marjon Besteman/Pixabay.

È un bellissimo mammifero che vive nelle zone tropicali dell’Africa. Questa specie ha un caratteristico muso dai colori vivaci e dimensioni imponenti. Purtroppo è tra gli animali in pericolo di estinzione nel 2023 a causa di una serie di minacce alla sua sopravvivenza, come le seguenti:

  • Bracconaggio
  • Deforestazione
  • Commercio illegale
  • Espansione dell’agricoltura e dell’industria

Secondo la IUCN questi primati africani si trovano in uno stato “vulnerabile”. Non si conoscono dati su quanti vivano in libertà, ma la loro popolazione è diminuita negli ultimi anni. Nel 2021, in Gabon sono stati registrati quasi 1.300 esemplari e molto probabilmente quel numero è diminuito.

3. Axolotl ( Ambystoma mexicanum )

Uno degli anfibi più a rischio di estinzione
L’axolotl è una specie “in grave pericolo di estinzione” a causa della contaminazione dei corpi idrici in cui vive. Credito: Alamy.

Conosciuto anche come il “mostro acquatico” del Messico, è una specie di anfibio unica, il cui habitat si trova nella zona umida di Xochimilco e che è in “critico pericolo” di estinzione dal 2006. La sua conservazione è importante, non solo per ragioni biologiche, ma anche culturali.

La sua capacità di rigenerare gli arti e il suo aspetto peculiare lo rendono speciale.

Ma questo, che può garantire la loro sopravvivenza, non li protegge dalle seguenti minacce:

  • Perdita della tua casa
  • Contaminazione dell’acqua
  • Specie invasive che lo minacciano

4. Raganella colombiana di Lynch ( Hyloscirtus lynchi )

La raganella colombiana di Lynch si appollaia su un ramo di un albero.
I corridoi di trasporto e di servizio minacciano l’habitat dell’Hyloscirtus lynchi. Credito: ProAves.

Questa rana è endemica della foresta nebbiosa montana, nelle Ande orientali, nel dipartimento di Santander, in Colombia. La lista rossa IUCN classifica questo anfibio in “critico pericolo” di estinzione a causa della perdita del suo habitat, a causa dell’agricoltura e dell’allevamento.

Si trovano per lo più in Canada,Di fronte al cambiamento climatico, la raganella colombiana di Lynch ora vive a quote più elevate, dove il clima è più freddo. [/atomic-nel-testo]

5. Orso polare ( Ursus maritimus )

[caption id="attachment_233208" align="alignnone" width="2560"]L'orso polare è uno degli animali in pericolo di estinzione. A causa dei cambiamenti climatici, l’orso polare è classificato come specie “vulnerabile”. Credito: Unsplash.[/caption]

Questi imponenti abitanti dell’Artico devono affrontare due gravi minacce: il cambiamento climatico e la perdita di habitat. dove rimangono allo stato selvatico solo circa 30.000 esemplari.

Questa specie dipende dal ghiaccio marino per cacciare le foche e sciogliersi. Tuttavia, il riscaldamento globale li costringe a percorrere distanze più lunghe per trovare cibo, riducendo le loro possibilità di sopravvivenza. Questo perché, per ogni sette giorni di scioglimento invernale, l’orso polare perde fino a sette chilogrammi di grasso.

[atomik-in-text]L’inquinamento in generale e le fuoriuscite di petrolio le portano sempre più in cima alla lista rossa delle specie a rischio di estinzione.

6. Tartaruga Angonoka ( Astrochelys yniphora ): uno degli animali a rischio di estinzione più colpiti

La tartaruga Angonoka è uno degli animali in pericolo di estinzione.
Astrochelys yniphora è minacciata dal traffico illegale. Credito: NTF30/Wikimedia Commons.

Chiamata anche “ tartaruga gioiello del Madagascar ”, era già stata dichiarata estinta, ma il miracolo della sua riscoperta avvenne nel 1984, in una zona selvaggia del Madagascar, dove è una specie endemica.

Questo, però, non lo ha escluso dalla lista rossa IUCN. È in “critico pericolo” di estinzione nel 2023 a causa del traffico illegale e del degrado del suo habitat, generato dalla deforestazione e dall’espansione umana.

Sono stati compiuti sforzi per reinserirli in natura, attraverso la riproduzione in cattività. Ciò ha rilanciato il loro bracconaggio, per cui queste iniziative sono state sospese finché il loro habitat, dove vivono poche centinaia di esemplari, non è stato messo in sicurezza.



7. Tigre del Bengala ( Panthera tigris tigris )

Tigre del Bengala nel suo habitat.
La tigre del Bengala è un felino classificato come specie “in pericolo di estinzione”. Credito: Alfonsopazphoto/Wikimedia Commons.

La tigre del Bengala è un felino maestoso noto per le sue strisce eleganti e i movimenti aggraziati. Nonostante la sua maestosità, solo 4.500 esemplari vivono liberamente nelle foreste e nelle savane di tutto il mondo, motivo per cui la IUCN li ha classificati come “in pericolo” nella sua lista rossa.

L’assegnazione di questa categoria è dovuta alla perdita della propria abitazione e alla caccia illegale. Con la scomparsa delle foreste tropicali e l’aumento dell’attività umana, questa specie lotta per sopravvivere.

8. Ara dalla fronte rossa ( Ara rubrogenys )

L'ara dalla fronte rossa si allarga in volo.
L’Ara rubrogenys è in pericolo a causa della distruzione del suo habitat e della sua cattura per essere utilizzata come animale domestico. Credito: Frank Wouters/iStockphoto.

Gli Ara sono uccelli colorati originari dell’America centrale e meridionale. Si distinguono per essere monogami per natura e ambiti come animali domestici. Secondo la IUCN, la specie Ara rubrogenys, che vive in Bolivia, è in “critico pericolo” di estinzione, a causa delle seguenti minacce:

  • Deforestazione
  • Inquinamento
  • Cattura e traffico illegale
  • Agricoltura e acquacoltura

L’ara dalla fronte rossa viveva nella foresta secca interandina. Il degrado del suo habitat a causa delle attività umane lo ha portato a stabilirsi in boschetti di spine e cactus nelle province di Chuquisaca, Santa Cruz e Cochabamba.

9. Indri ( Indri indri ): uno degli animali in via di estinzione dell’Africa

I lemuri sono uno degli animali in pericolo di estinzione.
La IUCN avverte che il Madagascar ha perso almeno il 37% della sua “copertura forestale” tra il 1973 e il 2014. Questa situazione minaccia specie come l’indri. Credito: iStockphoto.

I primati inferiori del Madagascar, con grandi occhi e lunghe code, erano i re delle foreste. In effetti, esistevano specie delle dimensioni di gorilla che sono già estinte. Ora, le loro popolazioni sono state ridotte in modo preoccupante, come nel caso degli indri, che sono “in grave pericolo” di estinzione.

Le principali cause del suo attuale stato di conservazione sono le seguenti:

  • Deforestazione
  • Cambiamento climatico
  • Bracconaggio e cattura illegale
La diminuzione della loro popolazione minaccia l’equilibrio ecologico dell’isola, perché sono necessari per disperdere i semi e arricchire la flora.

10. Lince pardina ( Lynx pardinus )

Una lince iberica su un tronco.
La caccia illegale e la perdita del suo habitat sono due delle principali minacce che mettono a rischio la sopravvivenza della lince iberica. Credito: iStockphoto.

Questo gioiello della fauna della penisola iberica è “in pericolo” di estinzione nel 2023. La sua inclusione nella lista rossa delle specie vulnerabili è iniziata da tempo e, nel 2003, è quasi scomparsa dal pianeta a causa di diverse minacce che hanno ridotto drasticamente la sua popolazione.

Tuttavia la IUCN precisa che il trend della popolazione è in aumento, con un numero stimato di 156 individui maturi. [/atomic-nel-testo]

Le principali sfide affrontate da questa specie sono le seguenti:

  • Caccia illegale.
  • Urbanizzazione.
  • Incidente stradale.
  • Diminuzione dei conigli selvatici (la loro preda principale).
  • Perdita della casa a causa dell’espansione dell’agricoltura.

[atomik-in-text]Gli sforzi di conservazione, come la reintroduzione nelle aree protette e l’istruzione pubblica, sono misure che dovrebbero essere tentate per salvare questa specie iconica.

11. Orso panda ( Ailuropoda melanoleuca )

Un orso panda comune in via di estinzione.
L’orso panda è classificato come una specie “vulnerabile”. Credito: iStockphoto.

Famoso per la sua pelliccia bianca e nera, questo maestoso essere vivente, il cui habitat è nell’Asia settentrionale, rischia di estinguersi nel 2023. Dichiarato a rischio dal 2016, oggi è in cima alla lista rossa dell’IUCN.

Il motivo principale è la distruzione del suo habitat in Cina e la sua dieta specializzata nel bambù, una specie vegetale sovrasfruttata che rischia di scomparire. Nonostante gli sforzi di conservazione, la popolazione di panda oggi varia tra i 500 e i 1.000 individui maturi.

Questo abitante delle montagne dell’Asia centrale è classificato come specie “vulnerabile” dal 2016Mentre la popolazione di Ailuropoda melanoleuca è in aumento, lo stesso non si può dire per il panda rosso ( Ailuro splendente ), che presenta una preoccupante diminuzione del numero di esemplari ed è classificato come specie “in pericolo di estinzione”..[/atomik-nel-testo]

12. Leopardo delle nevi ( Panthera uncia )

[caption id="attachment_234185" align="alignnone" width="1280"]Il leopardo delle nevi è uno degli animali in pericolo di estinzione. La IUCN precisa che ci sono tra 2.700 e 3.300 individui maturi di leopardo delle nevi. Credito: Nina/Pixabay.[/caption]

, quando è entrato nella lista rossa. Tra le minacce per il leopardo delle nevi ci sono le seguenti:

  • Bracconaggio.
  • Riduzione del loro habitat.
  • Cambiamenti climatici (dovuti alla modificazione del loro ambiente e dei modelli di caccia).

13. Gorilla di pianura occidentale

[caption id="attachment_234190" align="alignnone" width="1280"]Il gorilla di pianura occidentale è un animale in via di estinzione. Il cambiamento climatico è una delle principali minacce che il gorilla di pianura occidentale deve affrontare. Credito: Mira Meijer Burgers’ Zoo/Wikimedia Commons.[/caption]

Questi splendidi abitanti delle giungle africane del Gabon sono in “critico pericolo” di estinzione , poiché ne sono stati censiti circa 316.000 esemplari. La riduzione della sua popolazione è dovuta alle seguenti minacce:

  • per ricavarne la carne.
  • una di queste è il virus Ebola.
  • causata dalla deforestazione – per le piantagioni di palma da olio -, dall’estrazione mineraria e dall’espansione umana.
  • producono cambiamenti nelle temperature, che aumentano la probabilità di incendi.

14. Gru della Manciuria ( Grus japonensis )

[caption id="attachment_234186" align="alignnone" width="1280"]Gru della Manciuria nel loro habitat. La caccia illegale e l’inquinamento dei corpi idrici sono alcune delle principali minacce. Credito: Alastair Rae/Wikimedia Commons.[/caption]

Chiamati anche gru giapponesi, questi uccelli si trovano in uno stato “vulnerabile” a causa di diverse minacce, che a un numero stimato di 2.293 individui maturi.

Questo trend decrescente è dovuto a diversi fattori:

  • Caccia illegale.
  • Contaminazione dell’acqua.
  • Degrado delle zone umide.
  • Collisioni con linee elettriche.
  • Perdita di habitat nei paesi asiatici (a causa dell’urbanizzazione e dell’agricoltura intensiva).

[atomik-in-text]Proteggere questi uccelli è essenziale, non solo per la loro sopravvivenza, ma anche per preservare gli ecosistemi delle zone umide e la biodiversità in generale.

15. Balena blu antartica ( Baalenoptera musculus intermedia )

Balaenoptera musculus viene in superficie per respirare.
Si stima che la popolazione della balenottera azzurra antartica raggiunga i 3.000 individui. Credito: Libreria fotografica NOAA/Wikimedia Commons.

Le magnifiche balene blu sono gli animali più grandi del pianeta Terra e, a causa delle attività umane, sono in “critico pericolo” di estinzione. La caccia e il degrado dell’habitat sono le cause principali. Nel corso della storia, la caccia commerciale alle balene, per ricavarne carne e olio, le ha portate sull’orlo dell’estinzione, portandone al bando in molte nazioni negli anni ’60.

Tuttavia questa pratica continuò fino al 1972. Nel 1926 furono censiti circa 125.000 esemplari di questi cetacei. Oggi rimangono solo circa 3000 individui.

Nonostante le misure adottate per la sua preservazione, l’inquinamento, gli attacchi navali e il cambiamento climatico rimangono gravi minacce.

Proteggere le balene è essenziale per la biodiversità marina e l’equilibrio globale, poiché svolgono un ruolo importante nella regolazione degli ecosistemi marini e nella cattura delle emissioni di carbonio.

16. Gaviale indiano ( Gavialis gangeticus )

Gange Gharial sulle rive del fiume.
La sopravvivenza del Gavialis gangeticus è in pericolo dal 1986. Crediti: Charles J. Sharp/Wikimedia Commons.

Il gaviale del Gange, noto anche come “coccodrillo tursiope”, è in “critico pericolo” di estinzione, nonostante gli sforzi titanici intrapresi per la sua conservazione a partire dal 1970, quando la popolazione raggiunse i 10.000 individui.

Secondo la IUCN, si stima che la popolazione di questa specie asiatica oscilli tra i 300 e i 900 individui, a causa di diversi fattori:

  • Pesca eccessiva
  • Perdita di habitat
  • Contaminazione dell’acqua
Questo rettile svolge un ruolo chiave negli ecosistemi fluviali, essendo al vertice della catena alimentare. Il suo declino non significa solo la perdita di una specie unica, ma anche la vulnerabilità degli ecosistemi acquatici che dipendono da essa.

17. Farfalle monarca migratrici ( Danaus plexippus plexippus )

Prevenire l'estinzione della farfalla monarca è responsabilità di tutti.
Secondo la IUCN, la farfalla monarca migratrice è minacciata dai cambiamenti climatici, che causano temperature estreme, siccità e inondazioni. Credito: Unsplash.

Conosciute per la loro impressionante migrazione e bellezza, le farfalle monarca sono animali “in pericolo” di estinzione, secondo un comunicato stampa pubblicato nel 2022. Il loro habitat è stato degradato dall’uso di pesticidi e dalla deforestazione. Questi fattori hanno causato la scomparsa della loro principale fonte alimentare: l’asclepiade. Questa pianta li rende tossici per i loro predatori.

Un altro fattore che minaccia la loro sopravvivenza è il cambiamento climatico, perché ha modificato i loro modelli migratori.

La loro conservazione è importante, non solo per il loro aspetto unico, ma perché sono essenziali per l’impollinazione delle piante e la salute degli ecosistemi nel loro impressionante viaggio attraverso il Nord America e il Messico.

18. Avvoltoi: animali in via di estinzione sottovalutati

Gli avvoltoi sono animali in pericolo di estinzione.
Gli avvoltoi svolgono un ruolo essenziale nel mantenimento dell’equilibrio negli ecosistemi. Credito: Shutterstock.

Nonostante la loro immagine legata alla morte, gli avvoltoi svolgono un ruolo essenziale negli ecosistemi, ripulendo i resti degli animali morti e prevenendo la diffusione di malattie. Tuttavia, oggi, si stima che il 60% degli avvoltoi del mondo sia in pericolo di estinzione o in condizioni critiche.

Il motivo principale è l’avvelenamento derivante dal consumo di carcasse di animali avvelenati, nonché di pesticidi e farmaci veterinari. Altre variabili che mettono a rischio la tua sopravvivenza sono le seguenti:

  • Perdita di habitat.
  • Persecuzione umana.
  • Mancanza di cibo, a causa della diminuzione delle altre popolazioni animali.

19. Koala ( Phascolarctos cinereus )

Un koala su un albero.
Il disboscamento e la raccolta del legno sono alcune delle minacce che affliggono questa specie animale in via di estinzione. Credito: Shutterstock.

Questi famosi marsupiali endemici dell’Australia, classificati nella categoria “vulnerabili”, lottano per sopravvivere. Le principali minacce che devono affrontare sono quelle menzionate di seguito:

  • Malattie
  • Cambiamento climatico
  • incendi boschivi
  • Perdita della tua casa a causa della deforestazione
Ciò ha portato la sua popolazione attuale, precedentemente prolifica, a ridursi a circa 90.000 individui.

Gli sforzi di conservazione includono la piantagione di alberi autoctoni e la creazione di corridoi per la fauna selvatica. La sua recente inclusione nell’elenco degli animali a rischio di estinzione nel 2022 ricorda l’importanza di proteggere la biodiversità e prendersi cura del nostro pianeta.

20. Storione Beluga ( Huso huso )

Storione Beluga sul fondo del mare.
Il bracconaggio ha ridotto significativamente la riproduzione di questa specie marina. Credito: Максим Яковлєв/Wikimedia Commons.

In questo elenco di animali in pericolo di estinzione vi presentiamo un’antica specie di pesce, che vive nei mari dell’Eurasia. Il suo famoso caviale beluga ha alimentato la cattura intensiva e la pesca illegale.

L’inquinamento dei fiumi e le dighe che ne bloccano la migrazione hanno danneggiato la loro capacità di riprodursi, provocando un drammatico declino delle loro popolazioni, al punto che non si sa quanti individui rimangano in natura. In considerazione di ciò, questa specie è in “critico pericolo” di estinzione.

Proteggere questi pesci è importante, dato il ruolo che svolgono negli ecosistemi fluviali.

21. Leopardo dell’Amur ( Panthera pardus orientalis )

Leopardo dell'Amur in uno zoo.
Il leopardo dell’Amur è minacciato dalla caccia e dalla cattura, dalla deforestazione e dalle guerre. Credito: William Warby/iStockphoto.

Secondo il World Wildlife Fund, nel mondo esistono circa 84 individui di questa sottospecie di leopardo che, nonostante resistano all’estinzione, sono sempre più vicini ad un esemplare essendo qualcosa di raro. Il suo habitat comprende la Russia meridionale e la Cina settentrionale. Il motivo principale per cui il leopardo dell’Amur è “in grave pericolo di estinzione” è dovuto al bracconaggio.

La sua pelliccia maculata è apprezzata dai collezionisti.

22. Elefante di Sumatra ( Elephas maximus sumatranus )

Elefante femminile di Sumatra con il suo vitello.
Elephas maximus sumatranus è una sottospecie dell’elefante asiatico. Questo mammifero vive in Indonesia, dove è stato registrato un aumento della deforestazione. Credito: Afrianto Silalahi/iStockphoto.

La popolazione dell’elefante di Sumatra, uno degli animali più grandi del mondo, è diminuita negli ultimi decenni. Sopravvivono tra i 2.400 e i 2.800 esemplari e, sebbene non abbiano predatori naturali, i cacciatori d’avorio rappresentano la loro principale minaccia. Per questo motivo sono classificati come una specie di estinzione “in grave pericolo di estinzione”.

23. Vaquita ( Focoena sinus )

Vaquita nell'acqua.
La sopravvivenza della focena vaquita è minacciata dalle reti da pesca. Credito: Paula Olson/Wikimedia Commons.

Chiamata anche focena marina, è un cetaceo la cui popolazione è stimata in soli 18 esemplari. Dal corpo simile a un delfino, ma con gli occhi “maculati”, vive sulla costa del Pacifico vicino al Messico. La focena vaquita è in “critico pericolo” di estinzione.

La principale minaccia per questa specie marina è la pesca a strascico. Le vaquita rimangono intrappolate nelle reti dei pescatori e, non potendo venire in superficie per respirare, annegano.

24. Rinoceronte di Giava ( Rhinoceros sondaicus )

Rinoceronte di Giava in mezzo alla vegetazione.
La caccia e il disboscamento minacciano la sopravvivenza del rinoceronte di Giava. Credito: Royle Safaris/iNaturalist.

Il corno di rinoceronte è molto prezioso tra gli asiatici, soprattutto in Cina, perché credono che abbia proprietà terapeutiche. Fino a pochi anni fa questi grandi animali vivevano allo stato brado in Vietnam. Tuttavia, oggi sopravvivono solo 18 individui maturi in un’area protetta sull’isola di Giava. Questa specie è “in grave pericolo” di estinzione.

25. Tartaruga embricata ( Eretmochelys imbricata )

Tartaruga embricata.
La distruzione del loro habitat di nidificazione minaccia la sopravvivenza della tartaruga embricata. Credito: Shutterstock.

Anche se le tartarughe marine depongono centinaia di uova ogni anno e vivono per decenni, la pesca commerciale e la distruzione delle spiagge le stanno uccidendo. Si stima che delle sette specie di questi rettili, sei siano minacciate.

Uno di questi è Eretmochelys imbricata, classificato come specie in “critico pericolo” di estinzione, a causa delle seguenti minacce:

  • Cambiamento climatico
  • Commercio di embricate
  • Inquinamento da petrolio
  • Impigliamento nelle reti da pesca
  • Macellazione per la loro carne

26. Orango del Borneo ( Pongo pygmaeus )

Orango del Borneo con un bambino.
Le miniere e le cave fanno parte dell’elenco delle minacce alla sua conservazione. Credito: Thomas Fuhrmann/iStockphoto.

L’orango del Borneo è endemico dell’isola del Borneo, in Indonesia. Questi mammiferi arboricoli sono in “critico pericolo” di estinzione per diverse cause:

  • Incendi
  • Caccia illegale
  • Cambiamento climatico
  • Perdita di habitat
Altri oranghi ritrovati nello stesso stato di conservazione sono il Sumatra ( Pongo abelii ) e il Tapanuli ( Pongo tapanuliensis ).

27. Lupo grigio messicano ( Canis lupus baileyi )

Lupo grigio messicano in uno zoo.
La più grande minaccia per il lupo grigio messicano è l’attività umana. La caccia e l’avvelenamento li hanno portati sull’orlo dell’estinzione. Credito: Marumari /Istockphoto.

Secondo il ricercatore messicano Eduardo Ponce , negli anni ’70 fu dichiarata l’estinzione della vita libera di questi lupi, che vivevano nelle foreste temperate del Messico settentrionale e degli Stati Uniti meridionali.

La cattura degli ultimi esemplari ne ha consentito la riproduzione in cattività e il recupero numerico della popolazione. Attualmente, il lupo grigio messicano è in “critico pericolo” di estinzione.

28. Delfino del fiume Irrawaddy ( Orcaella brevirostris)

L’inquinamento delle acque minaccia la vita dell’Orcaella brevirostris e l’ha classificata come specie in “pericolo” di estinzione. Credito: © Mavic Matillano.

Questo peculiare delfino ha il muso completamente arrotondato e, a differenza dei delfini comuni, ama vivere in acque dolci. La sua casa è nel sud e nel sud-est asiatico e tra le cause della sua morte, nonché del motivo per cui è sulla lista degli animali in pericolo di estinzione, c’è l’ aumento esorbitante della salinità del fiume Irrawaddy.

29. Pinguino delle Galapagos ( Spheniscus mendiculus )

Due pinguini delle Galapagos vicino all'acqua.
Il fenomeno El Niño ha colpito l’approvvigionamento alimentare dei pinguini delle Galapagos. Credito: Mike’s Birds/Wikimedia Commons.

Chiudiamo questa raccolta di animali in pericolo di estinzione con un uccello marino: gli sfenisciformi che vivono nelle isole Galapagos dell’Ecuador. Questi pinguini sono in “pericolo” di estinzione dal 2020. La loro sopravvivenza è a rischio per vari motivi, come i seguenti:

  • Malattie
  • Inquinamento
  • Cambiamento climatico
  • Attività ricreative degli esseri umani
Secondo la IUCN, ci sono 1.200 individui maturi.



[/atomik-read-too ]

Misure a tutela degli animali in pericolo di estinzione

In un mondo che si trova ad affrontare una crisi di estinzione delle specie, sono essenziali misure immediate e tempestive per la conservazione degli animali in via di estinzione. Come abbiamo visto, le attività umane hanno danneggiato l’equilibrio degli ecosistemi in cui vivono questi meravigliosi esseri.

Non aspettiamo che sia troppo tardi per prendere parte alle azioni di cambiamento. Sta a noi diffondere informazioni sulle specie, sensibilizzare l’opinione pubblica sulla loro conservazione, partecipare al volontariato, non sostenere il traffico illegale di specie esotiche e rispettare le aree protette.


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.



Questo testo è fornito solo a scopo informativo e non sostituisce la consultazione con un professionista. In caso di dubbi, consulta il tuo specialista.